Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 05 agosto 2020


Rendez-vous. Appuntamento con il nuovo cinema francese

Al via la prima edizione, dal 27 aprile al 1° maggio 2011 a Roma

20.04.2011 - Redazione

Si apre il 27 aprile a Roma Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, prima edizione di un focus esclusivo dedicato al cinema d’Oltralpe.

 

Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia e dell’Ambasciatore Jean-Marc de La Sablière, insieme alla Casa del Cinema, il Centro Culturale San Luigi di Francia e l’Accademia di Francia a Roma - Villa Medici, la manifestazione è realizzata dal Servizio Culturale in collaborazione con UNIFRANCE. La direzione artistica del festival è affidata a Vanessa Tonnini.

 

L’obiettivo di Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, è raccontare il nuovo, le tendenze più contemporanee con una programmazione a 360 gradi che attraversa tutti i generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti.

 

Il cinema conosce un momento di grande cambiamento, una vera e propria rivoluzione dovuta alla presenza di nuove tecnologie e ha bisogno di trovare un nuovo posizionamento. L’industria francese risponde a questa transizione incrementando le produzioni che nel 2010 hanno registrato una crescita del 31%, con un totale di 261 titoli.

Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese apre una finestra inedita per raccontare il cinema francese odierno, un universo produttivo eclettico ed effervescente che ha ottenuto, con più di 75 milioni di spettatori nel 2010, la più bella stagione dal 1967.

 

E’ a questo cinema che sostiene prima di tutto il pluralismo e la diversità, nei temi come nei generi, che valorizza le differenze, raccontando con sincerità la complessità di mondi che sono oggi le nazioni, che la manifestazione Rendez-vous è dedicata.

 

LA PROGRAMMAZIONE

Tre diverse programmazioni per tre sedi della manifestazione: la Casa del Cinema, li Centro culturale San Luigi di Francia e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici.

I film, proiettati in versione originale, sottotitolati in italiano, sono presentati da registi, attori e produttori. È per il pubblico italiano un’occasione di rivedere i volti noti del cinema francese e di scoprire nuovi talenti.

L’ingresso è gratuito.

 

CASA DEL CINEMA - LA PROGRAMMAZIONE

La Casa del Cinema accoglie nella sezione “novità” i titoli più interessanti dell’attuale stagione francese, esplorando i diversi generi.

 

Alla commedia è riservato un posto particolare. Se il regista Philippe Le Guay nel film Les femmes du 6e étage (in uscita prossimamente con Archibald Enterprise Film) esplora con eleganza e ironia i terreni impervi del confronto tra classi sociali, il campione d’incassi Dany Boon con Rien à déclarer (in uscita in autunno con Medusa Film) punta ancora a divertire con la commedia popolare sui pregiudizi e provincialismi. A toni più dolceamari si affidano invece la commedia sociale Copacabana di Marc Fitoussi (che vede recitare fianco a fianco Isabelle Huppert con la figlia Lolita Chammah) e la divertente satira politica di Le nom des gens di Michel Leclerc, mentre i toni diventano neri in Le bruit des glaçons dell’irriverente Bertrand Blier.

 

Sul fronte drammatico : la regista Alix Delaporte con Angèle et Tony (prossimamente in uscita con Sacher Film) ci regala una fiaba insolita e toccante. Malattia e amicizia sono i temi de La permission de minuit di Delphine Gleize. Je n’ai rien oublié di Bruno Chiche  con un Gérard Depardieu d’eccezione, porta sullo schermo i segreti familiari tratti dal romanzo “Com’è piccolo il mondo!” dello svizzero Martin Suter. Non manca l’epopea storica disegnata dal maestro Rachid Bouchareb con Hors-la-loi (in uscita prossimamente con Eagle Pictures).

 

Uno sguardo realista sull’oggi è tracciato da due opere : D’amour et d’eau fraîche dell’esordiente Isabelle Czajka e Les mains en l’air di Romain Goupil (prossimamente in uscita con Teodora Film), autore noto per un cinema impegnato, di denuncia e riscatto.

