Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 19 gennaio 2020

  • MP News
  • Cultura

Gli sciacalli hanno perso, Eluana è libera

Il corpo di Eluana si è spento lunedì scorso, tre giorni dopo la rimozione del sondino gastrico che l'alimentava. Ora c'è bisogno di silenzio e riflessione, mentre gli sciacalli si vergognino

15.02.2009 - Paolo Ribichini



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

Eluana finalmente riposa in pace, libera da un corpo immobile. Si chiude con uno strascico di polemiche la vicenda di questa giovane donna paralizzata in un letto di ospedale per quasi vent'anni, mentre gli sciacalli ritornano ai loro impieghi dopo aver gridato all'omicidio di stato. Una "morte inaspettata", hanno detto. Almeno una morte che non ha portato allo scempio di un corpo già provato da 17 anni di stato vegetativo. Il corpo di Eluana si è spento senza dolore, lasciando tutti così, a litigare, a discutere sulla sua vita.

Gli sciacalli, quelli che difendono la vita a targhe alterne, si sono ricordati di Eluana solo tre giorni prima della sua morte, quando le fu staccato il sondino. E solo quel giorno si sono ricordati che altre 2mila persone vivono in stati assimilabili a quello dell'Englaro. Eppure il Pd aveva presentato mesi fa un progetto di legge sul testamento biologico che il PdL non ha approvato, testo che avrebbe "salvato" la vita di Eluana.

La vita, e la sofferenza della ragazza, in realtà, non ha interessato nessuno. Berlusconi sapeva che con il decreto o meno, non sarebbe mai riuscito a fermare la sospensione dell'alimentazione. Inoltre, a dicembre aveva dichiarato che non era compito del governo intervenire in quella vicenda. Ma così è riuscito a passare per il salvatore della vita, l'uomo incapace di gestire la crisi economica, ma capace di mobilitarsi per "salvare" Eluana. Tutto questo per ingraziarsi il Vaticano e qualche cattolico e per screditare il capo dello Stato a pochi mesi dall'approvazione di leggi particolarmente contestate.

Tutta questa polemica su Eluana è stucchevole e francamente penosa, senza rispetto nei confronti del dolore del padre, senza il rispetto della morte di una persona. Una polemica prodotta dalla disinformazione prodotta ad arte. Eluana era molto malata: magrissima, con le orecchie piagate e con un tubo nel ventre. Era incapace di avere contatto con l'esterno, non reagiva al dolore e probabilmente non aveva coscienza di sé. I medici hanno escluso qualsiasi possibilità di risveglio da questo stato, nonostante i sorrisi che la ragazza dispensava ai visitatori, sorrisi che, hanno spiegato i medici, non sono altro che spasmi facciali involontari. Ecco come viveva Eluana.

Il senatore del PdL Saro racconta di non aver potuto dormire dopo la sua visita e di aver spiegato allo stesso premier quel che aveva visto. Eppure la stucchevole e penosa polemica è andata avanti, con Berlusconi che è riuscito a dire: «Quella donna potrebbe avere un figlio».

«Su questa vicenda peseranno per sempre le firme messe e le firme non messe». Con queste parole il presidente dei senatori Maurizio Gasparri ha commentato la morte di Eluana. Un attacco diretto e violento al Presidente della Repubblica, "colpevole" di non aver firmato il decreto-legge. Ma le responsabilità non sono di Napolitano che ha rispettato la Costituzione, piuttosto del Parlamento, incapace di produrre una legge anche per colpa del Vaticano che ha "vietato" sistematicamente non solo di parlare di eutanasia, ma anche di testamento biologico e di accanimento terapeutico.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.