Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 22 agosto 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO – La Roma dice addio all’Europa League. Scialbo pareggio in casa del Milan

Rossoneri in dieci per 50 minuti e cori contro Balotelli. I giallorossi reclamano un chiaro rigore su Lamela

13.05.2013 - Luca d'Alessandro



CALCIO - Roma, knock out a Milano

Van Ginkel e Destro, poi il gol di Totti su rigore. Roma unica squadra a non aver fatto punti a San Siro in questa...
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma-Milan 0-0, si torna a -3 dalla Juve

All'Olimpico vince la noia. Inzaghi imbriglia i giallorossi che invocano un rigore evidente nel primo tempo
Leggi l'articolo

CALCIO - Roma-Milan 2-0. Le pagelle giallorosse

Pjanić favoloso: si divora quattro avversari e buca Abbiati. Nainggolan ancora eccellente. Garcia, record storico a 85...
Leggi l'articolo

CALCIO - Nell'Olimpico in festa la Roma batte il Milan 2-0

Garcia ci crede fino alla fine. Gol spettacolare di Pjanic, poi Gervinho (in offside). Il Milan scompare dal campo dopo...
Leggi l'articolo

Milan-Roma 0-0: l'espulsione di Muntari

La Roma non va oltre lo 0-0 contro un Milan in dieci per 50 minuti e dice addio alla possibilità di entrare in Europa League dal campionato. La vittoria dell'Udinese contro l'Atalanta fa sì che i giallorossi si trovino a 4 punti di distanza, con una sola gara di campionato da disputare, dal quinto posto utile per accedere alla competizione europea. L'unica soluzione per non rimanerne fuori due stagioni consecutive è quella di vincere il 26 maggio la finale-derby di Tim Cup. Chi si aspettava una gara ricca di gol, visti gli interpreti e le indoli di calcio offensivo delle squadra, è rimasto deluso. Una partita apatica specchio di un movimento, quello del calcio italiano, in declino: cori razzisti, insulti reciproci tra le due tifoserie, sceneggiate e simulazioni in campo per far espellere gli avversari, gomitate, manate, isterismi e l'ennesimo caso di errore grave da parte della categoria arbitrale.

L'ANALISI TATTICA - Allegri schiera il consueto 4-3-3 con DeSciglio che ritorna terzino destro con l'inserimento di Constant a sinistra. In mezzo al campo, Ambrosini è il regista scelto per sostituire un uomo chiave come Montolivo. In attacco tridente mascherato con Boateng a destra, El Shaarawy a sinistra con Balotelli perno centrale.
Andreazzoli ripropone il 4-2-3-1, abbandonando nuovamente la difesa a 3. La sorpresa viene da Marquinhos terzino destro di spinta (non un inedito anche Zeman a gara in corso lo aveva provato in quel ruolo) a sinistra confermato Dodò. A centrocampo out De Rossi per infortunio, Pjanic e Florenzi per far posto a Bradley-Perrotta coppia centrale di centrocampo e Marquinho esterno alto di sinistra. Osvaldo ancora una volta preferito a Destro.