 

Non mancano i generi, quelli che hanno reso glorioso il cinema francese nel corso degli anni. Con Poupoupidou Gérald Hustache-Mathieu mescola ironia e mistero in un intreccio tra il noir e il David Lynch di Twin Peaks. Mentre rivisita il polar classico Fred Cavayé con il remake À bout portant (prossimamente in uscita con One Movie Ent.).

 

Sulla bellezza e la placidità del racconto due opere : il film d’animazione Mia et le Migou di Jacques-Rémy Girerd (prossimamente in uscita con R.VEN) ed il documentario Océans di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud, immersione negli oceani profondi e nelle meraviglie della natura alla scoperta del favoloso mondo subacqueo.

 

Omaggio a Annie Girardot

Il 28 febbraio 2011 si è spenta Annie Girardot. Jean Cocteau l’aveva definita «il più bel temperamento drammatico del dopoguerra». Ha recitato per Marco Ferreri, Claude Lelouch, Mario Monicelli, Marcel Carné, Michael Haneke e Luchino Visconti. Nel dramma dell’emigrazione Rocco e i suoi fratelli interpreta Nadia, la donna che accende la rivalità tra Rocco (Alain Delon) e suo fratello Simone (Renato Salvatori). Un’interpretazione struggente in un film che mette in scena le ambizioni di quattro fratelli meridionali trasferitisi a Milano. Premio speciale della giuria alla Mostra di Venezia 1960 e Nastro d’argento per miglior film, migliore sceneggiatura e migliore fotografia in bianco e nero.

 

ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA - VILLA MEDICI - LA PROGRAMMAZIONE

L’Accademia di Francia a Roma - Villa Medici ospita una vetrina del cinema giovane, curata da Francesca Bolognesi : opere prime, film inediti che confermano le tendenze di una nouvelle vague di registi emergenti come Rebecca Zlotowski, rivelazione della Settimana della Critica, Géraldine Bajard, scoperta al Festival di Locarno, Louis Garrel che si cimenta alla regia con Petit tailleur, medio metraggio selezionato alla Quinzaine des Réalisateurs e Isild Le Besco, attrice, sceneggiatrice, alla regia del suo terzo film, Bas-fonds, che lascia trasparire nella sua irriverente violenza un talento profondo e maturo.

 

CENTRO CULTURALE SAN LUIGI DI FRANCIA - LA PROGRAMMAZIONE

Il Centro culturale San Luigi di Francia propone un focus speciale dedicato a Cédric Klapisch. Il cineasta francese amatissimo dagli italiani e dai francesi, dal talento versatile, capace di passare dal noir alla commedia, presenta in anteprima il 30 aprile, accompagnato dal suo produttore Bruno Lévy, il suo ultimo film: Ma part du gâteau, frutto di riprese intense tra la Francia, Londra e Venezia, con un cast d’eccezione (Karin Viard e Gilles Lellouche),  un’opera tesa che guarda alla commedia sociale inglese e regala uno sguardo delicato, ma amaro, sulle condizioni dell’individuo nel mondo del lavoro.

 

LA DELEGAZIONE FRANCESE

Per questa prima edizione di Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese saranno a Roma Lolita Chammah, Anaïs Demoustier, Clotilde Hesme, Sophie Quinton, Léa Seydoux, Alix Delaporte e Valérie Nataf, testimoni di un cinema sempre più declinato al femminile, interpreti di donne incantate, eroine, ciniche, sognatrici o ribelli...

Insieme a loro i registi : Gérald Hustache-Mathieu, Benoît Jacquot, Philippe Le Guay, il produttore e sceneggiatore Étienne Comar e l’attore Louis Garrel.

Ad introdurre le proiezioni ci saranno dei padrini italiani: attori, giornalisti, critici italiani dialogheranno con i colleghi francesi per uno scambio di sguardi sul cinema.

