Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 22 gennaio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Il Pallone d'oro resta a Barcellona: Messi trionfa su Iniesta e Xavi

La pulce argentina trionfa per il secondo anno di fila

10.01.2011 - Jacopo Fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUI CAMPIONATI ESTERI

Messi a quota 300, FA Cup in Inghilterra, PSG sconfitto dal Sochaux
Leggi l'articolo

CALCIO - Mes(si) que un club: 3-1 e Barca ancora in semifinale

La squadra di Guardiola non tradisce le attese ed elimina i rossoneri  
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUI CAMPIONATI ESTERI

Manchester United, Barcellona e Bayern Monaco creano il vuoto dietro di loro
Leggi l'articolo

CALCIO - Poker Champions per il Barca: dominato il Man Utd

La squadra di Guardiola domina a Wembley e trionfa per 3-1
Leggi l'articolo

 

Lionel Messi è il primo Fifa Pallone d'oro. A Zurigo l'attaccante del Barcellona ha vinto a sorpresa davanti ai suoi due compagni di squadra Iniesta e Xavi. Nonostante un mondiale non all'altezza delle aspettative ( zero gol in cinque partite), la pulce ha battuto di un soffio il suo compagno di squadra Iniesta che in molti davano come sicuro vincitore. L'ultimo giocatore riuscito nell'impresa di aggiudicarsi il trofeo per due anni di fila era stato il milanista Marco Van Basten, vincitore nell'88 e nell'89.

Dire che si tratti di uno scandalo quando, il giocatore universalmente riconosciuto come il più forte del mondo (insieme a Cristiano Ronaldo), vince un premio del genere è sicuramente un azzardo non da poco, ma la decisione ha colto impreparati molti degli addetti ai lavori, vincitore compreso, il quale ha dichiarato: "A dir la verità sono stupito anche io. Si era parlato tanto di Iniesta e Xavi che mi ero convinto lo vincesse uno di loro due. Hanno vinto il mondiale l'avrebbero meritato, ma è toccato a me. E' un premio che devo dividere con loro e con tutti gli altri mie compagni. L'ho vinto due anni di fila, sono tra i grandi del calcio".

La pulce ha ottenuto il 22,65% delle preferenze, contro il 17,36 di Iniesta e il 16,48 di Xavi.

Due le grandi sconfitte di questa assegnazione: l'Inter entrata nella storia con i suoi 5 trofei alzati nel 2010, e la Spagna vincitrice dei mondiali, che oramai aveva assaporato il dolce gusto di poter finalmente dare un successore a Luis Suarez (unico spagnolo ad aver vinto il trofeo nel 1960).

A commentare la vittoria di Messi è intervenuto il corrispondente italiano di France Football, Antonio Felici, il quale ha dichiarato: "E' una decisione che ha stupito tutti me compreso. Sono cambiati i criteri classici di assegnazione che erano propri di France Football, e questa è una conseguenza della fusione col Fifa World Player; basti pensare che, mentre prima era un premio assegnato solo tramite il voto dei giornalisti, ora i giornalisti votanti sono 154 su 570 totali, e questo sbilanciamento a favore di tecnici e capitani delle Nazionali può essere uno dei motivi di questa sorpresa. Se è un premio che deve essere assegnato al giocatore più forte in assoluto non si capisce perché Cristiano Ronaldo non sia stato inserito nel novero dei tre finalisti, se invece bisogna valutare il rendimento nell'anno solare dovrebbero spiegare perché non sia stato coinvolto nessun giocatore dell'Inter" . Incalzato poi, sul giocatore al quale lui stesso lo avrebbe consegnato, il giornalista risponde "Personalmente lo avrei consegnato a Xavi. E' lui il vero cervello del Barcellona e della Spagna. E bisogna dare il giusto peso alla qualità del giocatore e al suo rendimento. Avrei capito benissimo la vittoria di Iniesta che ha avuto il merito di segnare il gol decisivo dei mondiali, ma la scelta di Messi mi lascia perplesso".

Sorpresa anche per il Pallone d'oro degli allenatori, che va ad un José Mourinho commosso dopo l'elogio pubblico ricevuto dal suo ex giocatore Sneijder ("E' l'allenatore migliore che abbia mai avuto e il migliore del mondo. Gli auguro di restarlo fino a fine carriera") davanti a Del Bosque e Guardiola. Il tecnico di Setubal dichiara, quasi dimenticandosi per un attimo di sedere sulla panchina del Real Madrid: "Se sono stato premiato come allenatore migliore del mondo è perché ho allenato la squadra migliore del mondo. Grazie Inter, voglio condividere questo premio con i suoi tifosi". Un allenatore che non riuscirebbe ad essere banale neanche se si impegnasse.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.