Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 10 dicembre 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SULL’EUROPA LEAGUE

Lazio unica italiana ai quarti di finale. Passano Newcastle, Fenerbahce, Chelsea, Benfica, Tottenham, Rubin-Kazan, Basilea

17.03.2013 - Carlo Cotticelli



CALCIO – La Lazio termina il cammino in Europa League con una sola sconfitta

Fallisce la difficile rimonta contro il Fenerbahce. Duecento tifosi turchi ospiti della UEFA
Leggi l'articolo

CALCIO - Europa League: la Lazio passa ai quarti di finale

Tripletta storica di Kozak, ora a Istanbul contro il Fenerbahce
Leggi l'articolo

CALCIO – Lazio, prima storica vittoria in Germania

Splendida vittoria contro lo Stoccarda, biancocelesti sempre imbattuti in Europa League
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SULL’EUROPA – Il Real fallisce la remuntada. Basilea e Fenerbahce eliminate

CL: Bayern – Borussia, finale tutta tedesca a Wembley. EL: Chelsea - Benfica ad Amsterdam
Leggi l'articolo

 

La Lazio resta l'unica italiana in corsa nei quarti dell'Europa League 2012-2013 ed è anche la prima squadra italiana a entrare nelle prime otto dopo la riforma della competizione, basta questo per capire l'importanza dell'obiettivo raggiunto dalla squadra di Petkovic che tra l'altro ha regolato lo Stoccarda anche al ritorno. Un secco 3-1 firmato Kozak che balza in testa alla classifica dei marcatori della competizione europea: curioso destino per un calciatore che stenta invece a trovare un posto in campionato. Evidentemente il tipo di gioco all'estero concede maggiore libertà al centrattacco ceco ma non si dica che segna molto solo per la pochezza delle avversarie poiché tali non possono essere considerate compagini come Borussia Moenchengladbach e Stoccarda che lo scorso anno hanno sfiorato la qualificazione in Champions. Ora la Lazio affronterà nei quarti i turchi del Fenerbahce, squadra ampiamente alla portata dei biancocelesti romani che dovranno superare un'altra volta l'handicap delle porte chiuse nella partita di ritorno.

Non ce l'ha fatta l'Inter che pur rimontando lo 0-3 dell'andata con una prestazione molto generosa che ha visto Cassano sugli scudi, e addirittura battendo 4-1 nei supplementari il Tottenham, viene eliminato per la regola dei gol fuori casa (che valgono doppio); purtroppo si sono rivelati determinanti i gol sbagliati all'andata da Palacio e Alvarez. Perché è vero che il Tottenham è una squadra in crescita, ma in difesa concede molti spazi agli avversari. Uscire da Londra con una sconfitta più contenuta avrebbe consentito ai nerazzurri di passare sicuramente ai quarti.

Soffre ma si qualifica per il turno successivo il Chelsea che batte lo Steaua Bucarest per 3-1 (0-1 all'andata). Decisive le reti nel secondo tempo di Lampard e Torres (che nel finale ha sbagliato un rigore). Il Chelsea è una squadra competitiva ma anche i blues come il Tottenham sembra concedere molto in fase difensiva. A differenza degli Spurs però sono da temere nel forcing offensivo .

Escono 2 russe su 3 come da pronostici: da sempre le squadre dell'Est difficilmente arrivano fino in fondo: lo Zenit San Pietroburgo di Spalletti vince per 1-0 contro il Basilea non trasformando il 2-0 che gli avrebbe potuto dare l'opportunità di andare ai supplementari. Minuti in più che sono stati invece favorevoli al Rubin-Kazan che con i gol di Rondón e Dyadyun hanno sconfitto il Levante. Eliminato dal Newcastle l'Anji grazie ad un gol allo scadere di Cissé, quindi 3 inglesi nei quarti di finale.

Il Benfica grazie alla doppietta di Cardoso (molto bello il suo primo gol),elimina il Bordeaux vincendo 3-2, mentre il Fenerbahce pur pareggiando 1-1 in casa con il Victoria Plzen ,in virtù dell'1-0 dell'andata passa ai quarti.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.