Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 29 settembre 2020

  • MP News
  • Cultura

CALCIO – Lazio, brutto pareggio contro il Sassuolo che rimonta due gol

In vantaggio con Dias e Candreva, i biancocelesti si fanno riprendere da Schelotto e Floro Flores

29.09.2013 - Simone Di Tommaso



MOSTRE - Alla Pelanda l'esposizione celebrativa della A.S. Roma

Dal 18 febbraio al 28 luglio negli spazi dell'ex Mattatoio di Testaccio
Leggi l'articolo

LIBRI - Stefano Ciavatta "#vola. Il manuale di chi tifa Lazio"

Gli ultimi 40 anni biancocelesti raccontati in prima persona con la passione del tifoso e la cultura dello scrittore
Leggi l'articolo

LIBRI - Giancarlo Governi: "In volo con l'aquila"

Emozioni e racconti di un'interminabile passione biancoceleste nell'ultima opera di un grande autore contemporaneo
Leggi l'articolo

A Palazzo Venezia le opere dei migliori artisti della Regione Lazio

In occasione della LIV Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, il Padiglione Italia presenta i...
Leggi l'articolo

Petkovic

Le premesse per vedere una bella partita c'erano tutte. E sono state ampiamente rispettate.
La Lazio, più inconcludente che mai, viene fermata con merito dal Sassuolo con un rocambolesco 2-2 in rimonta. Gli emiliani, neopromossi, avevano fermato con impegno nel precedente turno infrasettimanale il Napoli al San Paolo sull'1-1, rischiando anche di vincere. La Lazio aveva battuto, con facilità, il Catania in casa. Sulla carta, le evidenti differenze nella qualità dell'organico non lasciavano ombre sul possibile risultato finale. L'ambiente e la tifoseria laziale già stavano pregustando i tre punti, i primi in trasferta della nuova stagione ed eventualmente la seconda vittoria in trasferta dell'anno solare 2013 (magro bottino, questo, per la squadra di Petkovic). Quando i valori in campo vengono annullati con determinazione e grinta, si capisce quanto il calcio sia in assoluto lo sport più affascinante del mondo.

Le chiare occasioni da gol per il Sassuolo sono state 7, per la Lazio 5. I tiri fuori sono stati 7 per parte. I tiri respinti sono stati 7 per il Sassuolo e uno solo per la Lazio. Da registrare anche una traversa per il Sassuolo. Analizzando questi dati, si comprende quanto il pareggio al Mapei Stadium di Reggio Emilia sia stato, a tratti, un risultato quasi bugiardo. Dopo un primo tempo agghiacciante, la Lazio si è trovata a condurre la partita al 54' in vantaggio di due reti a zero. Al gol di testa di Dias su corner ha risposto, poco dopo, un assolo di Candreva, che inventa una prodezza con il suo sinisto da fuori area. La partita, su un risultato del genere, sarebbe finita per qualsiasi squadra che ambisce alle prime piazze della classifica. Ma non per la Lazio. Prima Schelotto al 55' trafigge Marchetti girando di testa su calcio d'angolo battuto da Kurtic, con Cavanda ridotto al ruolo di spettatore. Al 76' Floro Flores pareggia con un poderoso calcio di punizione, sul quale Marchetti ha certamente le sue responsabilità. Tra il vantaggio iniziale biancoceleste e il pareggio emiliano si vede, praticamente, di tutto. Petkovic, inspiegabilmente, decide di indietreggiare la squadra, sostituendo Ederson con Biglia e Onazi con Gonzalez. Il Sassuolo manca, in almeno due occasioni, l'ultima con Marchetti che nega di piede a Floro Flores il gol della vittoria.

Per i biancocelesti il migliore in campo è, come al solito, Candreva. Cuore e grinta ne fanno il calciatore più in forma e più determinante della Lazio. Se aggiungesse anche un po' di altruismo, sarebbe tra i numero uno del campionato italiano. Tanti giocatori possono, invece, contendersi la palma di peggiore in campo. Tra questi spiccano Ciani, Hernanes e Pereirinha.

Alla fine, il punto rimediato in trasferta sembra quasi un successo. Nella Lazio c'è molto da rivedere, al netto delle tante assenze rimandata. Ci sono almeno quattro o cinque elementi in evidente stato di fatica (e il campionato è appena iniziato). Gli acquisti del mercato estivo ancora non si vedono (ma oggi Perea e Anderson perché non sono scesi in campo neanche per una frazione di gioco?) e quando Biglia sostituisce Ederson al 63' è emblematico il suo allargare le braccia, per ben due volte, non avendo davanti a sé compagni da servire. Qualcosa non va, è evidente. È necessario un deciso cambio di rotta, a partire dall'allenatore che non sembra infondere carattere e gioco alla propria squadra. Le prossime sfide saranno impegnative: in Europa League in trasferta contro il Trabzonspor il prossimo giovedì 3 ottobre 2013 e poi in campionato nello scontro diretto in casa contro la Fiorentina.

IL TABELLINO
SASSUOLO-LAZIO 2-2
Marcatori: 50' Dias (L), 54' Candreva (L), 56' Schelotto (S), 76' Floro Flores (S)

Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Bianco, Acerbi, Marzorati; Schelotto, Kurtic (75' Laribi), Magnanelli, Missiroli, Ziegler; Zaza (79' Alexe), Berardi (63' Floro Flores). In panchina: Pomini, Rosati, Pucino, Rossini, Longhi, Masucci, Farias. All. Di Francesco

Lazio (4-3-3): Marchetti; Cavanda (75' Cana), Ciani, Dias, Pereirinha; Ledesma; Candreva, Onazi (46' Gonzalez), Hernanes, Ederson (63' Biglia); Floccari. In panchina: Strakosha, Guerrieri, Vinicius, Lulic, Felipe Anderson, Keita, Perea. All. Petkovic

Arbitro: Luca Banti (sez. Livorno)
Assistenti: Grilli; De Luca
IV Uomo: Ghiandai

ADD1: Borriello

ADD2: Fabbri

Note: Ammoniti Pereirinha (L), Zaza (S), Schelotto (S), Floro Flores (S)
Recupero: 3' pt;

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.