Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 04 aprile 2020

  • MP News
  • Cultura

APPUNTAMENTI - Alessandro Carbonare Trio a Castel Sant'Angelo il 13 luglio

Da Schubert a Gershwin e alla musica Klezmer: Alessandro Carbonare presenta il suo nuovo progetto cameristico attraverso gli stili musicali più diversi

10.07.2014 - Simone Di Tommaso



SANTA CECILIA - La magia dell'ultimo capolavoro di Mozart.

Interpretazione emozionante del direttore Orozco-Estrada
Leggi l'articolo

RECENSIONE - Il Coro di Santa Cecilia ed Europa Galante per un raffinato concerto barocco su musiche di Vivaldi

Orfana dell'orchestra in tournèe, la stagione continua con il virtuosismo settecentesco
Leggi l'articolo

CLASSICA - Intervista ad Angelo Bozzolini, regista de 'Il Carattere Italiano'

Il documentario è il ritratto dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - In Sicilia splendono le note di Brahms

Il Sestetto Stradivari dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia al Festival 'Villa Pennisi in Musica' 
Leggi l'articolo

Alessandro Carbonare, Primo Clarinetto dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, è il creatore di questo Trio che ha già ottenuto prestigiosi riconoscimenti internazionali e che sarà il protagonista del concerto del 13 luglio a Castel Sant'Angelo (Cortile della Balestra ore 21.30) nell'ambito della rassegna "Notti d'estate a Castel Sant'Angelo" promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, guidata da Daniela Porro.

Il Trio si esibirà in un programma che spazia da Poulenc con Invitation au Château al Lied di Schubert, Der Hirt auf dem Felsen, a Ballad di Gershwin e ai 5 Pezzi di Šostakovič. Chiudono il programma Le Api di Pasculli e due pezzi klezmer di Kuttemberger, Habdala e Blistpost.

L'invitation au Château, è una piéce comico-satirica del drammaturgo Jean Anohuil scritta nel 1947 che evoca il mondo spensierato della Belle Epoque. Nello scrivere la musica di scena, Poulenc interpreta in maniera personale l'ambiente della commedia, con danze brillanti alternate a canti struggenti e sentimentali. Il risultato è una musique de salon carica del brio e dell'ironia tipici del compositore.

Due dei pezzi in programma, quello di Schubert e quello di Šostakovič, sono adattamenti delle composizioni originali. Der Hirt auf dem Felsen è una delle ultime composizioni di Schubert (1828) e pubblicata postuma, è un pezzo per soprano, pianoforte e clarinetto. In questa versione, adattata dal Trio, la voce del soprano è sostituita dalle note del violino. I 5 Pezzi di Šostakovič, nati per 2 violini e pianoforte, sono qui adattati alla formazione del trio, violino, pianoforte e clarinetto.

Robert Russel Bennet, importante compositore di musica per il cinema, ha collaborato sin dagli anni '20 con George Gershwin, per il quale curò numerose orchestrazioni per musical di Broadway. Nel 1935 pubblicò una Ballad per clarinetto, violino e pianoforte su temi di Porgy and Bess. Lo spirito di contaminazione di Gershwin affiora prepotentemente e si sente anche l'influenza del jazz, specialmente nell'armonia e nell'utilizzo timbrico degli strumenti.

Chiusura all'insegna della musica klezmer di Reiner Kuttemberger, un compositore, clarinettista e sassofonista bavarese, molto attivo nel campo della musica jazz e klezmer. I due pezzi di Kuttemberg sono stati scritti per il suo ensemble Zizal: Habdala alterna una sezione di allegro, ripetuta due volte, ad una melodia nostalgica, mentre Blistpost, pur mantenendo un carattere di base nostalgico e Klezmer, si apre di più al jazz, lasciando una sezione all'improvvisazione.

 

Alessandro Carbonare è Primo Clarinetto dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e in passato Primo Clarinetto dell'Orchestra Nazionale di Francia, la New York Philharmonic, la Chicago Symphony e la Filarmonica di Berlino. Da diversi anni Primo Clarinetto in tutte le orchestre di Claudio Abbado con cui ha inciso per Deutsche Grammophon, tra gli altri, il Concerto per clarinetto e orchestra K622 di Mozart, registrazione che ha ottenuto il 49° Record Academy Award. Elisa Papandrea, torinese ha ottenuto un Master in violino al Mannes College di New York e al Royal College di Londra e fa parte dell'Orchestra Mozart di Claudio Abbado. Monaldo Braconi, pianista romano perfezionatosi in Russia, è un grande e riconosciuto interprete di musica da camera. Il trio è stato invitato da tutte le maggiori società concertistiche in Italia (Accademia di Santa Cecilia di Roma, Amici della Musica di Firenze, Gran Teatro La Fenice di Venezia, Unione Musicale di Torino, GOG di Genova) e all'estero (Filarmonica di Berlino, Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Wigmore Hall di Londra, Sala Moliere di Lione, Filarmonica di San Pietroburgo).  

Alessandro Carbonare Trio

Roma Castel Sant'Angelo, Cortile della Balestra, ore 21.30

Poulenc, Invitation au Château

Schubert, Der Hirt auf dem Felsen D 965

Gershwin, Ballad

Pasculli, Le Api

Šostakovič, 5 Pezzi

Kuttemberger, Habdala/Blistpost

 

Biglietto € 10,00

visite guidate notturne comprese nel biglietto d'ingresso

Prenotazioni visite non obbligatoria ma consigliata

Tel. 06/32810

Info, prevendita e prenotazione biglietti: Tel. 06/32810

Email info@tosc.it

Prenotazioni online: www.tosc.it/tickets

Prevendite nei punti vendita TicketOne

www.castelsantangeloestate.it

www.estatecastelsantangelo.it

Per ulteriori info: www.carbonare.com 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.