Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 19 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

ALESSANDRO MENDINI

09.04.2009 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Una Roma spavalda mette alle corde il Palermo

Tre gol in mezz'ora (Pjanic, Florenzi e Gervinho) e gara in discesa. Chiude con una doppietta l'attaccante ivoriano
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Frosinone 2-0. Le pagelle biancocelesti

Gara bloccata per 80 minuti, quando Keita, subentrato a Kishna, segna con un destro d'autore. Il raddoppio di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Alla Lazio il primo derby regionale contro il Frosinone

Terza vittoria consecutiva per i biancocelesti che raggiungono il terzo posto in classifica. Keita man of the match
Leggi l'articolo

CALCIO-UEL – Lazio-Saint-Étienne 3-2. Le pagelle biancocelesti

Al 6' difesa ferma sul colpo di pancia di Bayall Sall. Pari di Onazi al 38', 2-1 di Hoedt al 48'. Biglia sigla il 3-1,...
Leggi l'articolo

Il Museo dell'Ara Pacis di Roma ha inaugurato, lo scorso 8 aprile, una bella mostra, promossa dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Sovrintendenza ai Beni Culturali e Zétema Progetto Cultura, dedicata ad uno dei più grandi esponenti dell'arte italiana del dopoguerra, Alessandro Mendini, "un maestro dell'architettura e del design - afferma il curatore della mostra Beppe Finessi - che prima di tutti ha colto, sostenuto e promosso i valori della contemporaneità, ovvero la forza della cultura e dell'intelligenza applicate a un fare mai scontato, sempre aperto e disponibile al confronto, programmaticamente non arroccato su posizioni acquisite, dotato di una indispensabile elasticità, prima regola di sopravvivenza di questa nostra concitata modernità".
Le produzioni esposti di Alessandro Mendini sono circa duecento, prestate alla mostra da diciannove prestigiose aziende italiane, dall'Atelier Mendini, da privati, dalla Fondazione Boschi di Stefano, dal Museo Alessi, dalla Collezione Permanente Triennale di Milano - Design Premium, e comprendono disegni di progetto, fotografie, modelli, schizzi e oggetti veri e propri.
Le sezioni della mostra sono quattro, ognuna delle quali approfondisce una diversa tematica dell'opera di Mendini. La prima è intitolata "Progettare orizzonti" e include i progetti delle architetture pubbliche e gli interventi a scala territoriale, come, ad esempio, la Torre del Paradiso, il Parco Stella, le stazioni della Metropolitana di Napoli e la Casa della Felicità sul lago d'Orta. La seconda, "Progettare stanze", è incentrata sulla sua passione per l'architettura d'interni, intesa come disciplina dove si sposano, fondendosi, i pensieri sull'abitare, sulla decorazione, sulla pittura. Sono esposti, quindi, una serie di oggetti destinati all'arredamento, come sedie, tavoli, poltrone, tra cui la famosa "poltrona di Proust", lampade, armadi, librerie, vasi, soprammobili, specchi, cornici, arazzi, tappeti, e rivestimenti. "Progettare corpi" è la terza sezione, in cui vengono analizzati dapprima gli oggetti che ornano il corpo, come gioielli, orologi, tra cui la serie di Swatch direttamente creati dallo stesso Mendini, vestiti e borse, e, poi, le performance teatrali che hanno come attore principale proprio il corpo umano. L'ultima sezione, "Progettare pensieri", nucleo centrale dello spazio espositivo, è dedicata alla fervida attività teorica e critica di Mendini, come direttore di riviste, tra cui Casabella, Domus, Modo, e come direttore artistico di importanti aziende, come Swatch e Alessi.
Tra gli oggetti in mostra si ricordano il piccolo "esercito" di 27 modelli di cavatappi "Alessandro M." per Alessi, 100 vasi della collezione "100% Make Up", molti oggetti da indossare, come orologi, borse, gioielli, copricapi, scarpe; il progetto di un sassofono, "Alessofono", calibrato intorno al corpo, un "Robot sentimentale", un "Costume per donna e arpa" che ingabbia strumento e musicista, "L'abito del designer", su cui sono riprodotti tutti i loghi delle aziende con cui ha collaborato. Si continua con le sculture luminose della collezione "Galassia" di Venini, un prototipo di sedia "Contessa" di Baleri Italia, in fibra di carbonio, il "Mobile infinito", la "Poltrona di Proust" e la "Poltrona Girotondo".
Per quanto riguarda i lavori architettonici, la mostra espone 5 modelli in legno di edifici pubblici, progettati dallo stesso Mendini con l'aiuto del fratello architetto", costruiti in varie parti del mondo, come il Groningen Museum, in Olanda, la Torre del Paradiso a Hiroshima, in Giappone, la Galleria Mendini, a Lőrrach, gli Uffici Madsack ad Hannover, in Germania, e la nuova Piscina Olimpionica a Trieste.
Una posizione di rilievo, all'ingresso della Sala dell'Ara Pacis, vicino ai busti degli Imperatori romani, occupano le 7 Colonne in ceramica smaltata, progettate da Mendini per Superego.
All'ingresso del Museo, nella Sala della Biglietteria, ad accogliere i visitatori, sarà il "Monumentino da casa", costruito per Cassina, che rappresenta una scala e una sedia in legno laminato.
La mostra è estremamente interessante e rivolta ad un pubblico ampio, sia di addetti ai lavori sia di semplici curiosi e appassionati.

Dal 9 aprile al 6 settembre 2009
Museo dell'Ara Pacis, Lungotevere in Augusta angolo via Tomacelli - Roma
Aperta dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19. Chiuso il lunedì
Biglietto: intero € 8, ridotto € 6
www.arapacis.it

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.