Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 19 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Juve prova di fuga, vincono Napoli e Fiorentina, si fermano ancora Roma e Inter

La Lazio crolla in casa contro il Napoli, contestazione della curva nord. Risale il Milan con Montolivo, Balotelli e Kaká

03.12.2013 - jacopo fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La stagione dei record va in archivio

Ora Mondiali e mercato. Cerci butta via l'Europa; vi spieghiamo perché il nostro calcio è così in...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Alla Juve lo scontro diretto. Fiorentina e Inter in Europa

Verona, campionato rivelazione. Crollo Milan, fallimento Lazio. Tutto deciso in coda: salutano Livorno, Catania e...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Roma crolla a Catania: scudetto alla Juve

Derby al Milan. Lotta serrata per l'Europa League. Ma il weekend del calcio ha registrato ben altro che risultati
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Juve PogVa ma la Roma non molla

Inter, passo importante per l'Europa. Il Milan si avvicina. Pari spettacolo tra Lazio e Torino. Sassuolo e Catania...
Leggi l'articolo

Serie A Tim

La Juve prova la fuga e cercherà di arrivare allo scontro diretto del 6 gennaio 2014 con la Roma almeno con questo vantaggio. Almeno, sì, perché il calendario delle prossime tre sorride ai bianconeri che giocheranno con Bologna, Sassuolo e Atalanta, mentre i giallorossi se la vedranno con Fiorentina, Milan e Catania.
La partita con l'Udinese sembrava facile e in molti avevano simpaticamente pronosticato una vittoria bianconera (e certo, con due su tre si sarebbe indovinato il risultato); fino al 90' invece stava uscendo l'unico segno in schedina diverso dalla vittoria, un pareggio per 0-0 nonostante le innumerevoli occasioni e i ripetuti miracoli dei portieri, quasi ugualmente divisi. Al minuto 91 Llorente trova il colpo di testa vincente mettendo in rete una palla sporca che danzava in area. Un pallone che l'anno scorso non avrebbe trovato nessuno a spingerlo dentro, quest'anno, invece, Conte ha il centravanti che cercava e che serviva proprio a risolvere partite del genere.

La Roma non vince da un mese; ultima vittoria la notte di Halloween contro il Chievo. Senza Totti cinque gol e 10 punti in sei partite. Giallorossi che hanno rischiato anche di perdere l'imbattibilità se Strootman al 90' non avesse trovato il guizzo vincente, mettendo alle spalle di Consigli un pallone forte e teso messo in mezzo da Ljajić. Padroni di casa in vantaggio con gol di Brivio (nell'occasione quaglia clamorosa di De Sanctis), e ospiti che si svegliano solo quando Garcia mette dentro Pianjc e Ljajić lasciati forse troppo presuntuosamente in panchina. Alla Roma manca un rigore, ma è ancora troppo presto per gridare al complotto dopo gli episodi arbitrali a "favore" contro Inter e Napoli.

Il Napoli espugna l'Olimpico condannando la Lazio alla crisi. Ritrovati Higuain (doppietta per lui) e Callejon, gli azzurri volano e dominano la partita; è Pandev a segnare il terzo gol ed esulta da ingrato e da maleducato (ripetuti insulti a Lotito nel labiale colto dalle telecamere) e come se non avesse mai vestito biancoceleste (la maglia che lo ha portato a farsi conoscere nel calcio, prima era un emerito sconosciuto). Per i padroni di casa segnano Behrami (autogol) e il gioiellino Keita, con un'azione da campione assoluto che sottomette l'intera retroguardia napoletana con un incredibile assolo. A fine partita dirigenza contestata e giocatori chiamati sotto la curva. I tifosi hanno fatto capire che non si può vivere una stagione di rendita per il 26 maggio, e che è ora di cambiare rotta al più presto possibile. Dopo i chiarimenti, la curva canta.

La Fiorentina raggiunge l'Inter al quarto posto dopo una partita col Verona emozionante e ricca di gol. Tifoserie gemellate sugli spalti ma anche i giocatori non sono da meno. Al 4' Borja Valero e al 5' Romulo; 1-1 e palla al centro; al 13' Iturbe e al 14' ancora Borja Valero (capitano per l'occasione); 2-2 e palla al centro. Chiude il primo tempo Vargas, poi gli ospiti rimangono in dieci e Rossi fa 4-2 su rigore, prima che Jorginho fissi il risultato sul 4-3.

Doveva essere una festa la prima di ET a San Siro; tanti ex chiamati per la passerella iniziale, ma è un ex a rovinare la domenica. Mihajlovic, ex giocatore ed ex secondo di Mancini all'Inter rovina il primo pomeriggio neroazzurro di Erick Thohir schierando un'ottima Sampdoria che fa giocare ai padroni di casa la "peggior partita della mia gestione", parola di Walter Mazzarri. Il vantaggio di Guarin è troppo sterile per essere difeso fino alla fine, e dopo un palo dello stesso colombiano (quinto suo, settimo neroazzurro), Renan appena entrato trova il jolly da fuori area e batte Handanovic per l'1-1 finale.

Dopo il 3-0 in Champions, il Milan torna a casa con i tre punti da un'altra scomoda trasferta. A Catania i rossoneri vanno sotto per il gol di Castro, ma reagiscono subito e pareggiano con Montolivo, Balotelli su punizione (gol dopo 70 giorni in campionato) e Kaká in contropiede danno respiro ad Allegri, e calmano, forse, anche un po' le acque in società, dopo le dimissioni di Galliani, respinte dal presidente.

Parma-Bologna e Genoa-Torino giocano a scopa sabato pomeriggio finendo entrambe 1-1 ed entrambe con gli ospiti in vantaggio e poi raggiunti.

Il Cagliari evita la figuraccia interna e rimedia un pareggio dopo aver chiuso il primo tempo sullo 0-2 (a Masucci e Zaza rispondono Nenè e Sau); Corini a Verona fa due su due: 3-0 sul Livorno (Nicola a rischio esonero). Sei punti, quattro gol fatti e zero subiti la dimostrazione che forse, a volte, i cambi in corsa servono.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.