Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 11 luglio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - Genoa-Lazio 3-2, la beffa di Rigoni al 95'

I due volti dei biancocelesti contro un Genoa arrembante

03.02.2013 - Simone Di Tommaso



CALCIO - Roma, emozione Totti

Il capitano raggiunge Nordahl. La squadra di Andreazzoli vince ma non brilla
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio ritrovata: all’Olimpico tornano Klose, la grinta e la vittoria

2-1 in rimonta per i biancocelesti contro il Catania, Candreva dal dischetto chiude la partita  
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Immutata la lotta al vertice

L'Europa decide la 25ma giornata, Juve ko e pareggio per il Napoli
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio-Udinese 2-1, ottimo debutto per Biglia e Novaretti

Più luci che ombre per la squadra di Petkovic: travolgente per un’ora, poi cala e rischia il pareggio
Leggi l'articolo

A Genova si è giocata la partita che non ti aspetti. Dopo la strepitosa vittoria di martedì contro la Juve in semifinale di Coppa Italia, la Lazio conferma il periodo negativo in campionato, incappando in una sonora sconfitta contro la più intraprendente squadra rossoblu. 

È quasi un mese che i biancocelesti non riescono a guadagnare la vittoria. La squadra non gira al meglio, alcuni giocatori sono acciaccati e stanchi, la manovra non è precisa, veloce e geometrica come solo qualche tempo fa. In più, quando mancano le prestazioni dei giocatori più preziosi la vittoria stenta ad arrivare.
Petkovic, obbligato dalle assenze dei fondamentali Biava, Dias ed Hernanes, schiera un inedito 3-5-2, con una linea difensiva formata da Ciani, Cana e Radu, a centrocampo Konko, Gonzalez, Ledesma, Mauri e Lulic, davanti la coppia Klose e Floccari.

I primi venti minuti sono a senso unico. Il Genoa capitalizza, senza problemi, due occasioni e si porta sul 2-0 grazie ai fantastici gol segnati da Borriello e Bertolacci. La Lazio accusa il colpo ma non riesce a invertire la partita. Klose e Ledesma - diffidato e quindi a rischio squalifica nel prossimo match di sabato sera contro il Napoli - non sembrano in giornata di grazia e, si sa, quando mancano loro manca quasi tutta la squadra. Primo tempo, dunque, consegnato senza idee, senza agonismo e senza gioco nelle mani del Genoa.

Nel secondo tempo Kozak rileva lo stanco e infortunato Klose, la Lazio sembra cambiare mentalità. Piano piano, dopo qualche timida apparizione davanti alla porta difesa da Frey, accorcia le distanze con un gran gesto tecnico di Floccari che la mette dentro sul cross pennellato di Mauri. La partita si incattivisce. Matuzalem, forse con qualche conto da chiudere con alcuni ex compagni laziali, si rende protagonista di un episodio sconcertante: da dietro punta Brocchi che si involava palla al piede nel centrocampo avversario e interviene su di lui con un intervento a forbice che stende letteralmente il mediano biacoceleste. Brocchi, reduce da un fastidiosissimo infortunio al metatarso del piede destro che lo ha tenuto fuori dai campi di gioco per circa un anno, si accascia a terra paralizzato dal dolore. Resta un vero mistero il comportamento dell'arbitro Tagliavento che non sanziona con il rosso diretto il fallo da codice penale di Matuzalem, che pur vedendo Brocchi in preda ai dolori più lancinanti, neanche si avvicina all'ex compagno di squadra per confortarlo. Episodio gravissimo che getta una luce sinistra sul centrocampista brasiliano, già autore in carriera di altri gesti di poco fair play. Al posto di Brocchi, che neanche 10 minuti prima aveva rilevato un Ledesma non al meglio, entra l'unico acquisto del deludente mercato di riparazione biancoceleste, Bruno Pereirinha. Il giovane portoghese nel giro di pochi minuti conquista un corner e una buona punizione davanti all'area genoana. Il Genoa si chiude nella propria metà campo e difende il vantaggio quando all'80' Tagliavento concede un rigore alla Lazio per un'evidente trattenuta in area. Mauri trasforma spiazzando completamente Frey e riportando il punteggio in parità.

La Lazio vuole vincere la partita a tutti i costi e nei 5' di recupero si sbilancia pericolosamente alla ricerca del terzo gol. Purtroppo l'epilogo è diverso: al 94' Rigoni, esordiente in rossoblu, trova il gol della vittoria, non perdonando le disattenzioni della retroguardia laziale.

La sconfitta lascia molto amaro in bocca. Sui social network si riversa la rabbia di molti tifosi biancocelesti delusi dal mancato rafforzamento della squadra, per il terzo anno consecutivo, nella finestra di mercato di gennaio: effettivamente nelle ultime due stagioni il calo della Lazio nel girone di ritorno, tra infortuni e partite giocate ogni 3 giorni per la partecipazione all'Europa League, non ha permesso alla Lazio di Lotito di entrare in Champions League per un soffio. Non sempre il mercato di riparazione offre opportunità importanti, ma era dovere della società mettere a disposizione di Petkovic forze fresche per dare il ricambio a calciatori un po' usurati dall'età avanzata e dalle tante partite finora disputate.

Sabato prossimo la Lazio è attesa in casa proprio dal Napoli, la squadra più in forma del campionato e che a gennaio non si è fatta scappare l'occasione per rimpinguare l'organico. La partita sarà molto complicata: Hernanes sarò assente ancora per qualche tempo, dopo il brutto infortunio alla testa nella semifinale di Coppa Italia all'Olimpico. Quasi sicuramente anche Klose dovrà dare forfait. Petkovic potrà contare tuttavia sulla difesa titolare con il recupero di Biava e Dias (rientranti da un turno di squalifica). La Lazio dovrà davvero dare tutto per far dimenticare in fretta i deludenti risultati ottenuti con Palermo, Chievo e Genoa.

Eloquenti e puntualmente oneste le dichiarazioni di Petkovic a fine gara: "Nel primo tempo abbiamo subito due tiri e due gol e loro sono andati meritatamente in vantaggio. Dopo l'1-0 non eravamo più presenti sul campo, eravamo troppo confusi, forse ha pesato la gara di Coppa Italia e non tutti erano al 100%. Nel secondo tempo c'è stata la reazione e meritavamo qualcosa di più, ma certe occasioni, come quella di Konko, non si possono sbagliare. Complimenti al Genoa che ci ha creduto fino alla fine. E a tutti quelli che dicono che abbiamo fortuna possiamo dire che oggi siamo stati sfortunati".

A Petkovic il compito di ricostruire il morale della squadra.

Il tabellino
23ma giornata del campionato italiano di Serie A Tim 2012/2013
Genoa-Lazio3-2 (15' Borriello, 22' Bertolacci, 57' Floccari, 81' rig. Mauri, 94' Rigoni)
Arbitro: Tagliavento

Le pagelle
Marchetti 7
Ciani 4
Cana 6
Radu 5,5
Konko 5
Gonzalez 5,5
Ledesma 5 (dal 64' Brocchi sv, dal 70' Pereirinha 6)
Mauri 6,5
Lulic 5
Floccari 7
Klose 5 (dal 46' Kozak 5,5)
All. Petkovic 5

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.