Una delegazione di Unifrance sarà presente a Roma, a cominciare dal Presidente Antoine de Clermont -Tonnerre e dalla Direttrice Generale Régine Hatchondo.

 

PREMIO DISTRIBUZIONE

Al fine di accompagnare, promuovere e sostenere il cinema, il festival Rendez-vous, alla sua prima edizione, inaugura un Premio alla distribuzione.

Il premio viene assegnato da una giuria di esperti e consiste nella produzione di una copia in versione originale, sottotitolata in italiano, da immettere sul circuito cinematografico nazionale.

 

PREMIO DISTRIBUZIONE - LA GIURIA

Chiara Caselli - Dopo essersi diplomata alla Scuola di Teatro di Bologna, ha debuttato giovanissima con il Teatro Stabile di Bolzano. Nel 1990 Citto Maselli la sceglie per Il segreto. L’anno successivo affianca Philippe Noiret nel film La domenica specialmente mentre il regista Gus Van Sant la sceglie per il road-movie Belli e dannati con Keanu Reeves. Tra le maggiori e più dotate interpreti dell’ultima generazione, ha lavorato con Michelangelo Antonioni, Liliana Cavani, i fratelli Taviani, Gus Van Sant, Marco Bechis, Dario Argento, Carmine Amoroso. Vincitrice del premio François Truffaut al Giffoni Film Festival, ottiene un secondo Nastro d'Argento, ma questa volta come regista del miglior cortometraggio: Per sempre (1999) che le fa ottenere anche una candidatura nella stessa categoria ai David di Donatello. Nel 2009 recita ne Il padre dei miei figli di Mia Hansen-Love, la pellicola francese che si ispira alla storia del grande produttore francese Humbert Balsam.

 

Fabio Ferzetti - Critico cinematografico, giornalista, saggista e organizzatore culturale, è anche autore di programmi e rubriche televisive sul cinema. Dal 1984 al Messaggero, già delegato generale delle Giornate degli autori - Venice Days. 

 

Giorgio Gosetti - Critico e studioso cinematografico italiano, collaboratore dell’ANSA, fondatore di festival e direttore del Noir International Film Festival di Courmayeur. È stato dal 1992 al 1996 vicedirettore della Mostra del cinema di Venezia, direttore generale dell’agenzia di promozione Italia Cinema e creatore delle Giornate degli autori - Venice Days. Ha co-diretto le prime tre edizioni del Festival internazionale del cinema di Roma.

 

Georgette Ranucci - Georgette Ranucci apre nel 1976 a Roma la libreria Il Leuto, unica in Italia specializzata in cinema e teatro. Nel 1989 si inaugura a Roma sotto la sua direzione l’Alcazar, primo cinema ad offrire al pubblico spettacoli senza intervallo, versione originale e cinema di qualità. Dal 1995 cura le edizioni del Cannes Film Festival a Roma. È responsabile dell’Ufficio Stampa della Lucky Red Distribution.

 

MINI MERCATO di Unifrance - 28 e 29 aprile 2011

Alla Casa del Cinema, il 28 e il 29 aprile una sezione di Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese viene dedicata alla circolazione e alla compravendita di prodotti audiovisivi. Le due giornate sono organizzate con proiezioni per gli addetti ai lavori e incontri tra produttori, compratori e venditori.

 

RENDEZ-VOUS a PALERMO - 3 – 4 – 5 maggio 2011

Rendez-vous si sposta a Palermo proponendo alcuni titoli della sua programmazione, ancora una volta all’insegna della diversità di generi e temi. Ad accompagnare Angèle et Tony, Océans, Poupoupidou, Mia et le Migou, due nuovi titoli: Libertés/Korkoro di Tony Gatlif e Killer of Beauty di Keja Ho.

