Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 16 ottobre 2019

  • MP News
  • Cultura

MOSTRE - 'Mirò! Poesia e luce'

Fino al 7 aprile a Genova, a Palazzo Ducale

24.12.2012 - Valeria Arnaldi



1911 – 2011: Il Palazzo di Giustizia

In occasione del primo centenario della sua inaugurazione, il Palazzo di Giustizia celebra se stesso, attraverso una...
Leggi l'articolo

PALAZZO FARNESE

"Colossale, imponente, magnifico, decorato da nobil piazza, e fontane con conche di granito: è insomma una delle...
Leggi l'articolo

MOSTRE - "Il mio pianeta dallo spazio: Fragilità e bellezza"

L'Agenzia Spaziale Europea festeggia 50 anni con una mostra a Palazzo delle Esposizioni.
Leggi l'articolo

MOSTRE - Guercino. Capolavori da Cento e da Roma

A Palazzo Barberini in mostra la raffinata sensibilità del grande pittore di Cento, tra classicismo e realismo.
Leggi l'articolo

Oltre ottanta lavori inediti nel nostro Paese per raccontare il genio dell'artista catalano. Appuntamento straordinario, fino al 7 aprile, a Palazzo Ducale a Genova con la mostra "Mirò! Poesia e luce", a cura di María Luisa Lax Cacho, ritenuta a livello internazionale tra i maggiori esperti dell'opera di Miró,
Sono cronologia e temi a guidare l'osservatore alla scoperta dell'ultima produzione dell'artista, quando finalmente realizzò a Maiorca il sogno della vita, avere un grande spazio per poter progettare, riflettere, lavorare, tra pace e silenzio.
Il luogo, fondamentale come "strumento" di produzione, è ricostruito anche in mostra, parte integrante di un percorso di narrazione dell'artista e dei suoi "traguardi".
Non solo in materia di opere ma anche di personale elaborazione. Per lui, quello spazio rappresentava "poesia e luce" e "poesia e luce" sono gli elementi e le suggestioni sui quali si fonda la mostra.
Ecco allora esposti schizzi e progetti per le grande pitture murali - alcuni anche "riutilizzati" a testimonianza del cambiamento di ispirazione e soprattutto giudizio critico sulla propria produzione - poi dipinti, disegni, anche di grandi dimensioni, molti dei quali conservati direttamente dall'artista.
I temi sono quelli cari alla sua ricerca, come donne, paesaggi, uccelli, le figure però nel tempo cominciano a moltiplicarsi e a farsi più astratte, in un progressivo abbandono del figurativo.
Gli anni Sessanta e Settanta sono quelli che segnano la trasformazione più forte, forse, nel modo di intendere e fare pittura di Mirò.
Via i cavalletti, il rapporto con tela e colori diventa più immediato, emotivo, quasi viscerale. Le tele si calpestano, i colori si sgocciolano o spruzzano, l'esecuzione diventa emozione.
Gli ultimi anni sono quelli del colore dato con i pugni, dell'impasto dato su compensato. Insomma, del trionfo della materia. Attenzione, come testimone e voce dello spirito. Come poesia e luce, appunto.
In mostra, anche sculture, assemblaggi e dipinti-oggetto.

Fonte: Leggo, 13 dicembre 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.