Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 19 agosto 2019

  • MP News
  • Cultura

La satira al servizio dei diritti umani

“Vignette dal mondo per i diritti umani”, la mostra di disegni all’Auditorium di Roma fino al 10 gennaio

11.12.2007 - Luca Paccusse



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

 

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite è giunta al suo 60° anniversario e in tutto il mondo si aprono le celebrazioni per ricordare questo passo importante nella storia dell'umanità. La Dichiarazione dei Diritti Umani è effettivamente un documento di importanza storica fondamentale: è stato infatti il primo a sancire universalmente (cioè in ogni epoca storica e in ogni parte del mondo) i diritti che spettano all'essere umano. Nonostante venga spesso disatteso, questo testo rimane la base del diritto internazionale umanitario costruito dopo la Seconda guerra mondiale.

Nel nostro Paese, anche in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti umani è stata inaugurata all'Auditorium Parco della Musica di Roma la mostra "Vignette dal mondo per i diritti umani". Fino al 10 gennaio 2008 il pubblico potrà guardare, divertendosi e riflettendo allo stesso tempo, i settanta disegni di 25 autori satirici di vari Paesi del mondo, tutti incentrati sul tema dei diritti, della libertà di opinione, dell'uguaglianza e della pace. L'esposizione, organizzata dal Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri con la collaborazione del Comune di Roma, delle Nazioni Unite e di Le Monde è collegata anche a "Cartooning for peace", l'iniziativa promossa dall'ex Segretario Generale dell'Onu Kofi Annan e dal disegnatore francese Jean Plantu. Il vignettista d'Oltralpe, che firma i suoi disegni per il quotidiano Le Monde fin dagli anni Settanta, è ricordato anche per aver avuto tra i suoi estimatori il leader palestinese Yasser Arafat. Nel 1991 i due si incontrarono a Tunisi e il numero uno dell'OLP, che all'epoca non poteva riconoscere esplicitamente lo Stato di Israele, disegnò una bandiera israeliana a fianco ad una palestinese per sottolineare la necessità di far convivere "due Stati". Un segno d quanto la satira possa avvicinare e far comunicare anche punti di vista opposti.

Recentemente il disegnatore francese è stato omaggiato in Italia col Premio satira politica di Forte dei Marmi e in quell'occasione ha affermato: "Da sempre mi batto a favore della pace. Mi rendo conto di non essere originale: anche chi scatena le guerre dice di farlo per riaffermare la pace. Io credo che se tutti avessero ben presente i problemi del terzo mondo, la pace fra tutti i popoli non sarebbe più un'utopia". Il disegnatore satirico di Le Monde è anche ambasciatore di pace nel mondo. "Sono molto vicino a quei fumettisti che lavorano in paesi ad alto rischio. In Iran per esempio, fare una vignetta può significare essere arrestati, andare in prigione".

La mostra che verrà ospitata nell'Auditorium di Roma, vedrà come protagoniste le opere di vignettisti provenienti da 20 paesi diversi: si va dagli Stati Uniti alla Francia, dalla Gran Bretagna al Giappone, passando per Iran, Palestina, Israele, Egitto, Turchia, Kenya e altri ancora. Folta anche la presenza dell'Italia ben rappresentata da autori sempre presenti nelle pagine dei giornali nostrani: Sergio Staino, Emilio Giannelli, Vauro, Ellekappa e Altan.

L'iniziativa è importante perché contribuisce ad avvicinare il grande pubblico ad un tema attuale che meriterebbe sempre attenzione da parte di tutti. Questi settanta disegni, nel loro piccolo, possono sicuramente diffondere un messaggio positivo attraverso la satira, uno strumento di comunicazione sempre efficace, a volte anche più di un articolo di giornale.

 

"VIGNETTE DAL MONDO PER I DIRITTI UMANI"

10 dicembre 2007 - 10 gennaio 2008

Auditorium Parco della Musica, Sala Museo Archeologico - Viale de Coubertin. Roma


Ingresso libero dalle ore 10 alle ore 20

 

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.