Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Cultura

La donna nell’arte

La donna come artista e la femminilità come soggetto artistico: un percorso tutto rosa alla Sesto Senso Art Gallery

27.09.2010 - Irene Roberti Vittory



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

Scriveva Virginia Woolf nel saggio "Una stanza tutta per sé": "Basta entrare in qualunque stanza di qualunque strada perché salti agli occhi tutta quella forza, estremamente complessa, che è la femminilità. [...] Ma tale forza creativa differisce enormemente dalla forza creativa degli uomini. E si deve concludere che sarebbe mille volte un peccato se essa venisse ostacolata o sciupata, perché è stata conquistata con secoli della più drastica disciplina e non c'è niente che possa prenderne il posto. Sarebbe mille volte un peccato se le donne scrivessero come gli uomini o assumessero l'aspetto di uomini, perché se due sessi sono insufficienti, considerata la vastità e varietà del mondo, come faremmo mai con uno solo?"

Ai giorni nostri si fa un gran parlare della questione femminile. Pari opportunità, violenza sulle donne, quote rosa, lavoro e maternità. La vita delle donna non è facile. Spesso il ruolo di genitrice che la natura le ha assegnato e l'aspirazione all'indipendenza - non solo economica - entrano in conflitto, costringendola a rimandare o lasciar perdere del tutto uno dei due progetti. In altri casi è la donna stessa a porsi in una condizione di inferiorità, a non tirar fuori le unghie quando dovrebbe. Anche nel mondo dell'arte il cammino della donna verso la libertà di espressione non è stato, e non è ancora oggi, una bazzecola. E il nocciolo della questione è lì, dove Virginia Woolf ha puntato il dito. Da secoli e secoli l'uomo vive un'accesa competizione con la donna, temendo di essere da questa surclassato e quindi di perdere il proprio primato di pater familias, anzi, di pater societas. L'errore di fondo è il pensare la donna come una minaccia solo perché diversa nel modo di pensare e di agire, ostacolarla solo perché non se ne comprende il mondo interiore. Potremmo chiamarla xenofobia sessuale. Eppure sappiamo che un sistema culturale fondato sulla paura e sulla chiusura non porta nulla di buono. Le menti geniali, sosteneva sempre la Woolf, sono androgine, e in esse il maschile e il femminile sono tra loro armonizzati e cooperano.

Alla Sesto Senso Art Gallery una mostra collettiva celebra la ricchezza e la profondità del mondo femminile. Questa è l'immagine della donna che sarebbe bello si serbasse nella società; non più soubrette, veline o escort. Quelle sono donne che odiano le donne, che hanno fatto della superficialità un valore e della femminilità un'incognita astrusa. Queste tredici artiste molisane invece, lontane da lustrini e paillettes, raccontano il proprio Io fatto di pensieri fragili, fantasia, teneri abbracci, silenziose contemplazioni. C'è spazio per l'amore, la maternità, la cupezza, il senso di smarrimento e di solitudine. È un excursus che descrive la donna e le sue emozioni in modo mai banale. Non si avverte alcuna sfida o senso di superiorità rispetto al mondo maschile. Perché un vero artista - sia uomo o donna - sa che non c'è alcuna lotta da ingaggiare. Ricordiamo i nomi di queste "poetesse del femminile": Mariagrazia Colasanto, Karenina Fabrizzi, Sara D'Uva, Nadia Comegna, Carma, Giulia Magagnini, Giulia Magnaguagno, Irene Petrafesa, Elena Maglione, Cristina Valerio, Artemisia, Carlotta Ruggirello, Antonella Mastropietro. Magari sostituiamoli, nell'immaginario collettivo, a quelli di Belen Rodriguez o Paris Hilton.    

 

"La donna nell'arte"

Dal 23 Settembre al 9 Ottobre

Sesto Senso Art Gallery - Via dei Maroniti 13

Orario: dal lunedì al sabato 11-19; domenica su appuntamento

Ingresso libero

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.