Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 28 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

LA PRIMA VOLTA DEL “RITRATTO DI MUSICO” DI LEONARDO DA VINCI

Mai uscito in 500 anni dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, il “Ritratto di musico” di Leonardo da Vinci sarà ai Musei Capitolini fino al 27 febbraio 2011

08.01.2011 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Una Roma spavalda mette alle corde il Palermo

Tre gol in mezz'ora (Pjanic, Florenzi e Gervinho) e gara in discesa. Chiude con una doppietta l'attaccante ivoriano
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Frosinone 2-0. Le pagelle biancocelesti

Gara bloccata per 80 minuti, quando Keita, subentrato a Kishna, segna con un destro d'autore. Il raddoppio di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Alla Lazio il primo derby regionale contro il Frosinone

Terza vittoria consecutiva per i biancocelesti che raggiungono il terzo posto in classifica. Keita man of the match
Leggi l'articolo

CALCIO-UEL – Lazio-Saint-Étienne 3-2. Le pagelle biancocelesti

Al 6' difesa ferma sul colpo di pancia di Bayall Sall. Pari di Onazi al 38', 2-1 di Hoedt al 48'. Biglia sigla il 3-1,...
Leggi l'articolo

L'evento è davvero straordinario. Per la prima volta, il "Ritratto di musico" di Leonardo da Vinci esce dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano per essere esposto all'interno dei Musei Capitolini e, in particolare, nell'esedra che ospita il celebre bronzo romano del Marco Aurelio. Siamo in presenza di un avvenimento che non può essere perso per alcuna ragione.

"Il 'Ritratto di musico' di Leonardo - spiega Pietro C. Marani, curatore della Veneranda Biblioteca Ambrosiana - è l'unico ritratto maschile tra i pochissimi pervenuti, tutti femminili, di Leonardo. Il musico è anche l'unico dipinto su tavola che si conservi nei musei di Milano. Eccezionale anche la datazione dell'opera: la prima di committenza privata eseguita da Leonardo dopo il suo arrivo in Lombardia, databile al tempo della prima versione della Vergine delle Rocce, intorno al 1485, e perciò da considerare opera precocissima, della prima maturità dell'artista".

"Il dipinto - continua Marani - mostra il graduale affrancarsi di Leonardo dai canoni della ritrattistica ufficiale del tempo: non un ritratto di profilo, araldico e immobile, ma mostrato di tre quarti e, benché non si accenni ad alcun movimento della figura, il 'moto mentale' è suggerito dallo sguardo, diretto fuori dal quadro, e dagli occhi appena sollevati dal foglio di musica, che regge con la mano destra. L'autografia dell'opera, ormai incontestabile dato che i maggiori studiosi di Leonardo l'accolgono senza riserve, contribuisce ad assegnare a questo straordinario ritratto un posto eminente nell'esiguo catalogo delle opere del tutto originali di Leonardo".

L'esposizione, che segue quella del bozzetto in terracotta "I due lottatori" di Michelangelo Buonarroti, anticipa lo straordinario appuntamento dell'autunno 2011, quando Roma, in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, ospiterà la mostra "Due italiani prima dell'Italia, Leonardo e Michelangelo", la quale, attraverso la collaborazione tra la Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la Fondazione Casa Buonarroti di Firenze, riunirà cento capolavori di Michelangelo e Leonardo.

Molto ben fatto è il catalogo edito da Silvana Editoriale, che contiene testi critici di Pietro Marani, di Davide Daolmi, di Mons. Marco Navoni e di Maria Teresa Fiorio.

La visita è assolutamente consigliata.

 

dall'11 dicembre 2010 al 27 febbraio 2011

Esedra del Marco Aurelio, Musei Capitolini - piazza del Campidoglio, Roma

Aperto dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 20.00. Lunedì chiuso.

Biglietto: intero € 11 - ridotto € 9

www.museicapitolini.org

www.mostraleonardo.com  

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.