Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 25 maggio 2020

  • MP News
  • Cultura

Tra Utopia e realtà… Corviale

Enrico Di Giamberardino, Carmine Arrivo, Gabriele Anesin, Antonello Anappo. Fino al 17 luglio 2009

14.07.2009 - Luigia Bersani



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

  Presso la Biblioteca Comunale Corviale sono presentati i progetti fotografici di Antonello Anappo, Gabriele Anesin, Carmine Arrivo e Enrico Di Giamberardino che raccontano con immagini di un poetico verismo fotografico la realtà che si nasconde tra le mura degli immensi palazzi decadenti di Corviale. Questo minuscolo quartiere nella periferia di Roma è diventato il simbolo del declino del sogno socialista che negli anni 70 ha costituito la spinta primaria per l'intrapresa di un ambizioso progetto architettonico, abbandonato prima di essere potato a termine e diventato luogo nel quale viene oggi ospitata un'intera comunità che, insediatasi in parte abusivamente nell'edificio, vive indisturbata tra gli spazi di questa immensa opera di Mario Fiorentino.
L'asettico edificio popolare di quasi un kilometro di facciata, ideato per andare incontro ad un'esigenza politica di democratizzazione esasperata, presenta al suo interno degli ambienti talmente anonimi e omologati tra loro che sembrano essere stati progettati quali strumenti per un perverso programma ideologico di "spersonalizzazione dell'individuo". Le foto dei quattro fotografi documentano il fallimento di tale programma e l'adattamento della creatività e del calore umano in luoghi nati e pensati senza creatività e calore.
Queste mettono in evidenza la fatiscenza e l'alienante dimensione e regolarità dei luoghi in cui la gente di Corviale vive e allo stesso tempo sottolineano i particolari fantasiosi, come composizioni floreali, vetrate colorate o decorazioni pittoriche, che gli abitanti del mastodontico palazzo hanno aggiunto alle finestre o alle pareti grigie dei corridoi per rendere più vivibile quel labirinto di strade, ingressi, segnaletiche e appartamenti apparentemente senza uscita.
Le inquietanti prospettive dal punto di fuga irraggiungibile di Enrico di Giamberardino (foto sopra), gli scatti architettonici di Antonello Anappo, i ritratti di Carmine Arrivo e le loquaci sovrapposizioni di piani di Gabriele Anesin descrivono dettagliatamente tale complesso quadro di vita.  
L'esposizione fotografica, intitolata "Tra Utopia e realtà...Corviale", si inserisce in un progetto sostenuto dal XV Municipio di Roma,  denominato "Corviale Urban Lab", che mira alla rivalutazione del quartiere proponendo un intero weekend dedicato alle attività culturali indipendenti che in esso hanno avuto origine e continuano a svilupparsi.
Corviale, il cui nome spesso viene collegato ad un'immagine di criminalità e povertà, rappresenta una speranza culturale per ogni altra realtà di periferia, rappresenta l'esempio di un quartiere la cui comunità, nata nell'illegalità e nella desolazione, è stata in grado di riscattarsi e sollevarsi grazie all' energia e alla coesione dei suoi membri che hanno trovato nell'impulso verso una cultura attiva e propositiva una via di fuga da un mondo che li ha voluti erroneamente definire "emarginati".  
La storia di questo quartiere, nato, appunto, come esperimento di una politica socialista, trova nella stessa ideologia simultaneamente un tracollo ed un successo. Questa, infatti, pur fallendo nella sua imposizione di un programma generalizzato di socializzazione forzata, tutto il progetto architettonico era infatti previsto e ripartito secondo uno schema impeccabile nei fatti non rispettato, si è comunque affermata quale risultato di un naturale spirito di solidarietà rispettoso delle diverse individualità presenti all'interno della stessa comunità che, condividendo spazi e disagi così come piaceri e soddisfazioni, ha ricreato in modo più umano e sereno la stessa ideologia socialista dalla cui applicazione di massa originariamente fuggiva. Ha ricreato, in altre parole, un equilibrato ed empirico compromesso tra utopia e realtà.

"Tra utopia e realtà... Corviale"
10 luglio - 17 luglio 2009
Biblioteca Comunale Corviale
Via Marino Mazzacurati, 76 - Roma
www.corvialeurbanlab.it
contatti: Valeria Di Biase, tel: 3286110529, e. mail: valeria.dibiase@hotmail.it        
Enrico Di Giamberardino tel: 3474647912, e.mail:  enrico.digiamberardino@gmail.com

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.