Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 02 aprile 2020

  • MP News
  • Mondo

Il bacino della storia e del futuro

MEDITERRANEO. Verso l'Assemblea plenaria euro-mediterranea

25.11.2009 - Valentina Berdozzi



POPOLI- Cambiamenti climatici e immigrazione: cosa li lega?

Ecco perché i fenomeni migratori vengono causati sempre più da cambiamenti climatici che da guerre
Leggi l'articolo

MEDITERRANEO - Tunisia: un "Leone" come nuovo premier.

Chi è il nuovo Premier tunisino? Ce lo spiega Francesco Mangiola per MpNews
Leggi l'articolo

LATINAMERICANA - Rassegna Stampa

Nuovo appuntamento con la selezione delle notizie più importanti dal Sud America
Leggi l'articolo

EVENTI - Premio di ricerca “Scoprendo l’Azerbaigian”

Epoké Edizioni, in collaborazione con l’Associazione Italia-Azerbaigian, ha indetto il Premio di ricerca...
Leggi l'articolo

C'è un'area del mondo che ha fatto la storia dell'umanità, che, con la sua posizione di crocevia, è stata il punto di incontro-scontro di culture diverse. Una regione ricca di storia, vitale e da riscoprire nella sua funzione di centro propulsore. Una zona feconda di possibilità di sviluppo da potenziare e rafforzare. E' il bacino del Mediterraneo, il Mare Nostrum degli antichi Romani, vincolo di unione con un mondo, quello mediorientale e africano, che non è mai troppo lontano. E' proprio con questo intento che si è tenuta, lo scorso 21 novembre al Cairo, l'Assemblea Parlamentare Euro-Mediterranea (Apem), composta da circa 280 membri provenienti dai 27 paesi Ue e dai 12 della sponda sud del Mediterraneo, riunitasi in vista della serie di incontri che precederanno la prossima assemblea plenaria dell'Apem che si terrà nel 2010 ad Amman. Tanti i temi nell'agenda dei partecipanti. In primis quello importantissimo della gestione diretta, da parte dell'assemblea stessa, della Banca Euromed, ramo della Banca Europea degli investimenti (Bei), istituita proprio per favorire lo sviluppo e il commercio nell'area del bacino mediterraneo. Questione su cui si innesta quella del libero scambio e della libera circolazione di beni e persone nella stessa zona, che dovrebbe partire senza più indugi nel 2010 e rendere effettivamente l'area del Mediterraneo commercialmente e finanziariamente competitiva. Attenzione particolare è stata poi dedicata dai membri dell'Apem allo stato di salute del bacino stesso nonché alla spinosa questione mediorientale: l'assemblea ha infatti stilato una bozza di documento, da sottoporre al giudizio dei suoi membri, in cui si sollecita il governo israeliano a mettere immediatamente fine alle attività degli insediamenti, riaffermando parallelamente la necessità di istituire uno Stato palestinese entro i confini del 1967. Iniziative importanti che si sposano a quella dell'ateneo della città di Messina in cui, in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico 2009/2010, 38 paesi dell'area Euromed si sono trovati riuniti a firmare il Protocollo di Intesa Generale e di Cooperazione, atto ad istituire una rete di istituzioni di alta formazione e di ricerca nell'area mediterranea. Iniziative importanti che attraversano tutta l'area Euromed, da cui arriva un grido diretto a Bruxelles e alle sue istituzioni comuni volto alla salvaguardia di un territorio ricco di possibilità, sviluppo, patrimonio, storia e, soprattutto, futuro.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.