Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 27 maggio 2020

  • MP News
  • Sport

Vincenzo Sciamè – Alchimia del rosso

fino all’8 gennaio 2010

28.12.2009 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Una Roma spavalda mette alle corde il Palermo

Tre gol in mezz'ora (Pjanic, Florenzi e Gervinho) e gara in discesa. Chiude con una doppietta l'attaccante ivoriano
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Frosinone 2-0. Le pagelle biancocelesti

Gara bloccata per 80 minuti, quando Keita, subentrato a Kishna, segna con un destro d'autore. Il raddoppio di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Alla Lazio il primo derby regionale contro il Frosinone

Terza vittoria consecutiva per i biancocelesti che raggiungono il terzo posto in classifica. Keita man of the match
Leggi l'articolo

CALCIO-UEL – Lazio-Saint-Étienne 3-2. Le pagelle biancocelesti

Al 6' difesa ferma sul colpo di pancia di Bayall Sall. Pari di Onazi al 38', 2-1 di Hoedt al 48'. Biglia sigla il 3-1,...
Leggi l'articolo

 

Il Complesso del Vittoriano ospita, fino al prossimo 8 gennaio 2010, la mostra "Vincenzo Sciamè. Alchimia del rosso" con l'intento di far conoscere al grande pubblico l'universo pittorico dell'artista siciliano dominato dal colore rosso.

Vincenzo Sciamè nasce a Sambuca di Sicilia. Compie gli studi presso l'Istituto Statale d'Arte di Palermo dove nel 1961 inizia la sua attività artistica partecipando a numerose mostre nazionali e internazionali, conseguendo premi e segnalazioni. Si trasferisce a Velletri ed apre uno studio anche a Roma; si dedica all'insegnamento negli istituti d'arte statali e, parallelamente, porta avanti la sua ricerca artistica.

La mostra si compone di una quarantina di opere tra olii su tela, su cartone, su legno, realizzate dall'artista negli ultimi venti anni.

Il motivo dominante della pittura di Sciamè è il rosso, colore difficile e complesso che diviene prima rosso notturno e centripeto e poi rosso diurno e centrifugo.

"I suoi rossi - spiega Stefania Severi, curatrice della mostra - sembrano ora venir fuori dall'athanor degli alchimisti, ora coincidere con la pietra filosofale che conduce al sole. Nelle sue opere si alternano ora il rosso femminile e notturno ora il rosso maschile e solare, mentre il sangue cede il posto alla fiamma e viceversa".

L'esposizione è suddivisa in quattro tematiche che corrispondono a fasi cicliche dell'artista: "Nelle stanze della memoria", "I fiori del lago", "I giorni dell'amore", "La luna nel caos".

"Nelle stanze della memoria" si confrontano l'infinità del cielo e la finitezza di un pavimento a doghe o a piastrelle: l'artista crea ampi e vuoti interni, fortemente coinvolgenti grazie al rosso invasivo e alla realizzazione determinata da un rigoroso reticolo spaziale. Gradatamente questi spazi silenti si animano con rare presenze come conchiglie, uova o farfalle, che ne modificano, di volta in volta, il sentimento. Il tema del ciclo è il ricordo. Lo stesso Sciamè afferma: "Isolato tra la folla della mia solitudine, vorrei dipingere infiniti spazi vuoti. Questa conchiglia, sola come me, ancora pregna del profumo di Afrodite, mi porta il lontano canto delle sirene del mio mare africano".

Il secondo ciclo, intitolato "I fiori del lago", è ispirato dalla Sicilia, luogo caro e indimenticato dell'artista: qui vengono in rilievo ampi spazi di cielo e di mare dando vita a quell'accordo armonico di blu-rosso-nero tipico dei tramonti sulle spiagge siciliano vicino ad Erice.

Nei "Giorni dell'amore" l'artista, riappropriandosi dello spazio, ritorna a tematiche più introspettive dando luogo a sentimenti come passione e rimpianto.

L'ultimo ciclo "La luna nel caos", molto intenso, è un vero e proprio omaggio alla Sicilia e ad uno dei suoi figli più famosi, Luigi Pirandello.

La mostra è molto interessante e si pone come un vero e proprio trionfo del rosso, in tutte le sue tonalità e sfumature. Il colore, intenso e mai scontato, pervade lo spettatore portandolo quasi in un'altra dimensione.

 

Dal 18 dicembre 2009 all'8 gennaio 2010

Complesso del Vittoriano, Sala Giubileo, via San Pietro in Carcere - Roma

Ingresso gratuito

Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30

www.vincenzosciame.it

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.