Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 02 aprile 2020

  • MP News
  • Cultura

Globe Theatre 2010: I Due Gentiluomini di Verona di William Shakespeare

Torna “Shakespeare in Globe”, la rassegna teatrale estiva a Villa Borghese.

11.07.2010 - monica cavallin



Globe Theatre 2010: La tempesta di William Shakespeare

Al Silvano Toti (Globe Theatre) di Villa Borghese in Roma è in scena la commedia di commiato dalle scene del...
Leggi l'articolo

GLOBE THEATRE 2010: Approfondimento su Giorgio Albertazzi

Sulla scia del successo di pubblico e critica al Globe Theatre 2010, MPNEWS presenta un approfondimento sull'attore...
Leggi l'articolo

"Sogno di una notte di mezza estate" al Silvano Toti Globe Theatre

Dal 3 al 13 agosto in scena una delle migliori opere di William Shakespeare
Leggi l'articolo


FOTO DI FABIO GATTO

 

Come vuole la tradizione del teatro shakespeariano, questa allegra commedia che apre la stagione estiva 2010 del Globe Theatre, "I Due Gentiluomini di Verona", ha per filo conduttore l'amore, l'amicizia, il denaro e il potere.

Sul palco, per la prima volta in costumi seicenteschi, ecco Gianluca Guidi, nel ruolo di Proteo e Giampiero Ingrassia, in quello dell'amico Valentino. Il tema principale della commedia è il rapporto di amicizia tra i due giovani veronesi, cresciuti insieme ma di indole completamente diversa: più romantico e sognatore il primo, innamoratissimo di Giulia alla quale dedica una dolce serenata e più dongiovanni e spavaldo il secondo. Una volta trasferito però a Mantova Valentino cede ai piaceri dell'amore, perdendo la testa per Silvia, un'altra bella madama. Sarà proprio l'amore a travolgere le sorti dei due amici: arriva a Mantova anche Proteo che appena vede Silvia ne è colpito in pieno cuore, dimenticando in un attimo la sua amata e senza pensare neanche per un istante al dispiacere che potrebbe dare all'amico finito finalmente tra le braccia di Cupido.  Ma, si sa, l'Amore non può essere condiviso pienamente neanche tra migliori amici ed ancora una volta è fonte di peripezie, equivoci, tradimenti, travestimenti, risentimenti. Infatti Proteo cerca di conquistare Silvia, dopo aver tradito l'amico Valentino raccontando al Duca, padre della giovane, l'idea dei due giovani di scappare insieme dalla città affinché Silvia non sposi il ricco Turio, come da volontà paterna. Ma all'insaputa di Proteo in città è arrivata anche Giulia, travestita da uomo, pronta a riportarsi a casa il suo amato.

Sicuramente un ruolo molto difficile per la coppia Guidi-Ingrassia, dove interpretare al meglio la complessità e la focosità dei personaggi shakespeariani, che altro non sono che fremito ed istinto non è sicuramente una cosa facile ma devo dire che ci sono riusciti entrambi molto bene (tanto per sfatare il mito che i figli d'arte sono solo fumo e niente arrosto!!), si sono liberati di dosso lo stereotipo dei personaggi dei musical che li hanno resi famosi e si sono entrambi cimentati un una bella prova d'attore dimostrando che davvero chi studia e lavora sodo alla fine può arrivare anche a recitare con 40 gradi vestiti di cappotti, stivali e palandrane di velluto con infinita naturalezza, essendo padroni di quel piccolo spazio spoglio che è una caratteristica del teatro shakespeariano, recitando con lo sguardo, con le braccia e con tutto il corpo. Decisamente preparato anche il resto della compagnia: divertente e bravo il servo di Proteo, Fulmine (Pietro De Silva) nei suoi monologhi disperati e deliranti accompagnato dal suo fido cagnolino che, al contrario del padrone, rimane serie e impassibile; all'altezza anche l'attrice che interpreta Giulia (Viola Porcaro), una donna non più giovane, ma che si lascia andare alle frivolezze di una giovane innamorata. Proprio lei, colma di palpitante e tipica passione adolescenziale, sarà pronta a strappare la lettere di Proteo per non dimostrare le sue debolezze e perfino a travestirsi da uomo con la collaborazione della sua servetta Lucetta.

Non invecchia decisamente mai Shakespeare, rimanendo attuale anche in questa bella traduzione di Vincenzo Cerami, "liberamente tradotta", come lui stesso tende a sottolineare. 

 

Dall'8 al 18 luglio

Silvano Toti Globe Theatre - Villa Borghese -

Largo Aqua Felix (Piazza di Siena). Info: Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00-21.00)

www. globetheatreroma. com.

Biglietti: platea €10, ridotto €8, balconate da 12€ a €22.

 


"I Due Gentiluomini di Verona"
foto di FABIO GATTO. www.photarts.com


BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.