Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 17 febbraio 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO – La Roma sull’otto volante: Napoli sconfitto 2-0 sotto gli occhi di Maradona

I giallorossi centrano l’ottava vittoria consecutiva, infortunio per Totti. Gli azzurri sprecano due limpide occasioni

19.10.2013 - Luca d'Alessandro



CALCIO - Roma, basta un gol di Pjanic per battere il Napoli

Giallorossi sempre secondi in classifica. Gli striscioni della curva Sud contro la madre di Ciro Esposito
Leggi l'articolo

CALCIO - Napoli-Roma 2-0. Le pagelle giallorosse

Male tutta la difesa, peggio il centrocampo. Nainggolan e Gervinho tra i meno negativi
Leggi l'articolo

CALCIO - La Roma cade a Napoli sotto i colpi di Higuain e Callejon

Giallorossi in bambola per novanta minuti. Benitez dedica la vittoria a Ciro Esposito
Leggi l'articolo

CALCIO - Napoli-Roma 1-0. Le pagelle giallorosse

De Sanctis, nulla può sul gol di Callejon. Gervinho si divora tre occasioni da gol. Maicon migliore in campo...
Leggi l'articolo

Pjianic e Florenzi

Avanti il prossimo. Questo sembra dire la Roma dopo aver regolato 2-0 il Napoli in casa propria e conseguito l'ottava vittoria consecutiva in Serie A. Numeri impressionanti per la squadra di Garcia: 24 punti, 22 gol fatti, 1 subito, surclassati gli avversari incontrati fin qui sul risultato, rifilando a tutti almeno 2 gol di scarto. Ora sono 5 i punti che separano la terza in classifica, proprio il Napoli, in attesa del match tra Fiorentina e Juventus che, in caso di vittoria viola, potrebbe già far pensare a una mini fuga. Ad avere la meglio ieri su un ottimo Napoli è stata la forza delle individualità giallorosse. Finora ciò che ha fatto la differenza tra la Roma e le altre è stato proprio il fatto che in ogni partita un singolo è spiccato sul già ottimo collettivo. In questa gara è stato Pjanic che con due calci piazzati a chiudere la pratica. Il risultato finale di 2-0 fa pensare ad un match senza storia. Tutt'altro.

HIGUAIN OUT - Senza ancora Zuniga, Benitez contava sul recupero del "pipita", ma ad un'ora dal fischio d'inizio arriva la doccia gelata: Higuain non ce la fa, solo panchina per lui.

FORMAZIONI - Roma per 10/11 titolare con Dodò che vince il ballottaggio con Torosidis per sostituire Balzaretti. Nel Napoli recuperato Albiol, Mesto terzino sinistro e Pandev punta centrale son le novità.

IL MATCH - Il primo scossone del match lo dà la Roma con un colpo di testa di De Rossi ben parato da Reina. Il Napoli prova a reagire ma mostra il fianco al contropiede micidiale giallorosso che libera Gervinho che di sinistro da posizione ravvicinata spara alto. Ritmi buoni con le squadre che si affrontano a viso aperto puntando a sfruttare le fasce.

TOTTI STOP - Il capitano romanista è costretto ad abbondare il campo per un infortunio muscolare alla mezz'ora. La Roma si ritrova così senza il suo faro in campo e spaesata subisce il Napoli. È Pandev ad avere sul sinistro il colpo che gelerebbe l'Olimpico romanista. Castan sale in ritardo lasciando in gioco il macedone che tutto solo davanti a De Sanctis si fa ipnotizzare e poi De Rossi in ripiego salva a pochi centimetri dalla riga di porta. Il Napoli insiste e spreca una seconda occasione clamorosa. Insigne si libera bene in area di rigore per poi sprecare colpendo il palo esterno a botta sicura. Contro la prima della classe non puoi avere due occasioni del genere e non sfruttarle.

DENTRO CANNAVARO - Il match cambia con l'infortunio di Britos che lascia il posto al capitano napoletano. Entrare a freddo non è mai facile, specie se si deve far i conti con la velocità di Gervinho. Il calciatore ivoriano viene steso al limite, punizione e prima ammonizione per Cannavaro.

MAGICO PJANIC - Sugli sviluppi della punizione la Roma passa in vantaggio grazie alla traiettoria imparabile disegnata dal bosniaco. 1-0 alla fine del primo tempo. Un gesto tecnico degno del miglior Maradona, ospite d'eccezione della serata all'Olimpico.
Nessun cambio a inizio ripresa col Napoli intento a recuperare il match fin dalle prime battute. Garcia oltre a Totti dopo pochi minuti perde anche Gervinho complicando le soluzioni di gioco e costringendo la Roma a non poter sfruttare il contropiede. La squadra è solidissima in difesa e Hamsik va vicino, neanche troppo, al pari con un sinistro da fuori area che colpisce l'incrocio dei pali esterno. Roma che soffre e colpisce. Cross in area per Borriello, il centravanti prende il tempo furbescamente a Cannavaro, i due cadono in area e Orsato concede rigore (dubbio per alcuni moviolisti) e secondo giallo che significa espulsione. Dal dischetto Pjanic batte nuovamente Reina chiudendo di fatto il match. A fine gara un Garcia incontentabile parla di "vittoria di Pirro" (anche se in questo caso l'impero romanista ha vinto la battaglia) contento per i tre punti sì, ma preoccupato di aver perso Totti e Gervinho. Eguagliata la Juve di Platini per numero di vittorie consecutive iniziali in campionato, contro l'Udinese si cercherà di affiancare, in questa particolare statistica, la Juventus di Capello (un caso proprio dell'ultimo allenatore scudettato a Roma?) poi retrocessa nella stagione dello scandalo "calciopoli". Fino a che in una visione molto ottimista possa ritagliarsi uno spazio in solitario il 31 ottobre 2013, nella notte di Halloween contro il Chievo Verona.

 

IL TABELLINO

Roma-Napoli: 2-0

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Dodò; Pjanic, De Rossi, Strootman; Florenzi (81′ Marquinho), Totti (33′ Borriello), Gervinho (58′ Ljajic). A disp.: Skorupski, Lobont, Torosidis, Burdisso, Romagnoli, Taddei, Bradley, Ricci, Caprari. All.: Garcia.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Britos (45′ Cannavaro), Mesto; Behrami, Inler (82′ Dzemaili); Callejon, Hamsik, Insigne; Pandev (69′ Higuain). A Disp.: Rafael, Armero, Colombo, Fernandez, Radosevic, Zapata, Mertens. All.: Benitez.

Arbitro: Orsato di Schio
Marcatori: 49′ p.t. e 71′ rig.Pjanic (R)
Note: ammoniti: Pjanic, Benatia (R), Pandev, Callejon, Cannavaro, Inler (N); espulsi: Cannavaro (N)

@lucadale86

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.