Troppo pochi i film francesi che arrivano nelle sale italiane, e ancora meno quelli che attraversano lo stretto di Messina : per vederli, ci vogliono occasioni speciali, e la finestra che apre Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese a Palermo è una di queste. Per tre giorni, in un cinema che ha la buona idea di chiamarsi il Rouge et Noir, il pubblico avrà l’opportunità di scoprire una selezione di sei film che testimoniano una delle grandi forze del cinema francese: i film d’autore sono anche film popolari, prova evidente che è possibile interessare e toccare lo spettatore senza trattarlo da banale consumatore. Questa l’esigenza che gli ideatori del progetto hanno voluto condividere con il pubblico siciliano. Rendez-vous quindi il 3, 4 e 5 maggio al Rouge et Noir con la riflessione, l’humour, la poesia e il piacere.

 

 

RENDEZ-VOUS, APPUNTAMENTO CON IL NUOVO CINEMA FRANCESE

 

Consigliere culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia Jean-Marc Séré-Charlet

Direzione progetto Massimo Saidel,

Addetto Audiovisivo dell’Ambasciata di Francia in Italia

Direzione artistica Vanessa Tonnini

Organizzazione generale Fanny Guidecoq

con Annalisa Chirico – Francesca Cera – Giulia Ricci

Responsabile media/comunicazione Aude Lalo

Responsabile Internet François Dufay

Ufficio stampa di Rendez-vous Reggi & Spizzichino Communication

Ufficio stampa dell’Ambasciata di Francia in Italia Muriel Peretti / Sébastien Minot

 

CASA DEL CINEMA

Direzione Caterina d’Amico

Organizzazione Lorenza Micarelli

Comunicazione Luisa Fontana

Ufficio stampa Giusi Alessio

 

CENTRO CULTURALE SAN LUIGI DI FRANCIA

Direzione Nicolas Bauquet

Direzione generale Corinne Gadini

Organizzazione Hassen Assam

Ufficio stampa Christine Desgrange-Schmidt

 

ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA – VILLA MEDICI

Direzione Éric de Chassey

Responsabile cinema Francesca Bolognesi

Comunicazione Michela Terreri

Ufficio stampa Ludovica Solari

 

COMITATO ESPERTI

Chiara Caselli, Attrice, regista

Fabio Ferzetti, Critico

Giorgio Gosetti, Direttore di festivals

Georgette Ranucci, Relazioni Esterne Lucky Red

 

 

 

PROGRAMMA

 

Mercoledì 27 Aprile

21h00 | L’auberge espagnole di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

 

Giovedì 28 Aprile

15h30 | Copacabana di M. Fitoussi | CASA DEL CINEMA

18h30 | Le nom des gens di M. Leclerc | CASA DEL CINEMA

20h30 | Angèle et Tony di A. Delaporte | CASA DEL CINEMA

20h30 | La lisière di G. Bajard | VILLA MEDICI

21h00 | Ni pour, ni contre (bien au contraire) di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

 

Venerdì 29 Aprile

15h30 | Le bruit des glaçons di B. Blier | CASA DEL CINEMA

18h30 | Les mains en l’air di R. Goupil | CASA DEL CINEMA

20h30 | Les femmes du 6e étage di P. Le Guay | CASA DEL CINEMA

20h30 | Au fond des bois di B. Jacquot | VILLA MEDICI

22h30 | La permission de minuit di D. Gleize | CASA DEL CINEMA

 

Sabato 30 Aprile

15h30 | Je n’ai rien oublié di B. Chiche | CASA DEL CINEMA

17h00 | Chacun cherche son chat di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

18h00 | Hors la loi di R. Bouchareb | CASA DEL CINEMA

20h30 | Poupoupidou di G. Hustache-Mathieu | CASA DEL CINEMA

20h30 | Bas-fonds di I. Le Besco | VILLA MEDICI

21h00 | Ma part du gâteau di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

22h30 | À bout portant di F. Cavayé | CASA DEL CINEMA

 

