Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 20 ottobre 2019

  • MP News
  • Cultura

MOSTRE - 'Canova. Il segno della gloria'

Dall'idea all'opera. In esposizione i disegni e i bozzetti di Antonio Canova

27.01.2013 - Valeria Arnaldi



MOSTRE - Sculture dalle collezioni Santarelli e Zeri

Ultimi giorni per ammirare la mostra ospitata a Palazzo Sciarra
Leggi l'articolo

Roma, la magnifica visione

Visioni circolari che impressionano l’occhio in dettagli, imprigionandolo in sfumature che ormai non esistono più,...
Leggi l'articolo

MOSTRE - Georgia O'Keeffe

FINO A DOMENICA 22 GENNAIO - Al Museo Fondazione Roma la prima importante retrospettiva storica realizzata in Italia...
Leggi l'articolo

MOSTRE - Louise Nevelson

Fino al 21 luglio negli spazi di Palazzo Sciarra
Leggi l'articolo

È l'idea la vera protagonista della mostra "Canova. Il segno della gloria", fino al 7 aprile a roma, a Palazzo Braschi. L'idea indagata e soprattutto documentata tra nascita e divenire, l'attimo prima insomma che diventi, nel caso dell'artista, opera.
Una sorta di dietro le quinte, dunque, dell'opera stessa, che alla curiosità che da sempre al segreto della "produzione" si accompagna per il pubblico, abbina, nel campo delle arti, una interessante opportunità di studio per gli addetti ai lavori.
Ad essere raccontato è Canova al di là, meglio sarebbe dire prima, della monumentale esplosione del suo genio, quando intuizione e visione di ciò che sarà sono fermate sulla carta. Attenzione, quando il genio è comunque maestoso e possente, ma ancora solo per pochi.
Pochi che abbiano la possibilità di vederne gli studi. Pochi che abbiano la capacità di comprenderli.
Oltre a raccontare Canova, dunque, qui lo si studia. Di più, lo si studia studiare.
I 79 disegni in mostra, accompagnati - proprio per facilitarne la lettura - da 15 acqueforti delle opere realizzate, 6 modelli originali in gesso, 4 tempere, un dipinto ad olio, due terrecotte e due marmi, documentano la maniera in cui Canova intende e soprattutto "costruisce", con tutte le virgolette del caso, l'arte.
La perfezione cui ambiva nella forma svela la precisione dei suoi numeri. E le sue attenzioni.
Il lavoro viene analizzato in relazione a contesto ed epoca, in un percorso di evoluzione che ha nella produzione dell'artista il suo stesso oggetto e teatro.
Ad essere indagati sono dunque il rapporto con l'arte antica e con i personaggi invece del tempo, e soprattutto, come dicevamo, il rapporto tra idea e opera e tra opera e "idea", laddove il pensiero diventa ricordo, documentazione del già fatto.
Un percorso "nuovo" nell'antico. Per guardare con occhi diversi quello che apparentemente è già noto.

Fonte: Leggo 10 dicembre 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.