Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 19 agosto 2019

  • MP News
  • Cultura

Presentano alla GRAM il catalogo di Elio Marchegiani

Tra esperimenti e innovazione 50 anni di idee, progetti ed opere

25.12.2007 - Angela Di Matteo



LIBRI - "Nel corpo del mondo - La mia malattia e il dolore delle donne che ho incontrato"

Dopo i Monologhi della vagina, Eve Eisler racconta il Tumore e i suoi Sogni
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Al Festival di Urbano la star è Bach

Rese leggenda da Gleen Gould negli anni '50, le Variazioni Goldberg vengono riproposte nella loro versione originale...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Il Festival di Urbino si apre con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino De Vittorio

Sabato 18 luglio, alle 21.30, si apre la 47a edizione del Festival di Musica Antica
Leggi l'articolo

È stato presentato alla GNAM (Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea) nella sala dell’Ercole il 7-11-07 “Linee di produzione 1957-2007” di Elio Marchegiani. Le opere saranno esposte nell’Aula Magna della facoltà di Lettere e Filosofia di Roma Tre fino a metà Dicembre
Una biografia-catalogo che attraverso le parole stesse dell’artista, immagini e fotografie testimonia il lungo lavoro di ricerca e produzione, durato cinquant’anni.

“Linee di produzione 1957-2007” si divide in decenni e ogni sezione affronta un determinato periodo di vita e di sperimentazione dell’autore, a seconda delle nuove influenze e dei nuovi progetti realizzati.
Rimane a fuoco, lungo tutto il percorso, il rapporto arte-tecnologia.
Marchegiani, compie una vera e propria rivoluzione copernicana nel campo dell’arte contemporanea: l’immagine non è più subordinata alla tecnica, bensì la tecnica si ferma nel momento in cui non è più in grado di sostenere l’immagine.
Caratteristica fondamentale dell’intera produzione è la sofisticatezza: “Ogni elemento significa più di una cosa e l’insieme degli elementi esprime completamente l’idea dell’autore” dice la Mangozzi, critico d’arte e direttrice presso la GNAM.
Importante poi la riflessione del Prof. D’Angelo riguardo ai titoli: sebbene un’opera figurativa, per sua natura, non comprenda “fisicamente” il titolo, si lascia in ogni caso influenzare da questo e i titoli delle opere di Marchegiani, seppur nella loro marginalità, interagiscono con la materia e mettono in circolo collegamenti interni all’opera.
Sofisticatezza quindi, unita all’energia che le opere stesse trasmettono, capaci di comunicare, interagire e persino invecchiare, come le tele in caucciù.
Infatti, altro elemento costituente la poetica artistica di Marchegiani è la scelta dei materiali: trattandosi di pelli, alcune opere sono soggette all’azione del tempo, si decompongono e muoiono, come a voler seguire il ciclo vitale dell’uomo.
Non c’è quindi la pretesa di un’eternità greyana, bensì un’indagine tecnico-figurativa che esplora e scavalca ogni frontiera artistica e propone opere provocatorie e di plurima interpretazione.
Marchegiani, siciliano di nascita, colpisce con il suo forte accento toscano e non si intimorisce davanti a professori e critici d’arte, si alza tra il pubblico, sfila il microfono e si rivolge direttamente ai giovani.
Racconta aneddoti del passato, rievoca artisti che furono suoi compagni d’avventura e ci mostra personalmente le sue opere.
È una fabbrica di idee e di provocazioni, una macchina inarrestabile che dopo 50 anni di lavoro propone ancora opere capaci di sconvolgere un vasto pubblico.
Vive delle sue invenzioni e scappa da esse dopo averle realizzate, perché alla ricerca di una nuova ispirazione.
“La costruzione fisica di un’opera è la parte più noiosa – afferma l’artista – perché serve agli altri, io l’ho già visualizzata in testa”.

Eppure nel mio piccolo mi chiedo “ma se basta partorire un’idea, dove sta il merito? Siamo forse tutti artisti?”. A voi l’ardua sentenza.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.