Domenica 1° Maggio

15h30 | Mia et le Migou di J. Girerd | CASA DEL CINEMA

18h00 | Océans di J. Perrin e J. Cluzaud | CASA DEL CINEMA

18h30 | Petit tailleur di L. Garrel | VILLA MEDICI

20h00 | D’amour et d’eau fraîche di I. Czajka | CASA DEL CINEMA

20h30 | Belle épine di R. Zlotowoski | VILLA MEDICI

22h00 | Rocco e i suoi fratelli di L. Visconti | CASA DEL CINEMA

 

 

 

 

CASA DEL CINEMA

Largo Marcello Mastroianni, 1 – 00197 Roma

 

Giovedì 28 Aprile

 

15.30 | COPACABANA di Marc Fitoussi

con Isabelle Huppert, Lolita Chammah

Francia, 2009, 107’

Secondo film di Marc Fitoussi, presentato alla 49° Settimana della Critica del Festival di Cannes 2010. Una commedia dagli insoliti risvolti sociali, che vede protagoniste un’inedita, eccentrica Isabelle Huppert e sua figlia Lolita Chammah. L’amore materno e la presa di coscienza di una donna libera e sregolata, la vergogna della figlia per il modo di vivere della madre e la riconquista di un affetto che sembrava ormai perduto.

 

18.30 | LE NOM DES GENS di Michel Leclerc

con Jacques Gamblin, Sara Forestier

Francia, 2010, 104’

Amore e identità in una commedia intelligente e briosa premiata con due César alla migliore attrice (Sara Forestier) e alla migliore sceneggiatura originale. La giovane ed esuberante militante Bahia cerca di convertire i propri avversari politici con l’arma migliore: il sesso. Almeno fino a quando non incontra Arthur Martin. Da un uomo che a una marca di cucine non ci si può aspettare molto. Almeno in apparenza…

 

20.30 | ANGÈLE ET TONY di Alix Delaporte

con Clotilde Hesme, Grégory Gadebois

Francia, 2010, 87’

Premio Michel D’Ornano come miglior opera prima francese, una favola toccante che ha conquistato la Francia, incassando circa 500 mila Euro di box office al primo week end in sala. Ambientata nella Bassa Normandia, la storia d’amore tra Angèle, giovane donna allo sbando appena uscita dal carcere ed il pescatore solitario Tony.

 

Venerdì 29 Aprile

 

15.30 | LE BRUIT DES GLAÇONS di Bertrand Blier

con Jean Dujardin, Albert Dupontel

Francia, 2010, 87’

Commedia travolgente, grottesca e politicamente scorretta presentata alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia 2010. Uno scrittore (Jean Dujardin) riceve la visita inaspettata del suo cancro (uno strepitoso Albert Dupontel): i due iniziano così una forzata convivenza. Un inno alla voglia di vivere, di amare e di sorridere. Premio César 2011 a Anne Alvaro come migliore attrice non protagonista, al fianco di due attori comici da box office.

 

18.30 | LES MAINS EN L’AIR di Romain Goupil

con Valeria Bruni-Tedeschi, Hippolyte Girardot

Francia, 2009, 90’

Tema dell’integrazione e favola politica nei ricordi di Milana, anziana donna cecena. In un ipotetico 2067, rivive gli anni della sua infanzia quando, assieme ai compagni di scuola, vide portar via il giovane Yussef, espulso dalla Francia perché privo di documenti. Nel timore che la stessa sorte possa toccare anche a lei, Blaise e gli amici si organizzano per salvare la loro compagna.

