Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 09 aprile 2020

  • MP News
  • Cultura

L’eleganza del riccio

01.02.2009 - Massimiliano Maiello



Mira

Oliviero La Stella, noto giornalista al suo secondo romanzo, idealizza tre prototipi dell’essere umano diversi tra...
Leggi l'articolo

Firmino

Firmino è un romanzo di formazione, di un topo, o meglio di un ratto, che segue il protagonista dalla nascita alla...
Leggi l'articolo

LIBRI - "Roma Violenta": Intervista all'autore Luca Moretti

Venerdì 9 dicembre il reading al Margot di San Lorenzo - Roma
Leggi l'articolo

Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio

Ironico romanzo, a metà tra una commedia all’italiana e un giallo, dello scrittore romano d’adozione Amara Lakhous...
Leggi l'articolo

 Image Hosting by Picoodle.com  Renée lavora come portiera in un condominio, celando a tutti un segreto del proprio passato che ne ha determinato la condotta di vita ed il relazionarsi con la società. Paloma detesta il mondo intero e la sua famiglia con cui vive e per questo motivo ha deciso di bruciare il proprio appartamento e suicidarsi il 16 Giugno, giorno del suo tredicesimo compleanno. Le loro vite, che scorrono parallele in un elegante palazzo di Parigi, si intrecciano inaspettatamente grazie all'arrivo di un nuovo inquilino, monsieur Ozu, che diventerà il trait d'union della loro reciproca scoperta e di una amicizia inattesa, nonostante una rilevante differenza di età e il diverso percorso emotivo e personale.

Le famiglie dell'alta borghesia parigina residenti in questo condominio rappresentano indirettamente il filo conduttore del romanzo, attraverso il loro modus vivendi e la propria concezione dei rapporti sociali, perenne oggetto di profonda osservazione da parte delle due protagoniste. Le loro analisi soggettive sono sempre critiche e schiette, ma con una compartecipazione ed un sentimento, quasi un pathos, che non le fa apparire come sterili e inappropriate, ma invece la critica diviene occasione per una profonda personale indagine interiore, con riferimento alla propria esistenza, alle proprie idee e sentimenti.

Il libro restituisce le pagine dei diari di Renèe e Paloma. Una simile struttura è la rappresentazione più efficace dell'introspezione personale attuata dalle due protagoniste. Queste si alternano, in modo non uniforme, nella stesura dei paragrafi descrittivi degli avvenimenti nel condominio, riportando le proprie sensazioni ed i commenti personali. La costruzione di tal genere del romanzo, permette di apprezzare l'evoluzione psicologica ed emotiva delle protagoniste durante la narrazione. In aggiunta, consente di seguire lo sviluppo dei rapporti interpersonali tra i vari personaggi, in una lettura che diviene molto coinvolgente e appassionante.

Le due scrittrici di questo duplice diario hanno uno stile di scrittura notevolmente dissimile, conseguente alla loro differente visione del mondo che scaturisce dalla loro età, che fa loro percepire in maniera difforme gli aspetti e le forme dell'agire umano. La presentazione dei comportamenti dei personaggi attraverso la duplice descrizione delle due donne è sempre molto ricca di particolari ed al tempo stessa risoluta e nitida. Sembra quasi di trovarsi a teatro ad assistere ad una rappresentazione della vita in tutte le sue sfaccettature. Per l'appunto, questo romanzo potrebbe diventare un ottimo soggetto per una rappresentazione scenica, in quanto suscita nel lettore una combinazione straordinaria di emozioni e sensazioni, all'inizio quasi inaspettata, che potrebbero essere ancor di più coinvolgenti in una opera teatrale.

Il coinvolgimento nella vita di ognuna delle due protagoniste diviene sempre più appassionato, in un climax avvincente che quasi non permette di interrompere la lettura, ma che paradossalmente suscita alle volte il desiderio di sospenderla brevemente per avere la possibilità di riflettere intensamente sull'evoluzione psicologica dei differenti "attori" e per potersi soffermare pienamente sulla profondità dei loro pensieri. Si tratta, inoltre, di un libro che permette al lettore di meditare su se stessi e sulle persone amate, su coloro che ci hanno lasciato, ma anche sulla difficoltà dei rapporti interpersonali nella società odierna.

Il messaggio che Muriel Barbery ci trasmette nel suo romanzo è molto attuale nella società contemporanea., dove le persone hanno sempre più difficoltà a relazionarsi reciprocamente. Una società fondata sull'omologazione e sulla spasmodica ricerca di soluzioni conformiste che guidino il proprio agire, quasi in modo inconsapevole, alla ricerca di quegli automatismi che possano evitare di sbagliare o inavvertitamente di distrarsi.

Il saper cogliere quegli istanti di bellezza che ci sorprendono nella quotidianità, in cui si può sospendere il proprio agire per apprezzarne le peculiarità e l'unicità, rappresenta per l'autrice la possibilità di contemplare l'eternità nel movimento stesso della vita, una meravigliosa "distrazione" per l'uomo, che contribuisce al perseguimento della piena consapevolezza ed accettazione delle vicissitudini della propria vita.

 

L’eleganza del riccio di Muriel Barbery

Edizione: Mondolibri, 2008

Genere: romanzo

pp. 319

 

euro 18

 

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.