Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 15 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Roma annienta l’Inter a San Siro

Dietro vincono solo Juve e Napoli. Pari senza gol tra Lazio e Fiorentina. Spettacolare il Verona di Mandorlini

07.10.2013 - jacopo fontanelli



CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - In testa vince solo la Juve; primo posto per i bianconeri in attesa di Roma-Cagliari

Crisi nera per Milan e Lazio, Napoli e Fiorentina perdono contro Parma e Udinese. Il Bologna ferma l’Inter
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Roma 10 e lode. Napoli e Juve reggono

Si staccano Fiorentina e Inter, pari della noia tra Milan e Lazio. Continua a sorprendere il Verona
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Roma suona la nona. Vincono tutte le grandi tranne il Milan

Di rigore Juve e Napoli, di calcio d’angolo l’Inter, di classe la Fiorentina, di Klose la Lazio
Leggi l'articolo

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO – Si riparte, Juve e Napoli rimangono le più forti

Attenzione a Roma, Inter e Fiorentina. Lazio e Milan da registrare, in attesa delle ultime di calciomercato
Leggi l'articolo

Logo Serie A

L'inizio di campionato della Roma è un buon modo per insegnare ai bambini la tabellina del tre. Tre per sei faceva 18, e dopo sabato tre per sette ventuno. Come i punti dei giallorossi e come tutti i punti a disposizione in questo inizio campionato. A questo punto lo scudetto sembra essere una corsa a tre, tra Juve, Napoli - favorite di diritto - e appunto la Roma.

La squadra di Garcia, pur priva di Maicon, ha la fortuna di avere tra le sue fila un giocatore di cui sentiremo parlare. Ha il 10 sulle spalle e ha fatto 230 gol in Serie A; non farà in tempo ad arrivare ai gol di Piola (ieri anniversario del suo compleanno) ma non c'è dubbio che nella storia del calcio italiano Totti sia, insieme a Baggio, la perla che ci ha spesso fatto luccicare gli occhi. Non sono tanto i due gol che lo rendono grande (il primo un preciso destro da fuori area e il secondo su rigore che non c'era), quanto il controllo, il palleggio e il passaggio al volo che libera Strootman per il contropiede con cui i suoi fissano il punteggio sul 3-0. La vera notizia è che la Roma non ha segnato nel secondo tempo. La partita dell'Inter è comunque buona, di grinta, di voglia e di orgoglio e il passivo è troppo pesante, ma contro questa Roma si poteva davvero fare poco di più.

L'altro big match della giornata vedeva davanti la Juventus e il Milan; di solito 1X2, under, over, gol, no gol, questa volta alcuni bookmaker hanno accettato anche scommesse sul gol in fuorigioco dei bianconeri o sul rigore per il Milan. Battute a parte, la partita è stata bella e vibrante: 3-2 per i bianconeri e due tre gol nati dai piedi di Pirlo, ex col dente avvelenato, e il terzo di Giovinco appena entrato. Al Milan la beffa di vedersi convalidare non uno ma ben due gol di Muntari con due anni di ritardo.

Il Napoli senza Higuain, Maggio e Zuniga fresco di rinnovo annienta il Livorno con gol di Pandev, Callejon Hamsik, Inler e riscatta la brutta prova di martedì contro l'Arsenal. 19 punti per Juve e Napoli che sembrano essere le uniche in grado di star dietro alla Roma, per il momento.

Lazio e Fiorentina entrambe stanche dopo gli impegni di Coppa, non si fanno male, e chiudono con un punto che accontenta entrambe (più i viola che hanno badato a difendersi). Biancocelesti che avrebbero meritato di più - lo dice pure Montella - ma sulla loro strada un ottimo Neto che ha riscattato la pessima prestazione contro il Parma.

Parma che vince il derby emiliano col Sassuolo pur giocandolo per più di un tempo in dieci uomini a causa dell'espulsione del portiere Mirante. Quando Cassano è in giornata di grazia, però, non ce n'è per nessuno. Due assist e gol per Fantantonio e Sassuolo rispedito a casa con un secco 3-1.

Perla assoluta su punizione di Di Natale in Udinese-Cagliari 2-0. Siamo vicini ai 180 in Serie A per un giocatore di una classe infinita che ha avuto dalla sua carriera meno di quanto avrebbe meritato.

Pareggiano entrambe le squadre di Genova: i blucerchiati raggiungono il Torino sul 2-2 con un rigore al 93' di Eder; ospiti che con Immobile e Cerci avevano ribaltato il vantaggio di Sansone. Ventura fa uno sciampo mica da ridere a Vives reo di non aver tenuto palla quei 5 secondi in più che avrebbero portato i tre punti sotto la Mole. Sono 4 i punti che i Granata hanno perso oltre il 90' su rigore dopo i due col Milan di inizio campionato.

Gasperini parte con un buon punto a Catania; fanno tutto gli etnei: prima in vantaggio con Barrientos e poi raggiunti su autogol di Legrottaglie.

Spettacolare il Verona di Mandorlini che per adesso è la vera rivelazione di questa stagione; gioca un calcio arioso, brillante, veloce e offensivo. Strapazzato il Bologna al Dall'Ara per 4-1. Toni ancora in gol e Iturbe giustifica sempre di più il soprannome di Messi paraguayano.

Chievo-Atalanta sabato alle 18 finisce 0-1 con gol del Fraquito Maxi Moralez.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.