Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 16 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Stop per la Juve. La Lazio ne approfitta. Risalgono anche Inter e Napoli

I bianconeri impattano a Parma e la Lazio si porta a -3. Fiorentina e Roma perdono il treno Champions.

14.01.2013 - Jacopo Fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO. Juve implacabile, all'Inter il big match con il Napoli, vincono anche Roma e Milan

Basta un gol di Lichsteiner per restare primi. Guarin e Milito schiantano il Napoli.
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma: solo un pareggio contro il Pescara

La squadra di Andreazzoli non approfitta a pieno del passo falso della Lazio
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio ritrovata: all’Olimpico tornano Klose, la grinta e la vittoria

2-1 in rimonta per i biancocelesti contro il Catania, Candreva dal dischetto chiude la partita  
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma: addio sogni di Champions

Pari al Friuli di Udine, Muriel risponde a Lamela  
Leggi l'articolo

La Juventus non sta vivendo un momento di forma eccellente e si vede anche in questa giornata. Forse ha pagato le fatiche di coppa Italia col Milan (vittoria 2-1 ai supplementari), ma non si può negare che quest'anno, come l'anno scorso la squadra di Conte sta accusando una flessione nel periodo invernale.

A Parma la partita è equilibrata e tutto lascerebbe presagire ad uno 0-0 (stesso risultato di un anno fa); le occasioni sono poche, Quagliarella e Amauri spaventano poco i portieri avversari. E' una punizione di Pirlo, deviata da Biabiany a mettere la partita in discesa per la capolista. Ma a venti minuti dalla fine una inspiegabile finta di Vucinic a centrocampo regala il pallone a Paletta che manda Sansone solo davanti a Buffon, e per il giovane, che ha già segnato all'Inter, è facile siglare un altro gol decisivo che vale l'1-1.

La Lazio si porta a soli tre punti dalla Juve (avendo lo scontro diretto all'Olimpico) grazie ad un 2-0 contro l'Atalanta. Molto contestato il primo gol biancoazzurro: tiro di Floccari sulla traversa, la palla gli rimbalza sul braccio e dopo l'attaccante può comodamente mettere in rete. Il tocco di mano è evidente e sicuramente involontario, come spiega anche l'arbitro di porta dopo le furiose proteste atalantine, ciò nulla toglie al fatto che ne sia stato tratto un vantaggio. Brivio con un incredibile autogol su cross di Mauri fissa il punteggio sul 2-0.

Il Napoli strapazza il Palermo che esce dal San Paolo con un 3-0 che va molto al di là dei suoi demeriti. Anzi, nella prima mezzora sono quasi solo i rosanero a fare la partita e a sfiorare il gol con Brienza e Ilicic. Poi si sveglia Hamsik che prima calibra un perfetto cross sulla testa di Maggio per l'1-0 e poi serve a Inler il pallone che lo svizzero scaraventa in porta per il 2-0 che chiude il primo tempo. Insigne suggella il trionfo degli azzurri. Due notazioni: la contemporanea presenza in campo dei fratelli Insigne negli ultimi minuti del match; e il Napoli, tolta la partita allo Juventus Stadium, ha fatto gli stessi punti sul campo della Juventus.

L'Inter riprende la corsa nell'anticipo del sabato sera, sconfiggendo il Pescara in una partita a dir poco soporifera. Niente di meno entusiasmante di una partita in cui i padroni ci casa fanno un gioco lento e prevedibile, e che trovano i gol solo grazie a due accelerazioni di Palacio; nel primo tempo ottimo controllo e tiro per l'1-0, nel secondo superba finta che mette a sedere Colucci e palla indietro a Guarin che a porta vuota raddoppia con il più facile dei gol.

Cade ancora la Fiorentina fortemente penalizzata dagli arbitri; sblocca, sull'ennesimo calcio piazzato di Borja Valero, un autogol di Brkic dopo la traversa di Gonzalo Rodriguez; pareggia Di Natale su rigore dubbio e con quattro giocatori bianconeri in fuorigioco, e raddoppia ancora Di Natale partendo da posizione netta di offside. Chiude sul 3-1 Muriel grazie ad una incredibile papera di Neto (che aveva sostituito Viviano proprio dopo i suoi gravi errori in Roma Fiorentina di un mese fa).

La Roma perde a Catania dopo aver sbagliato l'impossibile con Destro; il giovane attaccante giallorosso fa vedere perché Zeman gli preferisca quasi sempre Osvaldo; almeno quattro sono le palle gol gettate al vento dall'acquisto più costoso della scorsa campagna acquisti. Come nel migliore dei copioni del calcio, il troppo sbagliare punisce la Roma, e Gomez sigla l'1-0 finale. Sono tre le sconfitte della Roma nelle ultime quattro partite e ora è attesa dalla Fiorentina in trasferta e dall'Inter in casa domenica prossima. Ancora una panchina per De Rossi che non mancherà di far discutere.

Non ne approfitta il Milan che a Marassi con la Samp, dà vita ad uno 0-0 senza troppe emozioni. Rossoneri più vicini al gol dei padroni di casa, che sembrano accontentarsi del pareggio dopo l'impresa di settimana scorsa a Torino con la Juve.

Il Cagliari arresta la serie di cinque sconfitte di fila, battendo 2-1 in casa il Genoa; ospiti in vantaggio con Pisano, raggiunti prima da Sau e poi sul finire da Conti, che regala alla coppia Pulga-Lopez tre punti fondamentali per la classifica.

Il Torino nel lunch-match della domenica sconfigge 3-2 il Siena: Brighi apre per i padroni di casa, pareggia Reginaldo per gli ospiti, poi Bianchi e Cerci sembrano chiudere il match, che invece si riapre nel finale grazie ad un gol di Paolucci. Rosina calcia fuori il rigore del possibile 3-3.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.