Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Cultura

BOLLYWOOD

30.04.2009 - Eva Songini



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

BollywoodUna famiglia indiana di cineasti vive e lavora in bilico tra modernità e tradizione. Personaggi caratteristici, ma anche profondamente moderni, ci  accompagnano in un fantastico viaggio tra i colori e i sapori dell'India, con particolare riferimento al fenomeno "Bolliwood".

 

I protagonisti inscenano la magia del cinema indiano attraverso balli e musiche eterogenee ed avvincenti. Si passa dai tradizionali motivi popolari a più moderne sinfonie dance, senza che lo spettacolo risenta di rotture improvvise.

 

Per una volta è il cinema ad essere rappresentato sul palco e non il contrario.

 

Un musical divertente e musicale che racconta di quel cinema e di quella tradizione che per l'India hanno raffigurato un importante punto d'arrivo.

In realtà il cinema in India arriva molto presto. Già nel 1896 i primi esperimenti; nel 1913 il film mitologico Raja Harishchandra. Ma la tradizione cineasta non ha mai smesso la sua evoluzione e rappresenta un importantissimo strumento mediatico e culturale. Anche in questa si riflettono le tensioni e le divisioni etniche proprie di un paese difficile, è senza dubbio "bolliwood", cinema in lingua hindi, ad avere il maggior successo a livello internazionale.

La magia del musical è data dal perfetto equilibrio tra tradizione indiana e tecniche occidentali, di cui holliwood ma anche brodway diventano simboli e modelli da ammirare e copiare.

 

Quello che ne vien fuori è un mix affascinante e divertente, un ibrido  artistico che sul palco non si risparmia nulla. 30mila led per una scenografia sfarzosa, un corpo di ballo numeroso e rumoroso, la voglia di raccontare un India rigogliosa e divertente.

 

Il percorso a cui la trama conduce ha qualcosa di ipnotico, mistico. Qualcosa in più, o comunque di diverso, dagli spettacoli che il nostro pubblico è abituato a vedere.

Qualcosa da cui vale la pena lasciarsi tentare.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.