 

20.30 | LES FEMMES DU 6e ÉTAGE di Philippe Le Guay

con Fabrice Luchini, Sandrine Kiberlain, Carmen Maura

Francia, 2011, 106’

Presentata fuori concorso alla Berlinale 2011, una commedia colorata e vivace di grande successo, interpretata da attori del calibro di Fabrice Luchini, Sandrine Kiberlain, Carmen Maura e Lola Dueñas. Parigi, anni 60. Negli interni alto borghesi di un elegante palazzo haussmaniano, la piatta vita di Jean-Louis e famiglia è rivoluzionata dall’arrivo della nuova governante spagnola e dall’allegra comunità iberica di donne di servizio. Salutato dai Cahiers du Cinéma come un film capace di costruire un equilibrio raffinato tra la magia degli ideali (l’amore che infrange le differenze di classe) e l’amarezza della commedia sociale.

 

22.30 | LA PERMISSION DE MINUIT di Delphine Gleize

con Vincent Lindon, Emmanuelle Devos

Francia, 2011, 110’

Un cast strepitoso (Vincent Lindon, Emmanuelle Devos) nel terzo lungometraggio di Delphine Gleize, già apprezzata autrice di Carnages e L’homme qui rêvait d’un enfant. La rara malattia genetica del tredicenne Romain e la sua amicizia con il dermatologo David, che lo segue dall’infanzia e che si è appassionato al suo caso: lui è un “enfant de la lune” che non sopporta i raggi del sole.

 

Sabato 30 Aprile

 

15.30 | JE N’AI RIEN OUBLIÉ di Bruno Chiche

con Gérard Depardieu, Niels Arestrup, Nathalie Baye

Francia / Germania, 2010, 93’

Tratto dal romanzo Com’è piccolo il mondo! di Martin Suter, dall’ecclettico produttore di Arnacoeur, un film che intreccia misteri familiari e amicizie affettuose. Il volto poetico e vivo di Gérard Depardieu incarna il protagonista Conrad, uomo semplice da sempre al servizio di una facoltosa e potente famiglia aristocratica. L’Alzheimer scatenerà in lui ricordi e segreti inconfessabili.

 

18.00 | HORS LA LOI di Rachid Bouchareb

con Jamel Debbouze, Roschdy Zem

Francia / Algeria / Belgio, 2010, 131’

Dal pluripremiato autore di Poussières de vie, Indigènes e London River, un’opera complessa e controversa, un affresco storico e un’imponente saga familliare. Dalla fine della Seconda guerra mondiale all’Indipendenza dell’Algeria, tre fratelli e la loro madre divisi e piegati dagli sconvolgimenti della Storia. Nomination agli Oscar come miglior film straniero, in concorso al Festival di Cannes 2010.

 

20.30 | POUPOUPIDOU di Gérald Hustache-Mathieu

con Sophie Quinton, Jean-Paul Rouve

Francia, 2010, 102’

Commedia e noir si incrociano nella strana morte di una Marilyn di provincia. Lei è Candice Lecoeur, volto della Tv ed icona bionda del formaggio Belle de Jura. Ad indagare sull’omicidio, lo scrittore in crisi d’ispirazione David. Realtà e fantasia si fondono in un miscuglio tenebroso e “lynchiano” di ironia e mistero, sullo sfondo dell’innevata e gelida Mouthe, “la città più fredda di Francia”. Accanto a un’attrice rivelazione, Jean-Paul Rouve, grande attore, amatissimo dei francesi.

 

22.30 | À BOUT PORTANT di Fred Cavayé

con Roschdy Zem, Gilles Lellouche

Francia, 2010, 85’

Serrato e adrenalinico poliziesco scritto e diretto con mano sicura da Fred Cavayé, “remake francese” del violentissimo predecessore di Martin Borman. La tranquilla esistenza di Samuel e Nadia è sconvolta dal rapimento di quest’ultima. L’unico modo che Samuel ha per liberarla è far evadere dall’ospedale in cui lavora Sartet, fuorilegge tenuto sotto stretto controllo dalla polizia. Un thriller d’azione dal ritmo nervoso e frenetico, che inchioda letteralmente alla poltrona.

