Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 20 ottobre 2019

  • MP News
  • Cultura

Nuove mostre al Macro di Roma.

Protagonista la città, anche nelle sue visioni internazionali

24.12.2012 - Valeria Arnaldi



LIBRI - "My Name Is Ernesto - no guru, no method, no teacher"

Il ritratto di Ernesto De Pascale, giornalista, musicista e produttore a tre anni dalla sua scomparsa
Leggi l'articolo

MOSTRE - Il nuovo corso del Macro

Il 14 dicembre è stato presentato il nuovo programma del Macro.
Leggi l'articolo

Giorgio Griffa - Canone Aureo

La riflessione di Giorgio Griffa sul rapporto aureo in quattro ampie tele realizzate appositamente per il...
Leggi l'articolo

Jimmie Durham, Pascale Marthine Tayou, Miltos Manetas, Ludovica Gioscia e un percorso nella collezione a raccontare gli ultimi cinquant'anni di arte contemporanea nella Capitale: cinque nuove mostre per il Macro e quasi un unico tema, Roma, da celebrare proprio nelle sue "aperture" al nuovo.
Ad essere raccontata è, infatti, la città, nei suoi diversi momenti e "movimenti" ma soprattutto nella sua capacità di essere teatro di dialogo e dibattito. Nuove visioni, anche internazionali, dunque per permettere al museo e alla città di riflettere su se stessi e sulle proprie prospettive.
La Roma raccontata è quella di storia e contemporaneità, meglio sarebbe forse dire Roma nella storia - e cronaca - della sua contemporaneità. Fatta di racconti e di scambi.
Così, in "Streets of Rome and Other Stories", fino al 10 febbraio, Jimmie Durham, nella sua prima grande mostra personale in un museo pubblico italiano, racconta le strade della città, offrendo una visione esterna, quello dello straniero che non ha Roma nel suo Dna, ma che al contempo ha una sorta di romanità d'elezione, nell'aver vissuto qui per anni, dal 2007 al 2012.
E a questi sguardi frutto di studio ed emozione, aggiunge una grande opera concepita proprio per il Macro, a voler ribadire la reciprocità dello scambio. Così Roma ha segnato il suo sguardo, e lui ora, attraverso il Macro, segna Roma. E l'Italia, lavorando su materiali reperiti nel Paese, tra legno e marmo, ovviamente di Carrara.
Roma è anche al centro di "Ritratto di una città. Arte a Roma 1960-2001", fino al 26 maggio, racconto del fermento creativo capitolino negli ultimi cinquant'anni, tra foto, video, documenti e contributi, ricostruito attraverso settanta opere tra pezzi della collezione del museo e prestiti di realtà private.
Come già nel caso di Durham, la centralità del Macro si propone non solo in quanto "contenitore" dell'arte ma come codice di lettura. E di produzione.
Il Giardino Segreto del camerunense Pascale Marthine Tayou - "Secret Garden" fino al 10 febbraio - è opera costruita nello spazio del Macro. Ecco allora che tre mostre raccontano la visione contemporanea di Roma e per Roma nel luogo che di quella visione è simbolo e motore. Ancora una volta, lo ribadisco, "produttore".
Opere - e performance - realizzate ad hoc sono pure quelle di Ludovica Gioscia nelle pareti del bar del museo, in "Forecasting Ouroboros". Mentre Miltos Manetas in "After Blackberry Paintings", fino al 30 dicembre, lavora con il video alla ricerca di una nuova "estetica" dell'arte, simulando con un pennello di dipingere la realtà che lo circonda filmando l'azione con un blackberry. Per la prima volta, al Macro sono proiettati i filmati realizzati dall'artista durante la performance in programma il 22 novembre al Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia a Roma.
Un percorso in cinque tappe per raccontare la vivacità del luogo - museo e città - in un intreccio di linguaggi, culture, ispirazioni, tecniche. Il messaggio è quello di una nuova sensibilità capace di generare confronto facendo di Roma teatro e oggetto di espressione creativa. Sempre più, il museo inteso nella sua veste tradizionale cede il passo alla vitalità del laboratorio, alimentando dibattito e cultura.

Fonte: Leggo, 29 novembre  

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.