Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Mondo

Meglio tardi che mai

Bush attacca Putin: “La Russia ha deragliato dalla democrazia”. Anche lui se ne è accorto

12.06.2007 - Paolo Ribichini



POPOLI- Cambiamenti climatici e immigrazione: cosa li lega?

Ecco perché i fenomeni migratori vengono causati sempre più da cambiamenti climatici che da guerre
Leggi l'articolo

MEDITERRANEO - Tunisia: un "Leone" come nuovo premier.

Chi è il nuovo Premier tunisino? Ce lo spiega Francesco Mangiola per MpNews
Leggi l'articolo

LATINAMERICANA - Rassegna Stampa

Nuovo appuntamento con la selezione delle notizie più importanti dal Sud America
Leggi l'articolo

EVENTI - Premio di ricerca “Scoprendo l’Azerbaigian”

Epoké Edizioni, in collaborazione con l’Associazione Italia-Azerbaigian, ha indetto il Premio di ricerca...
Leggi l'articolo

Alla vigilia del G8 Bush accusa la Russia di aver abbandonato la strada verso la completa democratizzazione. Un’accusa non casuale dopo le non troppo velate minacce di Putin nei confronti dello scudo spaziale americano esteso anche agli ex paesi sovietici. Putin ha accusato l’America di voler riaccendere un clima da guerra fredda in Europa e di favorire una nuova corsa al riarmo. Gli USA smentiscono che lo scudo spaziale sia da considerarsi in funzione anti-russa. Tuttavia è chiaro che la rinascita russa desta reali preoccupazioni agli USA e ancor più all’Europa. Negli ultimi quindici anni la Russia ha assistito quasi inerme allo sgretolamento della sua area di influenza europea e caucasica.

L’Unione Europea non solo ha inglobato paesi dell’ex area socialista ma anche stati che facevano parte del grandissimo impero sovietico come le repubbliche baltiche. Non solo: anche la NATO ha spostato il suo asse verso est e verso i Balcani. Dopo la caduta del Muro di Berlino la NATO ha iniziato ad incrementare la sua influenza nei Balcani, prima con l’intervento militare contro la repubblica serbo-bosniaca all’interno del conflitto iugoslavo, poi attraverso il partenariato con l’Albania e la Macedonia e l’intervento militare contro la Serbia durante il conflitto del Kosovo. Nello stesso anno, nel 1999, sono entrati nella NATO alcuni paesi del’ex blocco socialista quali la Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria. Nel 2004 si è avuto un ulteriore allargamento dell’alleanza nei Balcani, includendo Slovenia, Romania, Bulgaria e Slovacchia, e nel Baltico includendo tre repubbliche ex sovietiche: Estonia, Lituania e Lettonia. La NATO, inoltre, ambisce ad includere anche l’Ucraina. Oggi questi paesi aspirano ad essere inclusi nel progetto statunitense di difesa spaziale.Tutto ciò non è affatto casuale e per nulla legato al rischio di terrorismo islamico o alla corsa al nucleare da parte dell’Iran. Lo scudo spaziale si giustifica esclusivamente in funzione anti-russa ed eventualmente anti-cinese. Sembrano, quindi, riemergere gli schemi geopolitici antecedenti al crollo del blocco socialista con alcune differenze. Ovviamente la Russia non è più una superpotenza globale, ma certamente sta iniziando a giocare un ruolo sempre più importante sullo scacchiere europeo. La Russia rappresenta un reale pericolo per l’Europa e, in particolar modo, per i paesi dell’est? Non oggi ma certamente domani. Già si possono scorgere avvisaglie oscure: le recentissime vicende ucraine e gli scontri in Estonia non sono frutto del caso.

La strategia di Bush è chiara: attaccare Putin sulla democrazia per ricompattare l’Europa e gli USA contro la Russia. La mancanza di reale democrazia nella Federazione Russa non è, però, un fatto nuovo. In pratica, dal crollo dell’impero sovietico la situazione non è mai migliorata. Quello che fino ad un anno fa era considerato da Bush e da Berlusconi un campione di democrazia e libertà, oggi non è altro che una specie di dittatore. Putin era un vero democratico nel momento in cui gli USA avevano bisogno dell’appoggio russo o, perlomeno del nulla osta, alla guerra in Afghanistan e in Iraq. Oggi Putin è diventato improvvisamente un antidemocratico e un dittatore. Bush se ne è accorto. Meglio tardi che mai.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.