 

Domenica 1° Maggio

 

15.30 | MIA ET LE MIGOU di Jacques-Rémy Girerd

Francia / Italia, 2008, 92’

Premio Oscar Europeo come miglior film d’animazione nel 2009, una fiaba dolce e delicata, per grandi e piccoli, dall’atelier Folimages che si inspira alle animazioni magiche del maestro Miyazaki. Mia ha dieci anni e vive in un piccolo villaggio in Sud America. Sorpresa da un brutto presentimento, parte in cerca del padre. Durante il cammino, scoprirà qual è la forza vera della Natura.

 

 

18.00 | OCÉANS di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud

Francia, 2009, 104’

Premio César 2011 come miglior documentario, un’immersione negli oceani profondi e nelle meraviglie della natura. Un viaggio alla scoperta del favoloso mondo subacqueo, popolato da abissi colmi di segreti e misteri. Gli oceani e le sue affascinanti creature narrati dal duo di registi di Il popolo migratore. Jacques Perrin è anche noto attore, visto in Il deserto dei Tartari e Nuovo Cinema Paradiso. Alla fotografia il grande direttore italiano Luciano Tovoli.

 

20.00 | D’AMOUR ET D’EAU FRAÎCHE di Isabelle Czajka

con Anaïs Demoustier, Pio Marmai

Francia, 2010, 90’

Il cinismo e l’inconsistenza del mondo del lavoro nella vicenda di Julie, giovane laureata che non riesce a trovare il proprio posto al mondo. L’incontro con Ben, uomo affascinante che vive alla giornata con espedienti e piccoli traffici, la cambierà profondamente. Ritratto realistico e lieve di una vita in lotta contro la fragilità del futuro per una giovane promessa del cinema francese: Anaïs Demoustier.

 

22.00 | ROCCO E I SUOI FRATELLI di Luchino Visconti / Omaggio a Annie Girardot

Italia / Francia, 1960, 170’, b/n

Il 28 febbraio 2011 si è spenta Annie Girardot. Jean Cocteau l’aveva definita «il più bel temperamento drammatico del dopoguerra». Ha recitato per Marco Ferreri, Claude Lelouch, Mario Monicelli, Marcel Carné, Michael Haneke e Luchino Visconti. Nel dramma dell’emigrazione Rocco e i suoi fratelli interpreta Nadia, la donna che accende la rivalità tra Rocco (Alain Delon) e suo fratello Simone (Renato Salvatori).

 

 

CENTRO CULTURALE SAN LUIGI DI FRANCIA

Largo Toniolo 20/22 – 00186 Roma

 

 

Mercoledì 27 Aprile

 

21.00 | L’AUBERGE ESPAGNOLE di Cédric Klapisch

con Romain Duris, Cécile de France

Francia / Spagna, 2002, 122’

Il film che consacra presso pubblico e critica Cédric Klapisch. Xavier (Romain Duris) è un giovane studente Erasmus che si ritrova in una Barcellona delle mille sfaccettature. Divide l’appartamento con altri studenti europei (una belga, una inglese, una spagnola, un tedesco, un danese, un italiano), con i quali affronta problemi linguistici e sentimentali. L’appartamento spagnolo è seguito nel 2005 da Les poupées russes.

 

Giovedì 28 Aprile

 

21.00 | NI POUR, NI CONTRE (BIEN AU CONTRAIRE) di Cédric Klapisch

con Marie Gillain, Vincent Elbaz, Zinedine Soualem

Francia, 2003, 111’

Dopo il successo planetario di L’auberge espagnole, un film che cambia completamente registro. Un noir drammatico, cinico e violento, che ha per protagonista Caty, giovane camerawoman che si unisce per amore a una banda di rapinatori. Questo universo sporco e disilluso la catapulterà in un mondo fino ad allora sconosciuto.

