Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 26 settembre 2020

  • MP News
  • Cultura

TEATRO - Albertazzi ritorna in scena, questa volta con "Aforismi e Peperoncini"

Con il Maestro si esibiscono oltre venti attori in uno spettacolo rivoluzionario.

05.11.2011 - Nicola Liguori



"Nemmeno un uragano" al Teatro Aurelio

Dal 22 al 23 ottobre al Teatro Aurelio la brillante commedia scritta da Andrea Dianetti e diretta da Antonio...
Leggi l'articolo

TEATRO - Al via la nuova stagione del Globe Theatre

Dal 27 giugno cinque appuntamenti imperdibili.
Leggi l'articolo

GLOBE THEATRE 2010: Approfondimento su Giorgio Albertazzi

Sulla scia del successo di pubblico e critica al Globe Theatre 2010, MPNEWS presenta un approfondimento sull'attore...
Leggi l'articolo

CLASSICA - Omaggio a Claudio Abbado

Napolitano, Cagli e Pollini ricordano l'indimenticato direttore d'orchestra.
Leggi l'articolo

Il Maestro Albertazzi torna in scena con una ventina di giovani attori (tra cui Andrea Dianetti, Serena Mosso, Francesca Accardi, Giorgio Timpano) da lui selezionati in "Aforismi e peperoncini". 

Una pièce unica, innovativa e improvvisata, senza un testo vero e proprio, ma supportata da tanti aforismi di Oscar Wilde,  D'Annunzio, di Shakespeare, di Dante  e peperoncino, ovvero l'eros che è, come dice il Maestro, alla base di tutto.  

Si potrebbe definire "una rivoluzione teatrale", l'ultima invenzione di Albertazzi, dove l'attore improvvisa, lavora da solo,  libero da vincoli di testo preordinati dal regista, ma esprimendo ciò che ha dentro, allontanando così l'idea di attore come semplice esecutore.  La sensazione che proviene dal pubblico è quella che non vi è un testo vero e proprio, ma tanti testi improvvisati dagli oltre 20 attori del suo Atelier.

Lo spettacolo - in programma al Palazzo Santa Chiara di Roma dal venerdì alla domenica dal 4 al 13 novembre - è lungi dall'essere una tradizionale pièce: è piuttosto un incontro a tu per tu con lo spettatore volto a rivoluzionare la concezione stessa dell'interprete, contro un teatro contemporaneo a volte noioso e finito, che fa dell'attore un mero esecutore. Proprio il concetto di "finito" o meglio "compiuto" che il Maestro detesta e riprende più volte nel corso della serata.

Nel corso dello spettacolo Albertazzi tende più volte a sottolineare che come i poeti scrivono perché sentono una musicalità,  infilando parole dentro a un suono, anche il teatro deve funzionare in questo modo, rimanendo imperfetto e incompiuto come ogni arte. E per spiegare meglio questo aneddoto tira in ballo Picasso che sosteneva che non si poteva capire la natura, ecco dice Albertazzi, lo stesso vale per la poesia. Poesia che per il Maestro può giocare un ruolo fondamentale nel cambiamento della società.

Spettacolo assolutamente da non perdere, soprattutto per la lezione del Maestro, per la concezione del teatro rivoluzionario messa in atto e le interessanti esibizioni dei giovani attori.

 

 

"Aforismi e Peperoncini" di Giorgio Albertazzi

4-5-6 e 11-12-13 novembre 2011

Teatro Palazzo Santa Chiara

Palazzo di Santa Chiara 14

www.palazzosantachiara.it

T. 06 6875579

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.