Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 05 luglio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO – Lazio-Fiorentina 0-0 - Le pagelle

Biglia, tanta classe e qualità, non spreca un pallone. Torna il Profeta. Perea, vera sorpresa del mercato

07.10.2013 - Alessandro Staiti



CALCIO - Lazio a valanga sulla Fiorentina

Biancocelesti alla quarta vittoria consecutiva: poker firmato Biglia, Candreva su rigore e doppietta di Klose
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio-Fiorentina 4-0. Le pagelle biancocelesti

Viola strapazzati. Biglia, gol da grande campione. Candreva a segno su rigore. Klose dilaga con una fantastica doppietta
Leggi l'articolo

CALCIO - Fiorentina-Lazio 0-2. Le pagelle biancocelesti

Djordjevic ancora in gol, Candreva perfetto in ogni fase della gara. Biglia superstar, Lulic chiude il match
Leggi l'articolo

CALCIO - Lazio corsara al Franchi: Djordjevic, Lulic e tutti a casa

Terza vittoria consecutiva per i biancocelesti che superano la prova contro una diretta concorrente per l'Europa
Leggi l'articolo

Perea!

Marchetti 6: Un'uscita avventurosa e pericolosa in apertura di gara. Poi nessun pericolo fino alla punizione a giro di Rossi, che respinge con bravura.

Cavanda 6: Più frenato del solito, le consegne sono di badare maggiormente alla fase difensiva, controllare le discese di Pasqual e agire di concerto con Ciani. Svolge bene il compito.

Ciani 6: Da quando è tornato titolare e gioca con più continuata sembra rinato. Bene negli anticipi, sempre preciso e attento. A volte ancora un po' rude, come quando prende il giallo a inizio ripresa per l'intervento "muscolare" su Aquilani.

Cana 6: Buona prestazione, ha il carattere del guerriero e profonde sempre il massimo impegno in campo. Ogni tanto fa venire i brividi come quando si fa ammonire mettendo giù Cuadrado.

Lulic 6,5: Ottimo lavoro in fase difensiva, alla quale si dedica con diligenza annullando letteralmente Cuadrado, non pervenuto nel corso della gara. Nella ripresa si fa vedere di più anche in attacco. Brillante.

Biglia 7: Tanta classe e qualità, non spreca una palla, bravo anche nei recuperi. Primo tempo da incorniciare, abile nello smistare i palloni e nello scegliere i corridoi, tiene corta la squadra, difende, regola il gioco. Non a caso è il regista della Nazionale argentina. E ancora non si vede quel che può davvero fare.

Candreva 5,5: Solito motorino sulla fascia, ma leggermente più impreciso e forse un po' egoista. Ignora spesso il raddoppio di Cavanda sulla fascia e preferisce accentrarsi per andare al tiro. Sfiora anche il gol in un paio di occasioni. Frenetico.

Onazi 6,5: Per corsa, tempi e geometrie di gioco sembra ormai un veterano. Si fa trovare pronto in ogni parte del campo, spingendosi anche in attacco quando necessario. Cala un po' alla distanza e sbaglia qualche passaggio di troppo.

Hernanes 7: Agonismo, classe, intensità, e qualche legnata di troppo quando deve difendere, rimediando l'ammonizione. È sempre in partita, senza pause. Partecipa a tutte le fasi del gioco con grande personalità e autorità. Neto per due volte gli nega la gioia del gol, prima su un sinistro insidioso e poi su punizione. Profeta.

F. Anderson 6: Ha classe, lo si sapeva e ora lo mostra in campo. Tocco di velluto, accelerazioni, visione di gioco. Sia che agisca sull'esterno o come trequartista di fa notare per classe e inventiva. Risente della condizione fisica ancora incompleta dopo quattro mesi di inattività a causa dell'infortunio alla caviglia e dura soltanto un'ora. Talento.

Floccari 5,5: Non incide come a Trebisonda, ma si impegna come sempre quando entra al 58' per sostituire Felipe Anderson. Impensierisce subito Neto con un diagonale di sinistro, poi va a lavorare sulla fascia, e scambia posizione con Perea.

Perea 6,5: La vera sorpresa del mercato: ha fisico, tocco, lotta e si impegna su ogni pallone, corre, va in pressione sui difensori quando i Viola ricominciano l'azione. Gli manca solo il gol quando ruba con autorità ed eleganza un pallone a Pizarro, dribbla Gonzalo e s'invola verso la porta: sarebbe stato il gol della gloria, ma il suo tiro esce di poco. Delizioso il suo colpo di tacco sul limite del fallo laterale che poi lancia Hernanes nell'area della Fiorentina. Accanto a Klose sarà fondamentale. Piccoli matador crescono.

Petkovic 6: Coraggioso nell'affrontare la Fiorentina con la stessa squadra di giovani reduce dal pareggio di Trebisonda. La Lazio verde è più viva e convincente. Ancora qualcosa da capire e da rivedere sull'identità di gioco che vuol dare alla squadra.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.