Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 14 dicembre 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Roma: ennesima brutta figura contro l'Udinese

29.10.2012 - Francesco Palumbo



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Scandalo a Catania, Juve sempre più prima, dietro tengono Inter e Napoli

Vittoria tra mille polemiche per i bianconeri; l’Inter suona l’ottava e il Napoli è sempre...
Leggi l'articolo

CALCIO - La Roma torna a sorridere: 3-1 all'Udinese

Con un gol di Totti nel finale la Roma dà un calcio alla crisi  
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma: addio sogni di Champions

Pari al Friuli di Udine, Muriel risponde a Lamela  
Leggi l'articolo

Le partite si sa durano novanta minuti. In teoria dovrebbero saperlo anche i giocatori della Roma visto che masticano questo sport da anni, eppure il film andato in scena stasera allo stadio Olimpico contro l'Udinese ha dimostrato il contrario. La squadra di casa gioca bene per quasi mezz'ora, Lamela si inventa un gol da fuoriclasse incuneandosi fra i difensori bianconeri e battendo l'estremo difensore friuliano con un delizioso e preciso tiro ravvicinato, dopo neanche due minuti raddoppia, stavolta è bravo Osvaldo a servirgli un pallone d'oro che l'argentino di testa spinge in rete.

Dopo il momentaneo e spettacolare vantaggio va in scena il disastro, sportivo, che vede la Roma protagonista. Perchè è vero che le partite si devono chiudere, ma forse è altrettanto vero che sul 2-0 una partita può anche considerarsi chiusa e basterebbe o meglio sarebbe bastato far girare il pallone magari cercando il terzo gol in contropiede, ed invece dopo il gol di Domizzi che sfrutta un involontario assist di Osvaldo, la squadra di Udine prende coraggio e nella ripresa troverà il pareggio ed il gol vittoria con una doppietta del solito Di Natale.

Razionalmente è difficile trovare una spiegazione a questi black-out che ormai da qualche partita puntualmente caratterizzano le partite della Roma, quando la squadra gioca riesce anche a divertire, a far intravedere schemi e sovrapposizioni interessanti. La verità è che si tratta di una squadra fragile ed insicura, che appena prende gol si smarrisce perdendo il filo del gioco. Non è più possibile parlare di partita sfortunata o "accollarla" al caso, lo smarrimento che colpisce gli undici di Zeman è ormai cronico, a volte dura venti minuti a volte cinquanta ma capita puntualmente ogni domenica e mette a serio rischio le coronarie dei suoi tifosi e i punti in classifica, si perchè ad oggi il tanto chiacchierato terzo posto è a sette lunghezze di distanza, troppi e sicuramente difficili da rimontare.

Mercoledì sera la Roma sarà ospite del Parma, c 'è da giocarsi l'over alla Snai e sperare che i giocatori giallorossi lascino paure ed amnesie a casa.

Per chiudere, da stigmatizzare il comportamento del friulano Armero, brutto il gesto dello sputo nei confronti di Tachsidis, in compenso bisogna fare i complimenti a tutti gli altri giocatori di Guidolin, hanno costruito la vittoria, rigore a parte, con pazienza e determinazione, grazie a contropiede fulminanti ed con un'invidiabile attenzione difensiva. Portano a casa tre punti che danno ossigeno ed entusiasmo dopo la sconfitta di giovedì scorso in Europa League.

A proposito del greco Tachsidis, sarà squalificato contro il Parma perchè espulso, le voci dallo stadio alle radio impazzano esultanti, sembra che sia solo colpa sua se la Roma in vantaggio per due gol a zero si sia fatta poi battere in casa. Il greco avrà colpe e limiti evidenti ma non può essere lui l'unico capro espiatorio, ci si aspetta molto di più anche dagli altri centrocampisti, stasera Pianjc e De Rossi hanno deluso, arrancando in mezzo al campo per quasi un tempo e mezzo.

Da domani a Trigoria si ricomincerà a lavorare e tanto conoscendo il tecnico boemo, sarà già anti vigilia della sfida del Tardini, meglio rimettersi subito a giocare, augurandosi che i giocatori della Roma non smarriscano in tre giorni la voglia di rivalsa e la rabbia per una sconfitta del genere.

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.