Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 09 aprile 2020

  • MP News
  • Cultura

Skebby, come risparmiare con gli sms

Inviare sms a pochi centesimi o gratuitamente? Non è una fantasia: è possibile grazie a un semplice software

11.12.2009 - Irene Roberti Vittory



XIV Settimana della Cultura

Dal 14 al 22 aprile, un ricco calendario di eventi e di proposte culturali, dai concerti in piazza al teatro, dal...
Leggi l'articolo

Al via la XIII SETTIMANA DELLA CULTURA

DAL 9 AL 17 APRILE 2011 MUSEI GRATIS NELLA CAPITALE E IN TUTTA ITALIA. Scopri tutti i musei che aderiscono, gli...
Leggi l'articolo

LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

 

Qualcuno ancora non lo conosce. Qualcun'altro è incredulo ma se lo gode, oppure cerca la fregatura. Stiamo parlando di Skebby, semplice e utilissimo software da installare, in maniera altrettanto semplice, sul cellulare. Obiettivo? Risparmiare non poco. Grazie a Skebby è possibile inviare sms gratis a utenti che già hanno il programma; a 6 o 7 centesimi a utenti che non l'hanno ancora installato. La differenza minima tra queste ultime due tariffe sta nel fatto che nel primo caso il mittente non viene identificato nella maniera abituale sul display del ricevente, ma compare con un altro numero. Non temete, è un numero casuale che non va assolutamente a rimpiazzare il vostro stravolgendovi il telefono (e l'esistenza)! In ogni caso, l'arrivo di un nuovo sms è annunciato da uno squillo di Skebby. Per leggere il testo è necessario accedere al programma e scaricare il contenuto del messaggio. Com'è possibile tutto ciò? Skebby sfrutta un server intermedio; per quel che riguarda gli sms gratuiti, l'unico costo da affrontare è quello della connessione ad Internet, un niente. Per gli altri ci sono dei costi aggiuntivi, quelli di cui sopra, dovuti all'interferenza dei gateway dei vari operatori nella trasmissione dei dati.

All'ideatore della trovata, Davide Marrone, giovanissimo studente e brillante neo-imprenditore comasco, abbiamo rivolto alcune domande:

Come è nata l'idea di Skebby?

Skebby è cominciato quasi per gioco. Nel 2007 studiavo informatica e, tra una lezione e l'altra, mi misi a fare due conti con gli amici per capire quanti soldi spendevamo per inviare messaggi tra di noi. Caso vuole che proprio in quei mesi stessi seguendo un corso di programmazione per device mobili e, per occupare il tempo, decisi di applicare quanto stavo studiando al nostro reale problema. Skebby è nata così, partendo da esigenze concrete: risparmiare sull'invio degli SMS. Tutto è partito dal cercare una soluzione ad un problema, offrendo un servizio più conveniente. Ma il vero salto qualitativo è avvenuto nel 2008 con l'ingresso di due imprenditori/business angel nel progetto e con l'avvio di una vera e propria start up. Da allora l'evoluzione di Skebby è aumentata in forma esponenziale: dal programma realizzato nel tempo libero tra le mura di casa, a impegno lavorativo quotidiano, tutto teso allo sviluppo.

Come hanno reagito le compagnie telefoniche?

Gandhi diceva "Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci". Le compagnie telefoniche, al momento, ci deridono, non credono possiamo rappresentare un reale pericolo per loro; ma vinceremo noi. La differenza che passa tra il nostro servizio SMS Skebby e quello dei principali operatori telefonici è la stessa che corre tra l'email e il fax. Se la prima sfrutta la rete e i suoi canali, il secondo viaggia solo su linee dedicate, con il risultato che se le prime sono gratis il secondo non lo è. Il modello di business di Skebby è, insomma, radicalmente diverso ed appartiene a quel mondo 2.0 in cui la mia generazione è cresciuta. La nostra organizzazione del lavoro è flessibile, aperta, più efficiente: non abbiamo costi di marketing o di struttura da far pagare ai nostri clienti, per questo riusciamo a garantire SMS gratis a tutti i nostri clienti.

Qual è il ritorno economico per lei?  Come si spiega l'incentivo dato alla possibilità, tra persone aventi Skebby, di comunicare gratuitamente, pagando solo il costo di connessione alla rete? Pubblicità? O semplicemente passione per l'idea Skebby?

Servizi come Flickr hanno mostrato esattamente come un'attività basata su un servizio gratuito possa comunque rivelarsi profittevole grazie a servizi aggiuntivi. Si tratta del cosiddetto modello freemium: un servizio di base - comunque di qualità - offerto a tutti gratuitamente (free), unito a servizi a pagamento (premium) rivolti a clienti più esigenti o in ambito professionale. I Free SMS Skebby che garantiamo a tutti i nostri clienti è la nostra punta di diamante, ma l'offerta di Skebby è incredibilmente più ampia. In questo senso, Skebby ha smesso per me di essere un hobby da più di due anni, ed è divenuto un lavoro a tutti gli effetti.

All'intervista Davide aggiunge una nota importante: "Skebby ha lanciato una campagna per tutto il mese di dicembre tesa ad aiutare gli amici di Emergency nel sostentamento del Centro Pediatrico di Mayo, in Sudan. Infatti, devolveremo il 10% dei nostri guadagni a questa attività. Il legame con Emergency ci rende davvero molto orgogliosi: per questo chiunque voglia aiutarci può trovare maggiori dettagli all'indirizzo http://www.skebby.it/pacchetti-sms-speciali/donazione-emergency/."

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.