Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 28 settembre 2020

  • MP News
  • Cultura

CALCIO - Brutta sconfitta della Lazio contro il Napoli

La Lazio perde malamente a Napoli subendo una tripletta di Cavani

27.09.2012 - Simone Di Tommaso



Il Teatro San Carlo di Napoli torna a splendere: finalmente!

Per il Teatro San Carlo di Napoli, da parecchi anni in difficoltà per le insufficienti sovvenzioni, il 2008...
Leggi l'articolo

Il Presepe Reale e le vestiture del popolo

Spesso oggetto di giudizi severi o, ancor peggio, di considerazioni generiche ed estemporanee, che lo hanno ridotto ad...
Leggi l'articolo

 

Dopo la rocambolesca sconfitta in casa contro il Genoa, la Lazio rimedia una sonora lezione dal Napoli di Mazzarri. Il risultato è netto: 3-0 con tripletta del formidabile Cavani. Non ci sono scusanti per la squadra allenata da Petkovic, non si è visto gioco ed è mancato lo spirito vincente.

Tutti i giocatori laziali hanno deluso: Ciani non ha ripetuto la bella prestazione fornita con il Genoa; Hernanes e Mauri sono sembrati fuori dal gioco per gran parte della partita; Cavanda e Lulic non hanno presidiato le fasce nel migliore dei modi, giocando con timidezza.

Il migliore in campo resta Miro Klose, resosi, soprattutto, protagonista di un bel gesto di fair play al quarto minuto del primo tempo, quando confessa all'arbitro di aver buttato la palla in rete colpendola con la mano.

La partita sembra finire già alla mezz'ora del primo tempo. La Lazio si ritrova già sotto a seguito di due bei gol messi a segno da Cavani. Il tracollo arriva al 18' della ripresa con l'ennesimo gol dell'attaccante uruguaiano, dopo un quarto d'ora di buona Lazio. Qualche minuto più tardi, lo stesso attaccante sbaglia il fischiato per fallo di Ciani su Insigne.

La prestazione della squadra laziale deve far riflettere Petkovic. E' necessaria una scossa.

Non bisogna, però, scoraggiarsi ora, come non bisognava esaltarsi prima con le tre vittorie consecutive. L'unica cosa certa rimane, comunque, l'ennesimo fallito tentativo di spiccare il volo nelle parti alte della classifica.

La Lazio ha, comunque, la possibilità di riscattarsi nella prossima partita in casa contro il Siena.

 

Il tabellino

Quinta giornata del campionato italiano di Serie A Tim 2012/2013

Napoli-Lazio 3-0 (19' pt, 31' pt, 18' st Cavani)

Arbitro: Banti   

 

Le pagelle

Marchetti 5,5. Non ostenta la sicurezza mostrata nelle precedenti partite. Ha, comunque, qualche responsabilità solo sul secondo gol di Cavani.

Konko 5,5. Prestazione al di sotto della sufficienza. Riesce solo in qualche affondo.

Ciani 4,5. Nella partita di debutto aveva colpito per la sicurezza dimostrata. Petko ha riposto in lui fiducia per affrontare il temibile attacco napoletano. La scelta non si è dimostrata positiva. Il difensore è apparso sempre in ritardo. In occasione del primo gol, suo il tocco sul tiro di Cavani che smarca Marchetti. Non pago, provoca il rigore commettendo fallo su Insigne.

Dias 5,5. Non è sicuramente la sua giornata.

Cavanda 5: Sulla fascia è sempre in affanno e in ritardo. Da rivedere. (dal 13' st Floccari 5,5. Petko lo butta nella mischia per aiutare Klose e far salire la squadra. Nonostante l'impegno, non ci riesce.)

Ledesma 5,5. Da lui ci si aspetta sempre ben altre prestazioni. (dal 31' st Cana sv)

Candreva 6. E' tra i pochissimi a salvarsi dalla disastrosa trasferta napoletana. Il centrocampista mette in luce qualità e sacrificio tattico.

Hernanes 4,5. Lontano anni luce dal giocatore ammirato nelle prime quattro partite di campionato. Se non gira lui non gira la squadra, tanto è fondamentale.

Mauri 4,5. Mai in partita. (dal 13' st Ederson 5. Si capisce chiaramente che non è ancora in forma. Allora perché farlo giocare?)

Lulic 5. Non è assolutamente in forma. Talvolta sembra timido.

Klose 6,5. Meriterebbe un 9 per il gesto di fair play in occasione del gol annullato per tocco di mano. Per il resto della partita, mette in campo impegno e forza di volontà. Pericoloso solo in un'occasione. E' comunque il migliore in campo.

All. Petkovic 5. Si aspettava una Lazio presuntuosa, si ritrova con una squadra timida ed impaurita. Per la prima volta dall'inizio della stagione, la squadra non crea gioco e occasioni da gol. Serve una scossa per la partita in casa contro il Siena.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.