Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 24 febbraio 2020

  • MP News
  • Scienze e hi-tech

FarmaCOOP

12.07.2008 - Enrico Crea



La notizia è degli ultimi giorni e viene scandita anche dal martellante jingle pubblicitario della COOP (quello con i dottori in camice che ballano…), che ha messo in commercio il primo farmaco col suo marchio. L’ignoranza ci fa dire che al supermercato finalmente c’è l’aspirina economica (due euro meno del prezzo di quella storica della Bayer)… Ma attenzione! Forse per esigenze di marketing, è più facile far arrivare al cliente (che come al solito è quello che ci rimette…) il messaggio di un’aspirina a basso costo, piuttosto che di un simil Vivin C (l’effettiva realtà). Infatti, negli ottanta corner “CoopSalute”, disseminati per l’Italia, dalla metà di maggio viene venduto un farmaco con un dosaggio di acido acetilsalicilico nettamente inferiore a quello della classica aspirina (400 milligrammi contro 330). Messaggi pubblicitari da rivedere a parte, sono molto incuriosito da questo nuovo “movimento”: la Coop infatti prevede per il 2009 di mettere sul mercato almeno altri dieci farmaci generici, primo tra tutti il paracetamolo, lo stesso principio attivo della Tachipirina, e vari integratori multivitaminici. Questa è una specie di rivoluzione nel settore e come tale va ben accolta soprattutto perché, in primis, può creare nuovi posti di lavoro (nei vari risvolti commerciale, scientifico e amministrativo: tutti i lavori che “stanno dietro al farmaco”) per noi giovani laureati nelle discipline farmaceutiche. E poi, perché finalmente potrebbe dare slancio al mercato dei generici, che in Italia, a differenza di molti Stati dell’Europa, ancora stenta e che non alleggerisce, di conseguenza, le spese del nostro Sistema Sanitario Nazionale. Inoltre, c’è la speranza mai sopita di dare un altro colpo al “sistema farmacia” che vuole questa attività professionale/commerciale ereditata di padre in figlio come diritto divino, impedendo il vero libero mercato e negando ai giovani di accedere a questa professione.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.