Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 09 agosto 2020

  • MP News
  • Sport

CALCIO – Europa League: Lazio, pareggio senza reti contro l’Apollon Limassol

Non bastano volontà e impegno: tante conclusioni, ma anche tanta difficoltà nell’organizzare un gioco corale

25.10.2013 - Simone Di Tommaso



CALCIO – Le pagelle di Lazio-Apollon Limassol 2-1

Biancocelesti a due volti: doppietta di Floccari, ma è Berisha che salva il risultato. Keita migliore in campo....
Leggi l'articolo

CALCIO – Europa League: la Lazio batte 2-1 l’Apollon Limassol, doppietta di Floccari

Prestazione discreta per un’ora, poi tanta confusione. Ottimo risultato per la qualificazione ai sedicesimi
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SULLA LAZIO

Tutte le partite della S.S. Lazio commentate da Laura Cigna, conduttrice della trasmissione “Olympia &...
Leggi l'articolo

NUOTO - Anche le Aquile cinguettano

La SS Lazio Nuoto sbarca su Twitter.
Leggi l'articolo

Apollon-Lazio

La scossa che non arriva. Nel terzo turno di Europa League la Lazio, reduce dalla cocente sconfitta in campionato contro l'Atalanta e in balia delle voci sulle presunte dimissioni di Petkovic (prontamente smentite dalla Società), non riesce ad agguantare una vittoria che sarebbe stata molto importante non solo per assicurarsi il passaggio del turno nel girono, ma soprattutto per ritrovare morale per il prosieguo della stagione. Sicuramente i tre punti avrebbero messo la squadra nelle migliori condizioni psicologiche per affrontare sia il campionato (domenica 27 ottobre 2013 c'è il Cagliari all'Olimpico), sia l'Europa League, soprattutto alla luce della vittoria del Trobzonspor contro il Legia Varsavia. Ma la Lazio, per ora, è così. Ha tutti i mezzi per poter fare bene, ma non riesce a sfruttarli. Non è un affare di poco conto e richiede la massima attenzione non solo sul campo da parte dei calciatori (che sembrano girare a vuoto, pur con impegno e volontà) e del tecnico, ma anche fuori dal campo, da parte della Società.

A Cipro, contro la modesta squadra dell'Apollon Limassol, si è vista comunque la volontà di imporre il proprio gioco alla ricerca del gol. C'è stato un cambio di passo rispetto alla deludente trasferta di Bergamo. Le occasioni per il vantaggio sono state diverse, ma tutte imprecise, mentre si è subito molto poco. È evidente che manchi più di un qualcosa. La squadra non sembra più un collettivo, ma un agglomerato di solisti. C'è agonismo, ma assenza di concretezza, e anche un po' di sfortuna. Se neanche un evidente mani in area di Stylianou viene rilevato dall'arbitro (inutili le lamentele di Floccari9, è inevitabile il pareggio a reti inviolate.

LE FORMAZIONI: Petkovic cambia gli interpreti in campo pur mantenendo il 4-3-3 delle ultime tre partite. Davanti a Marchetti, Cavanda e Radu sulle fasce, Cana e Novaretti centrali. In mezzo Gonzalez e Hernanes affiancano Ledesma. Davanti spazio a Ederson, Keita e Floccari. Il tecnico cipriota Christoforou, vara un 4-2-3-1 con Roberto unica punta: alle sue spalle un trio di trequartisti come Papoulis, Meriem e Sangoy.

IL MATCH: Il primo tempo è tutto a trazione biancoceleste. Sette corner a favore, otto tiri verso la porta, buon possesso di palla. La Lazio è padrona del campo. Eppure nessun gol. Le occasioni migliori sono sui piedi di Keita, Ederson, Floccari e Hernanes, lontano parente del cecchino che ha fatto 40 gol nella Lazio. Migliore in campo Keita: volontà, cambio di passo, giocate di classe pura. È lui l'autentica colonna portante della Lazio del futuro.
Nella ripresa i biancocelesti calano. Cavanda, come purtroppo spesso ultimamente, commette errori di un'ingenuità disarmante, a volte frutto di pura supponenza: non si fanno leziosi tocchi di tacco per stoppare il pallone nella propria area con l'avversario che segue, perché non si fa altro che passargli la palla. I giocatori dell'Apollon prendono fiducia e si affacciano per più di una volta dalle parti di Marchetti: fortunatamente per la Lazio, la qualità dei tiratori scelti ciprioti è bassa, e la Lazio si salva in un paio di occasioni. Negli ultimi minuti Petkovic opera cambi che si riveleranno purtroppo infruttuosi: Perea per Floccari, Felipe Anderson per Keita. Ma mentre Perea rimane isolato a lottare lì davanti, il brasiliano fa ripartire la manovra offensiva dei biancocelesti. Al 41' un bella azione in avanti: Ledesma dalla sinistra serve Hernanes che devia in area non centrando il bersaglio. Onazi rileva lo sfinito Gonzalez, ma ora è l'Apollon a rendersi pericoloso. Cavanda ne combina un'altra delle sue (sul modello Bergamo in cui l'Atalanta trova il gol della vittoria) e perde palla sulla trequarti, Meriem attacca ma la sua conclusione si spegne sul fondo. Al 45' splendida azione tutta a un tocco dei biancocelesti, ma Ederson al limite cincischia intestardendosi in un dribbling stoppato dalla difesa, se avesse cercato subito la conclusione, probabilmente il risultato non sarebbe stato lo 0-0 con cui si chiude il match.


IL TABELLINO

APOLLON LIMASSOL-LAZIO 0-0

Apollon Limassol (4-2-3-1): Bruno Vale; Stylianou, Merkis, Karypidis, Vasiliou; Hamdani, Gullon; Papoulis (92' Haber), Meriem (93' Grigorie), Sangoy (88' Konstantinou); Roberto.
In panchina: Hidi, Dananae, Català, Charalambous. All. Christoforou

Lazio (4-3-3): Marchetti; Cavanda, Cana, Novaretti, Radu; Gonzalez (86' Onazi), Ledesma, Hernanes; Ederson, Floccari (70' Perea), Keita (81' Felipe Anderson).
In panchina: Berisha, Ciani, Biglia, Crecco. All. Petkovic

Arbitro: Manuel De Sousa (POR)

Assistenti: Ricardo Santos; Nuno Pereira

IV uomo: Antonio Godinho 

Assistenti aggiunti: Carlos Xistra; Marco Ferreira

Note: Ammoniti Gonzalez (L), Stylianou (A), Karypidis (A), Ledesma (L). Recupero: 3' st.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.