Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 26 maggio 2020

  • MP News
  • Cultura

Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio

26.03.2009 - kuei ying proietti



MOSTRE - Tintoretto e la contemporaneità del sentimento

Fino al 10 giugno alle Scuderie del Quirinale
Leggi l'articolo

L'esempio della Sala Vittorio Arrigoni

Tante idee, non ideologie. Parole che racchiudono realtà, proposte concrete, non più meri slogan. Luoghi...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

Mira

Oliviero La Stella, noto giornalista al suo secondo romanzo, idealizza tre prototipi dell’essere umano diversi tra...
Leggi l'articolo

Image Hosting by Picoodle.com  Lorenzo Manfredini, detto "il gladiatore", è stato trovato morto nell'ascensore del condominio del  quartiere Esquilino di Roma in cui si svolge la storia. E' questo il fulcro del romanzo, ma solo apparentemente. "Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio" è infatti un romanzo in cui il giallo si fonde con la commedia all'italiana, e in cui quest'ultima e la costellazione di personaggi che vi prendono parte lasciano spazio a sottili riflessioni sociologiche mascherate dall'ironia dell'autore.

Il romanzo ha una vivace struttura corale: le voci dei singoli condomini, con le loro tante verità, si mescolano agli "ululati"di Amedeo, inquilino ben voluto da tutti e vero protagonista della storia, immigrato integrato - per usare termini quanto mai attuali- a tal punto da essere scambiato da tutti per italiano.

Più che la morte del gladiatore, sarà la scoperta della vera identità di Amedeo a lasciare senza parole tutti gli abitanti del palazzo, normalmente impegnati a litigare per l'uso dell'ascensore (mai ascensore fu così importante!).

Le piccole incomprensioni all'ordine del giorno divengono uno vero e proprio scontro di civiltà tra la portiera napoletana Benedetta Esposito, l'iraniano aspirante cuoco Paviz Mansoor Samadi, il bengalese Iqbal Amir Allah alle prese con la burocrazia, Elisabetta Fabiani alla ricerca dell'amato cane scomparso, la grassa peruviana Maria Cristina Gonzales, l'intransigente milanese Antonio Marini, l'aspirante regista olandese Johan Van Marten, il barista romano e romanista Sandro Dandini...

Un romanzo breve, ben scritto, che mostra le tante facce degli abitanti di Roma, come gli italiani sono visti dagli stranieri, le difficoltà che questi ultimi incontrano al di là della loro volontà di integrarsi, e come il diverso sia sempre sospetto, ahimè.

 

Amara Lakhous

Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio

Edizioni e/o, 2007

pp. 189, 12 euro

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.