Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 25 maggio 2020

  • MP News
  • Cultura

L'Arte di Dario Carratta: "Scissioni"

Quando l’anima è di fronte a un bivio, il corpo si scinde e nella scelta ricostruisce se stesso

27.06.2010 - Irene Roberti Vittory



B.ZARRO - GENIO CONTRO GENIO -

Ospitando le opere di uno degli artisti più estrosi e visionari del panorama italiano, il Complesso del...
Leggi l'articolo

Da Rembrant a Vermeer

Semplicità e lusso, concretezza e fantasia, uomini e natura: tutto e l’opposto di tutto in un’arte attenta ai suoi...
Leggi l'articolo

Tullio Pericoli - Lineamenti. Volto e paesaggi.

La pittura di Tullio Pericoli è gioco e serietà, esplosione di bellezza e quieta armonia dei grigi. Gli...
Leggi l'articolo

JEAN-AUGUSTE-DOMINIQUE INGRES / ELLSWORTH KELLY

Accademia di Francia a Roma - Due artisti a confronto nella stessa mostra: l'astrattismo contemporaneo di Kelly; la...
Leggi l'articolo


L'ARTE DI DARIO CARRATTA -

 

Nonostante la giovanissima età - ha appena 22 anni - Dario Carratta propone opere dalla notevole complessità concettuale. Nato a Gallipoli e ora stabilitosi a Roma (studia presso l'Accademia di Belle Arti), nel 2005 ha conquistato il Primo Premio Cavalleria Nazionale, a Lecce. Due anni fa le sue opere sono sbarcate con successo a Roma, tanto da fargli guadagnare la permanenza nella Galleria Alessandri O-A-C. Di quest'anno sono le personali "Metafisica del Dandy" (a Imola) e "Scissioni", a cura di Sibilla Panerai e Sabina Sterbini.

Complessità e conflittualità: uomini e donne sono smarriti in atmosfere solitarie, avvolti dalle ombre o dal nulla, e spauriti sembrano fissare l'osservatore. Il loro sguardo trasuda ora diffidenza, ora malinconia, ora paura. I loro corpi, smagriti o sgraziati, giacciono solitari in una civiltà che non è quella dei sensi e della fretta, bensì quella - metafisica o immaginaria - delle percezioni interiori. Una dimensione a rallentatore, in cui gli sguardi si posano lenti sull'intorno, e lievemente si spengono in richieste d'aiuto taciute o in permalose debolezze. Le figure sono scisse, disarticolate: costrette a non poter essere "Uno", sono destinate ad essere bambole in carne e ossa, rassegnate vittime in preda a molteplici pulsioni carnali. Continuamente compare davanti ai loro - e ai nostri - occhi lo shakespeariano dilemma: "essere o non essere?".  E chi essere? Chi scegliere di essere? Soggiacere agli istinti violenti, al dionisiaco, o cercare uno spiraglio di luce nella soffocante solitudine? I volti comunicano la difficoltà dello scegliere, la crisi - che conduce all'immobilità - di chi è di fronte a un eterno bivio; sono il segno del passaggio dei passati traguardi, delle precedenti scissioni: ciò che si è scelto lascia un colore, una linea, una sfumatura nell'anima, forgiandone l'essenza; mentre l'escluso rimane aleatorio, perso nel cosmo delle possibilità. Con malinconia e ironia i personaggi giungono al fondo delle loro malattie, delle loro nevrosi, e ricercando l'equilibrio in loro stessi compensano le loro mancanze più profonde. Ricompongono l'unità dei frammenti, le forme in dissoluzione. Muoiono per poter rinascere: più forti o più deboli ma, comunque, vivi.

Dario Carratta - "Scissioni"

Dall'11 Giugno al 12 Luglio

Galleria Margutta 9 Alessandri O-A-C  - Via Margutta 53/B

Orario: da lunedì a sabato dalle 11 alle 19

Ingresso libero

 


Dario Carratta: "Scissioni"



BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.