Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Cultura

Senza Parole

Uno spettacolo che dona un megafono a chi non ha voce.

21.04.2011 - Tariq Malik Bashir



TEATRO - 'Fratelli di sangue'

In scena al Teatro India in occasione della rassegna 'In altre parole'
Leggi l'articolo

MOSTRE - 'Senza'

L'assenza fotografata. Scatti letti e fruiti.
Leggi l'articolo

LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

Non hanno età, possono avere qualunque forma, un aspetto mutevole e ingannevole. Sono una costante minaccia e sono soggetti a improbabili sbalzi d'umore. Alle volte la mente umana può essere profonda come un abisso e l'uomo può scivolare, in qualunque momento, in questo scenario arredato di botte, terrore e sangue.  Basta una camicia stirata male, una minestrina con poco brodo, una pasta scotta, un budino senza zucchero o una strisciata di polvere sul pavimento, per far scattare la giostra del terrore contro la propria moglie, compagna o donna.

Al teatro Accento, in Roma, va in scena uno spettacolo che lascia "Senza parole" per la drammaticità del tema trattato e per l'irruenza con la quale si possano scatenare certe azioni. Sono sette milioni le donne che convivono in silenzio e sposate con la paura. La rappresentazione, diretta da Teresa Nervegna, mette sotto i riflettori questo orrore. Sono situazioni che quasi sempre si svolgono all'interno delle mura domestiche, lontano da sguardi indiscreti, da testimoni ed è difficile portarle alla luce.

Shara Guandalini e Simona Zilli si calano in varie e ipotetiche scenette con donne di tutti i ceti e di tutte le estrazioni. Stendendo i panni, gustando un succo al mirtillo oppure rilassandosi dentro una sauna, l'argomento di violenza può entrare in un qualunque contesto sociale.

Al teatro Accento, fino al 21 aprile, sarà costruito uno spazio e sarà accesa una luce per riflettere su un male così oscuro e così poco evidente.

 

SENZA PAROLE

di e con Shara Guandalini e Simona Zilli

Regia Teresa Nervegna

Aiuto regia Cristiana De Maio

 

ACCENTO TEATRO

Via Gustavo Bianchi 12 a

Dal 14 al 17 aprile

Ore 21.00

Biglietti: intero 10€ + 2.00 (tessera associativa)

             Ridotto 8 + 2.00 (tessera associativa)

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.