Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 25 maggio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SULLA CHAMPIONS LEAGUE

Bayern sugli scudi, capolavoro Milan contro il Barcellona

24.02.2013 - Luca d'Alessandro



CALCIO - Bayern Monaco-Roma 2-0, le pagelle giallorosse

Ancora male i terzini. Garcia limita i danni ma appare in confusione tattica schierando Pjanic e Nainggolan esterni di...
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma-Bayern Monaco 1-7. Le pagelle giallorosse

Garcia perde la gara contro Guardiola. Cole-Manolas inguardabili. Si salva solo Gervinho
Leggi l'articolo

CALCIO-UCL - Tutti i segreti del Ranking UEFA

Italia all'attacco del terzo posto per riavere quattro squadre in Champions League nella stagione 2017/2018
Leggi l'articolo

CALCIO - Coppe Europee: 80 squadre nella fase a gironi

In Champions la Roma pesca il Barcellona, la Juve Siviglia e Manchester City. In EL più fortuna per Lazio,...
Leggi l'articolo

Seconda settimana molto avvincente di ottavi di finale della Champions League: martedì apre le danze la prova di forza del Bayern Monaco che all'Emirates Stadium passa 1-3 contro l'Arsenal. La compagine guidata da Jupp Heynckes, in fuga nella Bundesliga con 15 punti di vantaggio sulla seconda, si candida come una delle favorite alla vittoria anche in Champions impartendo una vera e propria lezione di calcio ai gunners di Wenger. Tedeschi in vantaggio al 7' con un destro di controbalzo dal limite dell'area di rigore di Kroos. Al 20' su azione di calcio d'angolo è Muller a trovare il tap-in vincente per lo 0-2 col quale termina il primo tempo. A inizio ripresa l'Arsenal accorcia le distanze con l'ex Podolsky che sfrutta un'indecisione in uscita di Neuer. Il portiere della nazionale tedesca però si riscatta al 71' quando compie una grandissima parata sul tiro di Giroud. Il Bayern risponde e fa tris. Discesa sulla fascia destra del capitano Lahm, cross per Mandzukic che in maniera rocambolesca segna il suo 19° gol personale in 27 gare stagionali.

Allo stadio "Do Dragao" il Porto ospita il Malaga che ha vinto con merito il girone in cui era presente il Milan. Gara poco spettacolare quella giocata da due squadre di pari livello. I portoghesi nel primo tempo si fanno notare solo per le giocate del talento russo Izmailov. Al 55' il Porto trova il gol vittoria con Joao Moutinho, pescato sul filo del fuorigioco da un bel cross di Alex Sandro. Il Malaga, non pervenuto in campo, limita i danni e spera di ribaltare il risultato sfruttando il fattore casalingo nella gara di ritorno.

Mercoledì da ricordare per i colori italiani, il Milan compie l'impresa e batte il Barcellona 2-0 in una gara che ha messo in luce tutta la preparazione e l'intelligenza tattica di Massimiliano Allegri, tecnico curiosamente discusso fin da inizio stagione per i deludenti risultati di una squadra evidentemente mutilata in difesa e in attacco con partenze eccellenti. Sì, perché se leggere zero alla voce gol segnati per il Barcellona è cosa rara, vedere i blaugrana fare un paio di tiri e non riuscire a sviluppare gioco è cosa quasi unica. Messi & Co. non impensieriscono mai un Milan molto coperto e diligente nel primo tempo in cui, pur con un'attitudine molto catenacciara, trova nel giro di un minuto le due occasioni più importanti della prima frazione: al 15' El Shaarawy sulla sinistra, indeciso se crossare in mezzo o tirare, perde il tempo giusto e Puyol manda in angolo. Dagli sviluppi dello stesso corner, Boateng con un tiro-cross va vicino a portare in vantaggio i rossoneri. Quando tutti si aspettano una gara bloccata, sulla falsariga di ciò che si è visto nella prima frazione di gioco, dagli spogliatoi esce il Milan che non ti aspetti. Guidato da un Montolivo super in versione regista, la squadra abbandona la modalità catenaccio e comincia a produrre gioco, trovando al 55' il vantaggio: tiro dello stesso Montolivo dalla lunga distanza, respinta di J.Alba che carambola su Zapata (tocco di mano), Boateng di sinistro raccoglie la palla vagante e deposita in rete. La reazione del Barcellona è tutta nelle conclusioni da fuori area di Iniesta prima e di Xavi su punizione poi, segno che la squadra guidata per l'occasione da Roura, in continuo contatto telefonico con New York dove Villanova risiede motivi di salute, non riesce a trovare varchi nello scacchiere milanista. Al minuto ottanta è ancora Montolivo a innescare sulla destra Niang, passaggio a centro area per El Shaarawy , stop e passaggio per l'accorrente Muntari che al volo è bravo a tenere basso il pallone e a incrociare in rete di sinistro. 2-0 che fa esplodere il pubblico presente sugli spalti del Meazza, guidato da uno scatenato Balotelli in tribuna che esulta, da vero ultras rossonero, con la complicità di Robinho e dalla sua nuova fiamma Fanny. Barcellona battuto, ma non sconfitto, anche se al Nou Camp l'impresa la dovranno compiere i padroni di casa.

A chiudere l'andata degli ottavi di finale è il match Galatasaray-Shalke 04. Turchi protagonisti del mercato di gennaio con gli acquisti di Snejder e Drogba, vero outsider del torneo. Con il nuovo duo a trovare l'intesa è Burak Ilmaz, capocannoniere della competizione assieme a Cristiano Ronaldo, che sblocca il risultato al 12' con un gol di pregevole fattura: controllo di tacco a scavalcare il difensore e destro potente su cui Hildebrand non può nulla. Galatasaray subito in vantaggio, ma la gara è apertissima e ricca di occasioni da gol. Schalke vicino al pareggio al 15' con Howedes bravo a svettare di testa su calcio d'angolo ma il tiro danza sulla linea di porta e Huntelaar non riesce a trovare la deviazione vincente. Capovolgimento di fronte e Drogba, protagonista assoluto nella passata edizione della Champions, ha la palla buona per il 2-0 ma Hildebrand respinge il sinistro dell'ivoriano, respinta che finisce sui piedi di Altintop il cui tiro va incredibilmente a stamparsi sulla traversa con la porta sguarnita. "Gol mangiato, gol subito" è una delle regole non scritte del calcio e cosi è puntualmente Farfan in contropiede sfrutta la sua velocità e serve in mezzo l'accorrente Jones che di piatto non sbaglia l' 1-1 allo scadere dei primi 45 minuti di gioco. Nel secondo tempo la gara si mantiene gradevole anche se le azioni pericolose si concentrano nell'arco di 3 minuti dal 75' al 79'. La prima palla gol capita sui piedi del "cacciatore" Huntelaar, ma la sua girata al volo termina alta. Un minuto dopo, torre di testa di Drogba per Ilmaz che chiude troppo il suo destro e la palla termina di poco a lato. L'ultima azione del match è per i tedeschi con Draxler che guida, e spreca, un'azione di contropiede terminata con un tiro a lato. Finisce in parità una gara che promette spettacolo anche nel return match del Gelsenkirchen.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.