Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 01 ottobre 2020

  • MP News
  • Cultura

Le Fiabe lasciatele all'Immaginazione: Questa è la cruda Realtà

Tutta la verità sulla storia di Lady Diana firmata Tina Brown.

22.06.2007 - Roberta Fogli



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

C’era una volta, nella malinconica metropoli londinese, una giovane fanciulla la cui bellezza celestiale infatuava chiunque avesse per destino la fortuna di incrociare il suo sguardo e la cui semplicità provocava un’immediata tenerezza in tutti coloro che avessero modo di conoscerla più approfonditamente. Un giorno la ragazza incontrò un principe, si innamorarono, e si sposarono dopo un breve fidanzamento. Purtroppo l’amore della principessa non fu corrisposto dal principe come ella sperava, e il suo cuore si ammalò presto nella ricerca di un amore che non venne mai ricambiato veramente. Ma nonostante il dolore e la delusione, Lady Diana aveva dentro di sé ancora così tanto amore e speranza che decise di dedicare il resto della sua vita nell’aiuto delle persone meno fortunate…ma aspettate un momento, siamo proprio sicuri che le cose siano andate esattamente in questo modo?


Nel libro The Diana Chronicles, che uscirà il 12 giugno in tutte le librerie del Regno Unito, la favola della ‘principessa triste’ appare completamente diversa; anzi più che di favola, per la verità, sarebbe appropriato parlare di una ordinaria storia di intrighi di corte, avidità, e brama di potere. Il referente delle sconvolgenti notizie è più che attendibile; autrice del libro è infatti Tina Brown, regina del giornalismo e del pettegolezzo anglosassone, nonché amica della principessa Diana, è stata direttrice di Vanity Fair, del New Yorker e del Tatler, oltre ad essere la moglie di sir Harold Evans, uno dei giornalisti più influenti della Gran Bretagna, un tempo al timone del Sunday Times. La nuova biografia della principessa più amata e compianta del mondo descrive una donna scaltra, manipolatrice e arrivista: sarebbe stata Diana, tutt’altro che ingenua, a sedurre Carlo mentre frequentava la sorella maggiore di lei e a farsi portare all’altare poco tempo dopo interessata in realtà solo all’immenso patrimonio e alla posizione di prestigio che questo avrebbe comportato.

Carlo, impacciato e completamente succube della moglie, non avrebbe mai smesso di amarla e di corteggiarla inutilmente, consolandosi disperato in fine tra le braccia di Camilla, che lo avrebbe assecondato solo per ripicca ai continui tradimenti del marito Andrew Parker Bolws, unico vero grande amore della sua vita. Il tentato suicidio di Lady D. sarebbe stato inoltre solo una squallida farsa messa in scena dalla machiavellica principessa con lo scopo di accaparrarsi la benevolenza del popolo e la tanto discussa relazione con il miliardario musulmano Dodi al Fayed, finita nel tragico incidente che portò la morte di entrambi a Parigi nel 1997, non sarebbe stato altro che l’ennesimo, volontario, dispetto alla casa reale inglese. Diana infatti aveva ben altri progetti per il suo futuro; tornata dalle sfarzose vacanze avrebbe sposato il finanziere americano Teddy Forstmann, di gran lunga più ricco di Dodi, che la corteggiava da tre anni spedendole un mazzo di rose alla settimana…..insomma la Brown trasforma la fiaba per eccellenza degli anni 90’ in uno squallido scorcio di decadenza da cui nessuno, ad eccezione dei principini Harry e William, esce pulito.

“…. Arrivederci rosa d’Inghilterra, da un paese smarrito senza la tua anima, che sentirà la mancanza delle ali della tua compassione più di quanto tu mai saprai..” ( Elton John- “ Candle in the wind” ).

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.