Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 16 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Roma e Juve scappano, Napoli e Inter si inceppano

Corsa a due per lo scudetto, a tre per il quarto posto. Crisi Lazio, Petkovic al capolinea. Risalgono Chievo e Sampdoria

09.12.2013 - jacopo fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La stagione dei record va in archivio

Ora Mondiali e mercato. Cerci butta via l'Europa; vi spieghiamo perché il nostro calcio è così in...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Alla Juve lo scontro diretto. Fiorentina e Inter in Europa

Verona, campionato rivelazione. Crollo Milan, fallimento Lazio. Tutto deciso in coda: salutano Livorno, Catania e...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Roma crolla a Catania: scudetto alla Juve

Derby al Milan. Lotta serrata per l'Europa League. Ma il weekend del calcio ha registrato ben altro che risultati
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Juve PogVa ma la Roma non molla

Inter, passo importante per l'Europa. Il Milan si avvicina. Pari spettacolo tra Lazio e Torino. Sassuolo e Catania...
Leggi l'articolo

Serie A Tim

È un long weekend il nostro fine settimana calcistico; comincia il venerdì quando i giovani si preparano all'aperitivo, e finisce quando tutti stiamo già impostando la sveglia e maledicendo il lunedì mattina.

In Brasile paghiamo noi (e chi altro sennò?) la norma salva-Francia, nel sorteggio dei gruppi mondiali troviamo Uruguay, Inghilterra e Costarica, e nei quarti, se mai dovessimo arrivarci, con tutta probabilità una tra Brasile e Spagna. La Francia è invece casualmente capitata in un girone abbordabile con Svizzera Honduras ed Ecuador. Les jeux son faits, o les jeux etaient déjà faits, se preferite.

Passiamo alle cose di casa nostra: Juve espugna Bologna; Signora non prende più gol (dopo la tripletta di Rossi) e registra la settima vittoria di fila e un'imbattibilità arrivata a 650 minuti circa. Senza Pirlo (fuori fino a gennaio), Llorente, Tevez e Asamoah c'era chi sperava in un rallentamento; ma la ferocia sportiva di Conte e i suoi hanno annientato anche un buon Bologna che per lunghi tratti avrebbe anche meritato il pari. Vidal e Chiellini, 2-0.

La Roma risponde presente ma fatica contro un'ottima Fiorentina. Maicon segna, poi Neto salva i viola che trovano il pari con un potente sinistro di Vargas. Rientra in campo meglio la Fiorentina che si divora il gol con Rossi e con Aquilani solo davanti a De Sanctis, ma poi entra Destro e cambia tutto. Palo di Strootman, doppio miracolo di Neto su Gervinho e Maicon e gol del neo entrato che non contiene la gioia e si prende un comprensibilissimo giallo. A questo punto, la lotta per l'ultimo posto utile in Champions vede impegnate Napoli, Inter e Fiorentina. Giornata che passa quindi come se non si fosse giocata.

Napoli e Inter non sanno più vincere in casa (doppio 3-3 per entrambe) e Viola che non ne approfittano cadendo a Roma.
I partenopei, che mercoledì sperano nell'impresa con l'Arsenal (serve un 3-0, o un miracolo del Marsiglia) segnano tre gol nel primo tempo: due di Pandev nella porta giusta, e uno di Fernandez nella porta sbagliata; 2-1 e palla al centro. Fernandes pareggia i conti prima che Dzemaili faccia 3-2, ma Basta non ci sta e fissa sul 3-3. Altrettanto pirotecnico il posticipo a San Siro. Da quando c'è Thohir l'Inter sa solo pareggiare: col Parma va sotto per un gol di Sansone, pareggia Palacio, ma poi Handanovic si scorda come si trattiene un pallone e Parolo va 1-2. Mazzarri striglia i suoi e al 10 della ripresa si sta sul 3-2; ma i vantaggi dell'Inter stanno anche come d'autunno sugli alberi le foglie e dopo cinque minuti ancora Sansone fa 3-3. Sembra di giocare a ciapanò per entrare nell'Europa che conta.

Ne approfitta paradossalmente il Verona, che ribalta in casa, tra mille polemiche, il vantaggio bergamasco di Denis; Gomez (su angolo che non c'era) e Jorginho (su rigore dubbio, con conseguente espulsione) danno un pezzo di salvezza agli scaligeri.

Non ne approfitta invece il Milan, che non accorcia sulle grandi ma rimane impantanato a metà classifica. 2-2 nella Livorno di Allegri grazie a Balotelli che prima fa un gol casuale tirandosi col sinistro sul destro e palla alle spalle di Bardi. Poi a dieci dalla fine pareggia i conti con una punizione dal divano di casa sua (nel frattempo Siligardi e Paulinho avevano ribaltato il risultato). Per la verità a due dalla fine dalla cucina di casa sua tira uno scaldabagno che prende la traversa e rimbalza sulla linea di porta prima di uscire dallo specchio.

È crisi nera per la Lazio che perde anche col Toro (1-0 Glik). Petkovic rischia, non solo per i pessimi risultati e la mancanza di gioco, ma anche per l'interesse, ricambiato, della Federazione Svizzera che lo vorrebbe sulla panchina della nazionale. Biancocelesti che non vincono dal 27 ottobre 2013 (Lazio-Cagliari 2-0). Tre punti nelle ultime 6 partite, una sola vittoria nelle ultime 10 giornate di campionato. La zona retrocessione è a sole 4 lunghezze.

Il Chievo di Corini continua a vincere e a non prendere gol: dopo lo 0-1 nel derby, e il 3-0 col Livorno, vince anche 0-1 a Sassuolo grazie ad un gol di Thereau. Risale anche la Sampdoria che con Mihajlovic in panchina ha fatto 5 punti in 3 partite pareggiando prima con Lazio (raggiunta al 95') e Inter, e ora battendo 2-0 il suo ex Catania grazie a Eder e a una perla di Gabbiadini.

Il Cagliari rimonta e sconfigge il Genoa grazie a una doppietta di Sau (3 gol nelle ultime 2 giornate) dopo che il grifone si era portato in vantaggio con Gilardino.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.