Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 14 dicembre 2019


MaybePhoto 2011: Intervista a Marco Di Marcello

Primo classificato parimerito

06.07.2011 - Redazione

Come nasce la tua foto vincitrice? 

La foto vincitrice nasce durante un viaggio a Londra insieme a due cari amici. Appena ho visto quella scena non ho resistito, ho dovuto immortalarla. Il fatto che stessero mangiando di gusto un gelato ha dato alla composizione un pizzico di ironia.

 

Due paroline sull'attrezzatura utilizzata?

Per quello scatto ho utilizzato una Canon 5d Mark II e come lente un 70-200 2.8 is. Non potendo avvicinarmi troppo ai soggetti inquadrati e per non dare troppo nell’occhio ho preferito utilizzare questo zoom.

 

Come e quando inizia la tua passione per la fotografia?

Inizia per caso. Uscendo con un amico, anche lui appassionato di fotografia, ho scoperto questo mondo. Da lì a poco ho acquistato una semi-reflex con la quale è sbocciato l’amore. Il coronamento di questa passione è stato lavorare al fianco di Elliott Erwitt. Aver avuto il privilegio di essere stato il suo assistente ha cambiato il mio modo di osservare il mondo attraverso l’oculare. Ormai io e la mia reflex siamo inseparabili.

 

Fotografia analogica vs fotografia digitale. Che ne pensi?

Non ho avuto il privilegio di poter studiare la fotografia analogica. Diciamo che io appartengo alla “nuova scuola”. La fotografia analogica sicuramente è migliore. Ormai con il digitale, tutti corrono verso il fotoritocco, che uccide la fotografia. Personalmente cerco di limitare il fotoritocco, e, come mi ha insegnato Erwitt, lo utilizzo solamente per rendere una fotografia più vicina alla realtà nel momento in cui è stata scattata.

 

Qual è il tuo fotografo preferito?

Per ovvii motivi Elliott Erwitt.

 

Qual è la foto famosa che avresti voluto scattare tu? 

Avrei voluto scattare una foto di Elliott Erwitt. Quella famosissima che ritrae due fontanelle: una pulita e in ordine, con sopra la scritta “White”, e una spoglia e sporca, con la dicitura “Colored”, a cui un afroamericano si avvicina per bere. Fu scattata nel 1950 in North Carolina.  Un vero e proprio capolavoro.

 

E quella che hai scattato tu di cui vai più fiero?

Una fotografia al Campidoglio. Una suora impacciata che cerca in una borsa, dietro di lei due ragazzi che si baciano appassionatamente.

 

Qualche curiosità sulla tua vita?

Essendo laureato in scienze motorie, e laureando in fisioterapia, la fotografia è un’attività che cerco di portare avanti in parallelo. Mi piace tantissimo la fotografia reportage: secondo me è l’essenza della fotografia. Molto spesso faccio anche fotografia sportiva, avendo molti amici sportivi bisogna sacrificarsi ogni tanto… Ultimamente sto allargando i miei orizzonti e vorrei specializzarmi nella fotografia subacquea. Il mondo sommerso mi affascina. Quando sono lì sotto trovo la pace dei sensi.

 

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.