Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 05 aprile 2020

  • MP News
  • Cultura

Live Report: Ska-P @ PalaSharp

29.12.2008 - Angela Di Matteo



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

L’Italia non aspetta e dal Trentino alla Sardegna giovani e non occupano in massa il PalaSharp di Milano. Fuori piove a dirotto e il freddo lombardo si fa sentire: eppure non basta per scoraggiare chi ha macinato kilometri e kilometri di autostrada per essere presente a quello che può considerarsi l’evento di fine anno.
 Alla prima nota la folla del prato si compatta, si schiaccia verso le transenne e come un’onda anomala infrange ogni possibile ostacolo. Chi temeva la chiusura del parcheggio si tranquillizza: sono le 21.30 e gli Ska-p sono saliti sul palco.
Per quasi due ore di spettacolo puro la band madrilena presenta alcuni pezzi dell’ultimo album “Làgrimas y gozos” (2008) e ripropone pezzi del repertorio più o meno classico che in questi anni li hanno resi famosi in tutto il mondo. Il palazzetto è stracolmo e l’aria è irrespirabile ma poco importa: per i più giovani è un sogno che si realizza, per altri è un tuffo nel passato di quell’adolescenza ormai lontana.
Dopo aver annunciato lo scioglimento nel 2005, non prima di aver portato in giro un ultimo tour “En Directo - Adios amigos la ùltima jira”, gli Ska-p tornano a occupare lo studio di registrazione con la formazione al completo. Sebbene inizialmente Pipi, showman del gruppo, non aveva confermato la sua presenza per seguire il suo progetto con i The Locos, si lascia poi convincere e non delude chi lo aspettava con ansia. Dissacranti, insoliti e ironici come sempre, i suoi travestimenti sul palco divertono il pubblico e stupiscono per fantasia e bravura.
Temi della serata l’antifascismo, l’anti-americanismo e la critica feroce alla Chiesa di Roma. Non sono mancati i brevi discorsi di Pulpul (voce e chitarra) ma appunto sono stati particolarmente brevi: il gruppo ha preferito lasciare spazio alla musica, già pregna di messaggi sociali e soprattutto politici.
Verso le 23.30 termina così un concerto attesissimo, che lascia la sua scia con un bis che più bis non si può: gli Ska-p regalano non uno ma più pezzi al pubblico esaltatissimo che sembra non averne mai abbastanza. La nebbia milanese avvolge il Palasharp e in questa fredda serata di dicembre si conclude un data importante del gruppo spagnolo.
All’uscita una folla di zombie senza forze avanza verso il parcheggio: c’è chi compra una maglietta, chi sorseggia l’ultima birra e chi con un sibilo di voce ha ancora il fiato per canticchiare. Tutti però sono assolutamente soddisfatti di esserci stati, di aver partecipato alla reunion più attesa dell’anno.
Arrivederci a marzo.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.