Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 26 gennaio 2020

  • MP News
  • Cultura

Teatro - "Innocente o Innocente"

Una critica alla giustizia, un affronto al potere, un attacco all'animo di ognuno di noi

23.07.2014 - Francesca Marchionne



TEATRO - Atelier dei 200

Al Teatro India il 23 e il 24 giugno si è tenuta la due giorni del progetto promosso dall'Unione dei Teatri...
Leggi l'articolo

TEATRO - L'emozione del 'Chi è di scena' per 200 cittadini

Al Teatro India il 23 e il 24 giugno la due giorni dell'Atelier dei 200, progetto promosso dall'Unione dei Teatri...
Leggi l'articolo

LIBRI - "Cleopatra. Divina donna d'Inferno"

Antonella Rizzo dà voce con orgoglio e struggimento alla regina d'Egitto, restituendole con talento una...
Leggi l'articolo

LIBRI – “Confessioni di una giovane eretica” di Antonella Rizzo

Intervista con l’autrice, al suo secondo libro di poesie: “L'eresia è una condizione di vita che si...
Leggi l'articolo

Innocente o Innocente

Innocente o Innocente è stato portato in scena dal 21 al 23 Luglio al Teatro dei Conciatori di Roma da Antonella Bagorda, autrice e regista dello spettacolo, e Valentina Tramontana.

DESTINI INCROCIATI - Due donne in una cella. Due trascorsi differenti. Due imputazioni. Due sedie. Due cuscini. Due lenzuola. Due divise. Una sola condizione accomuna le detenute nel presente: Il carcere. Costrette a passare il tempo dietro le sbarre, non possono far altro che conoscersi e farsi compagnia raccontando l'un l'altra se stesse. Dai loro racconti si scoprono vite diverse: una proviene da una famiglia segnata da omicidi, percosse, droga, tradimenti, ben consapevole del reato commesso, il patricidio, per proteggere la propria madre. L'altra, figlia unica con due genitori anziani, lontana e distaccata dal nucleo famigliare è ignara del possibile crimine commesso, ammesso che ci sia stato.

ASPETTATIVE - La patricida, quasi al termine della reclusione, vive con la speranza, il sogno del ritorno alla libertà con la baldanzosità e la simpatia che la contraddistingue. Per chi invece è stato gettato in cella senza un vero e proprio motivo, la paura e il non credere più nella giustizia fanno vivere giornate amare senza fiducia. Colpi di scena ribalteranno le parti delle due galeotte...

Lo spettacolo, dal testo e dalla regia semplici, è ben supportato dalla capacità attoriale e vocale delle due attrici. Lo spettatore, segue passo-passo la vita delle due, i loro discorsi e ciò che emerge alla fine è la profondità del loro rapporto.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.