Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 01 ottobre 2020

  • MP News
  • Cultura

TEATRO - Cyrano sulla luna

Al Teatro Vascello, fino al 27 marzo.

25.03.2014 - Luca d'Alessandro



Una donnola sotto il mobile bar

Un caleidoscopico collage di micro testi pinteriani che vanno dagli anni '50 del 1900 al 2002 e compongono un ritratto...
Leggi l'articolo

Pulcinella al Teatro Vascello

Al Teatro Vascello vi aspetta fino al 5 dicembre un'opera di danza contemporanea su Pulcinella della Compagnia MDA,...
Leggi l'articolo

TEATRO - Il progetto Ulysses al Vascello

Per tre giorni in scena una sperimentazione dedicata al capolavoro di Joyce
Leggi l'articolo

Era il 2012 quando l'attore direttore artistico della Link Accademy Alessandro Preziosi portò in tour il celebre spettacolo "Cyrano de Bergerac" stupendo pubblico e critica con un insolito bel Cyrano, parlando dell'inadeguatezza e della forza dell'indipendenza a dispetto della vigliaccheria nella nostra società. A distanza di due anni Preziosi indaga e ritrae la figura che ha ispirato il testo di Rostand: Hercule Savinien Cyrano De Bergerac e il suo celebre racconto protofantascientifico "Cyrano sulla Luna". Così come il poliedrico filosofo, alchimista, Savien immaginava di intraprendere un viaggio sulla Luna dove incontrare bizzarri personaggi (il Demone di Socrate, dove un solo colpo di archibugio fa cadere un intero stormo di allodole bell'e arrostite, i versi delle poesie come moneta per pagare gli osti; un pianeta dove non c'è bisogno di orologi poiché tutti gli abitanti hanno una larga dentatura e un lungo naso e lo accostano come sul quadrante di una meridiana), così Preziosi gioca con le sue qualità attoriali vocali (l'eterogeneità dei dialetti) e fisiche (l'estrema pulizia dei movimenti) per rileggere i grandi classici come Campanella, Moro, Copernico, Galileo, Cervantes, Shakespeare, a cui il guascone poeta Savien si ispirava. Durante lo spettacolo di percepisce l'accostamento tra l'attore Preziosi e il poeta Savien nel riportare passi tratti dal "Don Chischiotte" di Cervantes, l' "Amleto" di Shakespeare e alcune delle scene celebri tratte dalla pièce di Rostand. Dall'ironico apologo sul naso deformato, al monologo d'amore con le parole proferite a Rossana dal bel Cristiano, ma suggerite a lui dallo stesso Cyrano, segretamente innamorato della donna, tesi ad intraprendere questo viaggio fino alla meta finale: la morte. Affrontata solo in scena con un uno schermo sul quale venivano proiettate moderne immagini dell'universo e antichi stralci di pellicole come "viaggio sulla Luna" di Meliès, un manichino, un letto, dei libri, un leggìo e tanta forza di volontà per non piegare la testa e armarsi di cultura per accomunare gli animi. In ultimo, per terminare un monologo un po' troppo soliloquio e autoreferenziale, ma sicuramente appassionato e devoto, la dedica di Preziosi:
«Volevo dedicare questo poema all'anima di Cirano, ma poiché questa si è incarnata in voi, pubblico, a voi la dedico."

Francesca Marchionne - Luca d'Alessandro

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.