Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 15 dicembre 2019

  • MP News
  • Sport

Un tesoro ritrovato: dal rilievo alla rappresentazione

fino al 10 gennaio 2010

10.12.2009 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Una Roma spavalda mette alle corde il Palermo

Tre gol in mezz'ora (Pjanic, Florenzi e Gervinho) e gara in discesa. Chiude con una doppietta l'attaccante ivoriano
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Frosinone 2-0. Le pagelle biancocelesti

Gara bloccata per 80 minuti, quando Keita, subentrato a Kishna, segna con un destro d'autore. Il raddoppio di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Alla Lazio il primo derby regionale contro il Frosinone

Terza vittoria consecutiva per i biancocelesti che raggiungono il terzo posto in classifica. Keita man of the match
Leggi l'articolo

CALCIO-UEL – Lazio-Saint-Étienne 3-2. Le pagelle biancocelesti

Al 6' difesa ferma sul colpo di pancia di Bayall Sall. Pari di Onazi al 38', 2-1 di Hoedt al 48'. Biglia sigla il 3-1,...
Leggi l'articolo

  Dallo scorso 27 novembre e fino al prossimo 10 gennaio, il Complesso del Vittoriano ospita una nuova mostra che ha come obiettivo quello di far conoscere al grande pubblico la professionalità e le competenze dell'Agenzia del Territorio, attraverso una narrazione che ripercorre la storia della cartografia e del sistema del catasto.

Nella mostra è presentata una ricca selezione di mappe, che offre una corposa panoramica della produzione degli ultimi tre secoli, insieme a cabrei, atlanti, strumenti scientifici per il rilievo e la rappresentazione, cui si uniscono filmati, documenti, registri, atti notarili, fotografie. Quest'insieme di elementi cerca di condurre il visitatore ad incuriosirsi e ad apprezzare un'istituzione poco nota ma importantissima e necessaria nel nostro ordinamento giuridico e depositaria di una straordinario patrimonio di sapere e conoscenza costituito da disegni cartografici catastali di notevole importanza giuridica, storica e artistica, noto solo parzialmente ai tecnici del settore e poco agli studenti di ogni ordine e grado.

L'esposizione è suddivisa in quattro sezioni, preceduta da una breve introduzione storica in cui si evidenziano i tentativi di misura e definizione del territorio compiuti in tempi lontani nell'antico Egitto, nella Grecia e nell'epoca romana.

La prima sezione racconta la nascita nel XVIII e XIX secolo, dei catasti geometrico-particellari, partendo dal famoso "catasto teresiano", monumentale opera di censimento, voluta dall'Imperatore Carlo VI, di tutte le proprietà fondiarie del Ducato di Milano, svoltasi in un arco temporale di quasi cinquant'anni, dal 1718 al 1760. Sono presenti, poi, esempi di cabrei, veri e propri inventari dei beni delle grandi amministrazioni ecclesiastiche o signorili, di mappe del catasto napoleonico, pontificio, franceschino e altri catasti ottocenteschi, cui sono affiancate straordinarie tavole di cabrei e atlanti caratterizzati da decorazioni minuziose e raffinatissime.

La seconda sezione affronta il periodo che va dal 1886, anno della promulgazione della legge istitutiva del Catasto italiano, al 1956. In questo arco temporale emerge l'impiego del metodo aereo fotogrammetrico, introdotto per la prima volta al mondo nel 1934, in Italia, per la formazione delle mappe catastali. Sono esposti i vari strumenti necessari per la formazione di queste carte, come tavolette pretoriane, teodoliti, tacheometri, strumenti per il calcolo delle aree delle particelle come reticole e planimetri, pantografi, strumenti di calcolo come regoli e aritmometri, oltre a diversi volumi di istruzioni, riviste e manifesti.

La sezione successiva racconta l'evoluzione tecnologica che si è avuta nel campo catastale dagli anni Sessanta ad oggi e culminata nell'utilizzo del personal computer: viene affrontata la questione della Conservazione delle Mappe del nuovo Catasto Terreni attraverso la creazione di exhibit che ripropongono al visitatore le postazioni di lavoro per l'aggiornamento della cartografia.

La mostra si chiude con una sezione finale che affronta la questione della gestione moderna della cartografia catastale, attraverso la completa informatizzazione del processo di aggiornamento del catasto mediante l'uso della procedura Pregeo.

"Un percorso espositivo - afferma la direttrice dell'Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno - che intende dimostrare come lo studio del documento e della fonte storica può essere visto come scoperta di un mondo passato, radice del presente da proporre alle generazioni più giovani come fonte di scoperta dell'antico e del nuovo; un viaggio che vuole essere anche memoria partecipata, capace di creare uno spirito di appartenenza e di sapere condiviso".

E' un viaggio nella storia che permette di conoscere i meccanismi più nascosti della organizzazione territoriale e il funzionamento dell'Agenzia del Territorio e del catasto italiano.

 

Complesso del Vittoriano, Sala Zanardelli, ingresso dal lato dell'Ara Coeli - Roma

dal 27 novembre 2009 al 10 gennaio 2010

ingresso gratuito

Aperto dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 18.30. Venerdì, sabato e domenica fino alle 19.30

www.comunicareorganizzando.it

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.