LA GARA: La Roma entra in campo più convinta e in pochi secondi si affaccia in area rossonera con una bella discesa di Dodò. Al 4' è Marquinho a impegnare Abbiati, ma l'occasione migliore capita a Totti che non trova lo specchio della porta dopo un errore difensivo di Constant. Il Milan prova a rispondere con Muntari e Boateng, ma le conclusioni sono imprecise. Risposta immediata della Roma, ancora Totti da fuori area trova una grande traiettoria su cui Abbiati è attento. Al 38' la gara si accende, in negativo. Punizione di Balotelli parata da Lobont e primi cori razzisti per il numero 45 rossonero che bacchetta gli ignoranti presenti nel settore ospiti. Pochi minuti dopo Balotelli commette fallo su Marquinhos, l'arbitro Rocchi lo ammonisce e si scatena la protesta di Muntari. Al centrocampista sfugge qualche parolina di troppo e, contro ogni regolamento, si permette di toccare l'arbitro: Rocchi così è costretto a mostrargli il cartellino rosso. Decisione che Andreazzoli nel post gara sottolinea come un episodio che, in un certo senso, ha sfavorito la sua squadra. Il secondo tempo passa alla cronaca per la sospensione della partita al 2' dovuta di nuovo ai cori di stampo razzista verso Balotelli. Fa bene Rocchi a richiamare l'attenzione con il suo gesto, ma più di questo non gli è permesso. La gara riprende e nessuno si accorge che la Roma è in superiorità numerica e la partita scivola via priva di emozioni, con un paio di tiri poco impegnativi. Nel finale di match la gara torna a far parlare, di nuovo in negativo. Prima non viene concesso un rigore netto alla Roma per sgambetto di Constant nei confronti di Lamela, con l'arbitro addizionale e guardalinee a un paio di metri dall'accaduto, poi l'espulsione del capitano della Roma, Totti per gomitata a Mexes. Finisce a reti bianche una gara che per gli amanti del calcio lascia l'amaro in bocca.

Il tabellino
37ma giornata Campionato di Serie A Tim 2012/13
Domenica 12 maggio 2013, ore 20:45 - Stadio Giuseppe Meazza di Milano

MILAN (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Mexes, Constant; Flamini (80' Pazzini), Ambrosini, Muntari; Boateng (77' Nocerino), Balotelli, El Shaarawy (72' Robinho). All: Allegri

ROMA (4-2-3-1): Lobont; Marquinhos, Burdisso, Castan, Dodò; Bradley, Perrotta (70' Pjanic); Lamela, Totti, Marquinho (74' Florenzi); Osvaldo (81' Destro). All: Andreazzoli.

Arbitro: Rocchi
Ammonizioni: 41' Balotelli, Muntari (M); 73' Dodò (R); 77' Ambrosini (M); 83' Burdisso (R), 89' Totti (R); 93' Constant
Espulsioni: 42' Muntari (M); 92' Totti (R)
Note: Richiamo della Questura di Milano attraverso gli altoparlanti, a seguito dei cori razzisti dei tifosi della Roma. Al 47' l'arbitro Rocchi è costretto a sospendere la gara per lo stesso motivo.

Le pagelle Roma:
Lobont 6,5: Sempre attento su ogni conclusione del Milan, lo stile non è dei migliori, ma dimostra sicurezza negli interventi.
Marquinhos 6.5: Sulla destra ha il compito di arginare El Shaarawy. Ci riesce e si permette qualche sgaloppata offensiva sulla fascia.
Castan 6: Normale amministrazione in una gara che lo vede poco impegnato
Burdisso 6: Comanda la difesa diligentemente
Dodò 6: Nel primo tempo riesce a sganciarsi avendo campo libero, nel secondo affronta Balotelli dignitosamente, segno che la condizione sta tornado.
Bradley 6.5: Il centrocampo della Roma in questo momento non può far a meno di lui, pressa e corre per due.
Perrotta 6: Esperienza e corsa, come sempre fa il suo.
Pjanic 5.5: Entra a partita in corso in maniera poco incisiva per quello che può dare, sua una conclucione finita a lato
Marquinho 6.5: Il migliore della gara. Se son sue le poche occasioni del match lo si deve al fatto che è l'unico a muoversi senza palla. Molto meglio da esterno alto che da terzino.
Lamela 5: Non è il talento che abbiamo imparato ad apprezzare, alla fine del match sarebbe risultato comunque decisivo se Rocchi avesse concesso il penalty.
Totti 4,5: Come al solito uno dei migliori della squadra, assist deliziosi e conclusioni pericolose. Rovina la prestazione con la gomitata a Mexes.
Osvaldo 5: Si vede poco o nulla se non per un paio di volte che torna nella propria metà campo a prendersi il pallone.
Destro s.v.

@lucadale86

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.