Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 15 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Tutto invariato in testa

Napoli Juve 1-1, Milan-Lazio 3-0 tra le polemiche. Totti fa 225 come Nordahl

04.03.2013 - jacopo fontanelli



CALCIO - Roma: solo un pareggio contro il Pescara

La squadra di Andreazzoli non approfitta a pieno del passo falso della Lazio
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio ritrovata: all’Olimpico tornano Klose, la grinta e la vittoria

2-1 in rimonta per i biancocelesti contro il Catania, Candreva dal dischetto chiude la partita  
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma: addio sogni di Champions

Pari al Friuli di Udine, Muriel risponde a Lamela  
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Napoli in Champions. Continua il crollo dell’Inter battuta dalla Lazio

Juve senza problemi a Bergamo. Tutte vittorie in trasferta, tranne i pareggi di Torino e Sampdoria
Leggi l'articolo

È sempre più spezzatino: non quello buono col sugo rosso e la polenta, ma quello fatto da un calendario pallonaro che ti occupa dal venerdì alla domenica. Il big match del San Paolo, parte venerdì con mille aspettative di rimonta e di bel calcio. Quello che si vede nel primo tempo è una Juventus padrona, che dopo il gol di Chiellini (duello rusticano con Cavani a parte) ne sfiora due con Vucinic, ma erano facili e al montenegrino che gioca in pigiama, si sa, quelli facili non riescono proprio. Un minuto prima dell'intervallo Inler, il più fischiato fino a quel momento, trova un tiro da 25 metri che Bonucci devia alle spalle di Buffon. Stesso vizio dell'anno scorso per il difensore bianconero, quando nel match scudetto a San Siro col Milan deviò un tiro di Nocerino, che altrimenti Buffon avrebbe parato mangiando una ciambella. 1-1 allora, e 1-1 adesso. E crediamo a questo punto che farsi autogol nelle partite decisive sia pura scaramanzia. 

Tra mille polemiche il Milan affonda la Lazio; espulso Candreva e punizione fuori area. Rizzoli, vero protagonista del match, vede bene e agisce male: il fallo era fuori area, ma Dias era l'ultimo uomo. Bastava il giallo a Candreva. Meglio allora sbagliare assegnando il rigore ma lasciare che la sfida per il terzo posto tra Milan e Lazio si svolgesse 11 contro 11. Invece i cinque arbitri ci hanno messo due minuti e venti a prendere la decisioni più sbagliata. 3-0 firmato Pazzini (altra svista, il gol è irregolare per evidente fallo in scivolata di El Shaarawi su Pereirinha in vantaggio di un metro e mezzo), Boateng, Pazzini e classico "tanto avremmo vinto lo stesso" nel post partita per giustificare l'ennesimo episodio arbitrale a favore.

L'Inter senza la difesa (per necessità) e l'attacco titolare (per scelta), poteva naufragare a Catania; il caso Cassano ha scosso la vigilia, 2-0 dopo venti minuti, e addio sogni di terzo posto; pessima sarebbe stata anche la preparazione della gara contro il Tottenham di giovedì. E invece no. Riapre la partita Alvarez che fino a quel momento aveva trotterellato per il campo il modo indisponente. Pareggia Palacio, che si prende anche il lusso di completare la rimonta a tempo ormai scaduto per una vittoria di cuore e grinta che potrebbe segnare la svolta della stagione.

È la domenica di Francesco Totti. 225, come Nordahl. L'abbraccio infinito di una tifoseria intera che in una stagione, per ora oscura, si stringe attorno al suo capitano chiedendogli da più parti di provare a raggiungere Piola. 274 sono tanti, sarebbero ancora 4/5 di carriera, ma il dieci giallorosso ce la può fare a ottenere un record che mai nessuno potrebbe superare. Per la cronaca 3-1 per la Roma sul Genoa (con un dubbio rigore su De Rossi ad aprire le marcature e l'espulsione di Kucka) e terza vittoria di fila per i capitolini. Ritrovato Stekelenbourg, grande serata per l'olandese e per l'esordiente Romagnoli.

Vince la Fiorentina, con molta fatica su un buonissimo Chievo. Sembra che Pasqual al 5' faccia partire la goleada e invece, dopo la solita quantità di gol mangiati, Cofie riporta i suoi sull'1-1. Deve entrare Larrondo al posto di uno spentissimo Jovetic, per trovare la zampata del 2-1, pur se in netto fuorigioco.

Un'uscita di Mirante alla ricerca della felicità permette a Icardi (promesso sposo neroazzurro) di far volare la Sampdoria di Delio Rossi. 1-0 sul Parma e salvezza vicina per i blucerchiati.

Di Natale fa esonerare Bergodi, e soprattutto sprofondare il Pescara sempre più giù.
Tra una forchettata di pasta e un po' di carne con insalata in pochi avranno avuto qualche sussulto nel vedere lo 0-0 tra Torino e Palermo.

Il Bologna trita il Cagliari 3-0 con un gol spettacolo di Diamanti e la rivelazione Taider. Vittoria dedicata da Pioli a Lucio Dalla che il 4 marzo avrebbe fatto il compleanno.

A questo punto della stagione, nove volte su dieci, chi si è trovato nelle ultime tre posizioni è sempre retrocesso. Siena (0-2 in casa con l'Atalanta), Pescara e Palermo hanno 21 punti e dovrebbero farne 19 nelle undici giornate rimanenti per raggiungere la quota salvezza. Impresa ardua, si mettano una parte di anima in pace.

Lunedì sera, l'Old Trafford richiama l'attenzione di chiunque sia appassionato di calcio: il Real, uscito vincitore dal doppio Clasico, e il Manchester giocheranno il ritorno degli ottavi in Champions. Si parte dall 1-1 dell'andata.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.