Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 26 settembre 2020


Elysee 2007: SARKOZY - ROYAL LA SFIDA SI ACCENDE

L’Europa in attesa

01.05.2007 - Nicola Liguori



foto di The wandering Angel, http://flickr.com/photos/wandering_angel/

La Francia sta vivendo con pathos e trepidazione l’affascinante scontro tra Nicolàs Sarkozy, candidato dell’UMP (centro-destra) e la candidata socialista Segolene Royal , rispetto alla quale ha avuto la meglio nel primo turno delle Presidenziali con un 5% di voti in più.
L’Europa tutta è in attesa del risultato finale: da questa scelta si attendono nuove prospettive e un’idea chiara sulla posizione della Francia e della sua identità in ambito europeo.
Il fatto che caratterizza tale corsa all’Elysèe, oltre l’affluenza storica al primo turno registrata dal Ministero dell’Interno con un 87% degli aventi diritto, è la figura femminile. Una donna che concorre per diventare Presidente della Francia. Fatto assai raro e di scetticismo per uno Stato come quello francese, ma che trova spiegazione in un contesto mondiale, dove sembra che le doti e le qualità di una donna possano in qualche modo portare a dei cambiamenti positivi. Non è un caso che in Germania vi sia già un cancelliere donna, la Merkel e negli Stati Uniti prenda sempre più piede la prospettiva Hillary Clinton come Presidente degli Stati Uniti.
In cosa si differenziano i due principali protagonisti della sfida francese?
Le parole chiavi di Sarkozy riguardano la fiscalità, l’impiego,la protezione sociale e il diritto di sciopero.
Queste alcune delle novità principali:le imposte sulla società saranno modellate in funzione dei posti di lavoro creati degli investimenti realizzati e sarà soppressa l’IFA (imposta forfettaria annuale).Inoltre sono previsti incentivi per chi lavora di più: le ore supplementari saranno remunerate al 25% in più di quelle normali. In una sola parola: produrre. Un contratto di lavoro unico a durata indeterminata (che andrà a sostituire il contratto a tempo determinato) con dei diritti sociali progressivi e procedure di licenziamento semplificate.
Un piano “Marshall” per la formazione dei giovani senza qualifica sarà operativo nei quartieri difficili.
Una legge assicurerà un servizio minimo del servizio pubblico in caso di sciopero.

Segolène Royal, il cui motto è “nuove regole fiscali e sociali prima della fine del 2007”, si batte maggiormente per il potere d’acquisto: vuole infatti alzare il salario minimo sindacale a 1500,00 euro mensili.
Inoltre, il “programma Royal” mira a : diritto al primo impiego per i giovani: possibilità di prestiti di 10.000,00 euro a tasso zero da parte dello Stato a coloro che hanno progetti da realizzare; introduzione di un contratto denominato “première chance” ,per i giovani che escono dalla scuola senza qualifica.
Gli aiuti pubblici alle imprese saranno condizionati dal fatto di non poter licenziare quando l’impresa ha dei profitti sostanziali. L’imposta sulle società sarà variabile: il tasso scenderà per i benefici reinvestiti e aumenterà per i benefici distribuiti.
Il grande scontro vedrà il risultato finale domenica 6 maggio.
L’attesa è breve , a voi le libere conclusioni.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.