Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 05 dicembre 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Il punto sulla Lazio

Editoriale di Laura Cigna, conduttrice della trasmissione “Olympia & Co.”, in onda su Radio Incontro

02.04.2012 - Laura Cigna



CALCIO - Il punto sulla Lazio

Una grande vittoria, nel nome del mitico Giorgio Chinaglia  
Leggi l'articolo

CALCIO – Il punto sulla Lazio

Editoriale di Laura Cigna, conduttrice della trasmissione “Olympia & Co.”, in onda su Radio...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SULLA LAZIO

Tutte le partite della S.S. Lazio commentate da Laura Cigna, conduttrice della trasmissione “Olympia &...
Leggi l'articolo

CALCIO - Il punto sulla Lazio

Ancora una sconfitta in trasferta per la squadra capitolina.  
Leggi l'articolo

 

Undicesima partita del girone di ritorno del campionato italiano: Parma-Lazio 3-1, con gol di Mariga, doppietta di Floccari e di Scaloni.

La Lazio è scesa in campo con un 4-3-1-2 che sorprende tutti: Reja ha deciso di tenere fuori Hernanes, con l'inserimento di Mauri e Kozak i quali, purtroppo, non sono riusciti ad essere incisivi. La squadra, senz'anima e senza gioco, ha trovato Lionel Scaloni come uomo partita: ha segnato, difatti, un gol che avrebbe dovuto riaprire il match. Ma così non è stato.

Nel corso della partita, Reja ha effettuato tre cambi: al 16' Scaloni per Dias, al 61' Alfaro per Rocchi e al 73' Hernanes per un poco ispirato Mauri.

Ad un certo punto, un colpo di scena: si spengono le luci al Tardini per un calo di tensione. L'arbitro Giannoccaro decide di fermare il gioco per qualche minuto. Quando si riaccendono la Lazio si ritrova ancora più spenta. Un blackout fuori e dentro il campo.

La squadra non riesce ad effettuare un tiro in porta e subisce le incursioni degli attaccanti del Parma, con un Floccari scatenato che non perde occasione per fare una doppietta e con Giovinco che fa letteralmente impazzire la nostra difesa.

Trovare il peggiore in campo in queste partite è davvero difficile, ma forse Konko ha battuto tutti e si aggiudica questo primato.

Qualcuno comincia a chiedersi se l'incitare i tifosi ad andare allo stadio sia una cosa giusta quando si vedono partite "giocate" in questo modo. A tale domanda non posso che rispondere con il cuore.

Si deve andare allo stadio perchè siamo della Lazio, perchè l'abbiamo nel cuore, per sentire i brividi alle prime note dell'inno, per provare gioie e dolori e, soprattutto, per amare una squadra così discontinua e difficile da capire.

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.