Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Sport

SPECIALE EUROPEI - Italia Spagna 1-1: esordio positivo contro i campioni in carica

Al gol di Di Natale risponde Fabregas dopo 4 minuti

12.06.2012 - Jacopo Fontanelli



SPECIALE EUROPEI - GRAZIE LO STESSO!!!

Finale amara, la Spagna ci domina 4-0  
Leggi l'articolo

CALCIO - Ecco i trenta pre-convocati di Prandelli per il Mondiale

Il 19 maggio 2014 il raduno a Coverciano. Ci saranno anche Darmian, Paletta, Romulo. Mirante convocato a scopo...
Leggi l'articolo

CALCIO – Italia-Argentina 1-2, gol di Higuain, Banega e Insigne

Ampio il divario tecnico e atletico con i sudamericani: azzurri poco incisivi, Marchetti decisivo in tre occasioni...
Leggi l'articolo

CALCIO – TIM CUP – La Roma a mani vuote, senza Coppa e fuori dall’Europa

Non basta il talento di Marquinhos, Lamela, Totti e Destro: lacrime a fine gara
Leggi l'articolo

 

Partita bella a Danzica e forse nessuno se lo aspettava. Dopo il peggior mondiale della storia del calcio italiano, l'Italia si presenta all'Europeo al cospetto dei campioni del mondo e d'Europa in carica. Molti tifosi pensano già ad una scontata debacle, ad una partita da sparring partner annunciato, e invece Prandelli riesce a domare le furie rosse e a sfiorare in più di un'occasione il colpo grosso.

La formazione azzurra è quella annunciata: 3-5-2 con De Rossi (maiuscola la sua prova) a guidare la difesa nelle vesti di perno centrale di difesa; Pirlo a dettare i ritmi del centrocampo e la coppia Balotelli-Cassano in attacco pronta a colpire là dove si dovessero creare gli spazi.

La Spagna entra in campo schierando a sorpresa un 4-3-3 senza punte: con Silva, Fabregas e Iniesta a far girare la palla per aspettare l'inserimento giusto.

Il primo tempo è scritto: Spagna col possesso palla e Italia pronta a ripartire in contropiede, ma le azioni più pericolose sono tutte azzurre: prima una punizione di Pirlo dai venti metri, poi Cassano da dentro l'area e poi Marchisio con uno stupendo destro al volo impegnano Casillas. Dei rossi di Del Bosque non vi è traccia se non per due tiri deboli prima di Silva e poi di Iniesta parati a terra facilmente da Buffon. Allo scadere del primo tempo le occasioni più ghiotte: colpo di testa di Thiago Motta su cui si supera Casillas, e pallonetto alto sulla traversa di Iniesta che impaurisce i tifosi azzurri.

Al rientro dagli spogliatoi stessi ventidue e partita che riprende sulla stessa falsariga: al decimo minuto un rimpallo favorisce Balotelli che si presenta in posizione defilata solo davanti al portiere avversario ma inspiegabilmente si dimentica di tirare permettendo il recupero di Sergio Ramos. E' questo l'ultimo pallone giocato dall'attaccante del City, che poi dovrà lasciare il posto al capocannoniere del nostro campionato Di Natale. Ed è proprio l'attaccante dell'Udinese che su una perfetta verticalizzazione di Pirlo, insacca il pallone in rete con un preciso destro sul secondo palo: nessuno l'avrebbe detto ma l'Italia si trova in vantaggio contro la squadra più forte del mondo.

L'illusione però non dura nemmeno il tempo di esultare con parenti ed amici: solito tiki taka spagnolo al limite dell'area e Silva lancia Fabregas solo davanti a Buffon: al minuto 65' il risultato è di nuovo in parità. Si ricomincia a giocare sull'1-1 ma si vede che le due squadre sono stanche, e per certi versi sembrano anche accontentarsi del pari. La Spagna sfiora la vittoria prima con Iniesta (super miracolo di Buffon) poi con Torres che spreca malamente da ottima posizione. L'Italia invece con Di Natale (splendida semirovesciata al volo su assist di Giovinco entrato al posto di Cassano) e con Marchisio che dopo un perfetto triangolo con Motta tira addosso a Casillas dal dischetto del rigore.

E' un risultato che lascia inalterate le speranze di qualificazione delle due favorite nel girone che ora si potranno mettere comode sul divano a guardarsi Croazia - Repubblica d'Irlanda (magari tifando per un bel pareggio anche lì). L'Italia ha giocato senza timori reverenziali, cancellando la brutta prestazione con la Russia nell'amichevole di Zurigo di sabato scorso. Ha mostrato una solida fase difensiva e buoni spunti in attacco: un po' appannati sono sembrati Balotelli e Cassano, ma per nostra fortuna la panchina è lunga e valida, come hanno dimostrati i due sostituti.

La prestazione ha fatto tornare un po' di entusiasmo ed ha sicuramente aumentato la sicurezza della squadra, e volendo essere scaramantici non bisogna dimenticare come vanno a finire le competizioni internazionali quando il nostro paese viene travolto da uno scandalo calcistico. Se son rose...

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.