 

Sabato 30 Aprile

 

17.00 | CHACUN CHERCHE SON CHAT di Cédric Klapisch

con Garance Clavel, Zinedine Soualem, Renée Le Calm

Francia, 1995, 96’

Premio FIPRESCI alla Berlinale del 1996, è il primo successo internazionale per l’estro creativo di Cédric Klapisch. Tra le vie del quartiere multietnico parigino di Bastille, tutti sono alla ricerca di Gris Gris, il gatto di Chloé. Il cinema-banlieue si riscatta dall’odio della periferia per catturare volti, sentimenti e situazioni della vita quotidiana.

 

21.00 | MA PART DU GÂTEAU di Cédric Klapisch

con Karin Viard, Gilles Lellouche

Francia, 2011, 109’

Ultimo film di Klapisch, frutto di riprese intense tra la Francia, Londra e Venezia. Cinema di denuncia sociale virato nei modi agrodolci della commedia, è la storia parallela di France, madre di famiglia operaia nella fabbrica di Dunqerque e rimasta da poco disoccupata, e Steve, ricco agente di borsa. Il loro fortuito incontro mette in collisione due mondi che soltanto in apparenza sono così distanti.

 

 

ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA – VILLA MEDICI

Viale Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma

 

 

Giovedì 28 Aprile

 

20.30 | LA LISIÈRE di Géraldine Bajard

con Melvil Poupaud, Hippolyte Girardot

Francia / Germania, 2011, 100’

Presentato al Festival di Locarno 2010, un gioco morboso fatto di seduzione, sospetti e intrighi, scritto e diretto dalla script editor di Lourdes di Jessica Hausner. François è un giovane medico trasferitosi da poco a Beauval. La sua vita monotona viene scossa da un gruppo di adolescenti che scacciano la loro noia improvvisando giochi pericolosi ai margini di una foresta.

 

 

Venerdì 29 Aprile

 

20.30 | AU FOND DES BOIS di Benoît Jacquot

con Isild Le Besco, Nahuel Perez Biscayart

Francia / Germania, 2010, 102’

Film d’apertura al Festival di Locarno 2010, un’attrazione che mescola le suggestioni della favola a cupi e freddi toni sperimentali. Nel 1865, Timothée, un vagabondo dagli strani poteri, arriva in un tranquillo villaggio in Francia. Quando vede Josephine, il ragazzo perde la testa. Trovatala sola in casa, l’uomo la ipnotizza e la violenta. Da allora la ragazza deciderà di seguire (vittima o carnefice?) il suo “rapitore”.

 

Sabato 30 Aprile

 

20.30 | BAS-FONDS di Isild Le Besco

con Valérie Nataf, Ginger Romàn, Noémie Le Carrer

Francia, 2010, 68’

Un film oscuro e conturbante, ispirato ad un fatto di cronaca avvenuto in Francia nel 2002. Magalie, Marie-Steph e Barbara sono tre donne che si amano e si odiano, in un complesso gioco di seduzione e dominazione. In un habitat fatto di film porno, birra e cibi in scatola, l’idea di una rapina ad una panetteria farà precipitare le tre in un gorgo di solitudine e disperazione.

 

Domenica 1° Maggio

 

18.30 | PETIT TAILLEUR di Louis Garrel

con Arthur Igual, Léa Seydoux

Francia, 2010, 44’

Louis Garrel, uno degli attori più amati del cinema francese, diventa regista e gira “une belle histoire d’amour”, ispirato dai classici del melodramma e dalla Nouvelle Vague.

 

20.30 | BELLE ÉPINE di Rebecca Zlotowski

con Léa Seydoux, Anaïs Demoustier

Francia, 2010, 80’

Selezionato alla Settimana della Critica e premio Louis-Delluc come miglior opera prima, un film che abbraccia crescita, vuoti e paure. Prudence ha 17 anni e dopo la morte della madre passa le sue giornate con Maryline, amica esuberante che le fa conoscere il circuito illegale di Rungis. Il rombo dei motori e lo sprezzo del pericolo scateneranno in lei una rinnovata voglia di libertà.

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.