Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 15 nov 2019

  • MP News
  • Sport

CALCIO – IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Juventus e Roma mantengono le distanze. Fiorentina e Inter accorciano in testa

Palacio regala il derby all’Inter. Crisi nera per la Lazio, chi sarà il sostituto di Petkovic? Verona e Torino, che spettacolo!

23.12.2013 - jacopo fontanelli



CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La stagione dei record va in archivio

Ora Mondiali e mercato. Cerci butta via l'Europa; vi spieghiamo perché il nostro calcio è così in...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - Alla Juve lo scontro diretto. Fiorentina e Inter in Europa

Verona, campionato rivelazione. Crollo Milan, fallimento Lazio. Tutto deciso in coda: salutano Livorno, Catania e...
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Roma crolla a Catania: scudetto alla Juve

Derby al Milan. Lotta serrata per l'Europa League. Ma il weekend del calcio ha registrato ben altro che risultati
Leggi l'articolo

CALCIO - IL PUNTO SUL CAMPIONATO - La Juve PogVa ma la Roma non molla

Inter, passo importante per l'Europa. Il Milan si avvicina. Pari spettacolo tra Lazio e Torino. Sassuolo e Catania...
Leggi l'articolo

Serie A Tim

La data è il 5 gennaio 2014. Juventus e Roma solitarie in fuga per lo scudetto si affronteranno alla ripresa del campionato per capire se sarà una corsa a due o se sarà stella bianconera (stella quella vera, sul campo). I punti di distanza sono rimasti cinque, campionato che si chiuderebbe solo in caso di vittoria bianconera: con un X o un 2 rimarrebbe sempre in corsa la squadra di Garcia.

Giornata nel segno del 4; cade Buffon a Bergamo e il cronometro segna 745 minuti imbattibilità, non di più. Addio al sogno di raggiungere il record di Sebastiano Rossi. Non cade però la Juve che segna il primo poker della giornata espugnando l'Atleti Azzurri d'Italia per 4-1. Tevez, Pogba, Llorente e Vidal i quattro moschettieri bianconeri; non è bastato ai padroni di casa il momentaneo pari di Moralez per reggere l'onda d'urto juventina.

Seconda partita e secondo poker; i quattro cavalieri dell'apocalisse giallorossa sono in realtà tre: Benatia (2 volte, e quarto gol per lui in campionato), Destro e Gervinho (quarto gol pure per lui). Garcia schiera 4 punte tutte insieme per mettere paura al Catania entrato in campo con tutto il peso sulle spalle di essere l'ultima della classe. Totti, Liaijc, Gervinho e Destro, nessuno se li sarebbe aspettati, ma Garcia voleva vincere, e voleva vincere bene. Dominando, senza affanni. E così è stato.

Terza partita e quarto poker: lo spettacolare Verona di Mandorlini suona una Lazio che dopo aver creato molto fino al momentaneo pareggio e all'inizio di ripresa, evapora al terzo gol gialloblu. Sembra veramente vicina al capolinea l'era di Pektovic, chi lo sostituirà? Prima vi sarà un colloquio tra Lotito e l'allenatore serbo, richiamato a tarda notte dalle vacanze natalizie. Toni, Romulo, Iturbe e Toni affondano i biancocelesti, a cui nulla serve il gol del pari di Biglia (primo per lui in serie A). Per gli ultimi due marcatori scaligeri, nemmeno a dirlo, il quarto centro in stagione.

Quarta partita e ancora poker. Il 4 sarà il numero degli incubi per tante squadre in questa giornata di fine 2013, non ultimo il Chievo di Corini: vantaggio gialloblu con Thereau (centro numero? Ovviamente 4, anche per lui), e poi doppietta di Immobile, Vives e Cerci per i granata. Terza vittoria consecutiva per la squadra di Ventura e Toro mai così in alto in classifica negli ultimi dieci anni.

Quinta partita e... no, quinta partita e nessun poker. O forse si. Quarto derby vinto dall'Inter negli ultimi cinque. Lo spettacolo, diciamolo, è un'altra cosa, le squadre giocano un calcio maschio e agonistico ma poco brillante. Meglio il Milan nel primo tempo nel possesso palla, comunque Handanovic poco impegnato. Nel secondo, la partita sembra trascinarsi verso lo 0-0, ma negli ultimi venti minuti il Milan esce dal campo e Mazzari azzecca i cambi. Kuzmanovic, Kovacic e Icardi cambiano la partita, e due volte Palacio sfiora il gol da dentro l'area piccola. Al minuto 86 Guarin crossa forte e teso in mezzo all'area e Palacio di tacco, come Crespo, come Bettega, come tanti altri campioni regala ai tifosi neroazzurri il più felice Natale possibile.

La Fiorentina, senza Cuadrado e Rodriguez (di Gomez ormai non se ne parla più), espugna il campo del Sassuolo grazie a un gol di Rossi (14 in stagione) a dieci dalla fine, dopo che Pegolo aveva compiuto due miracoli sullo stesso Rossi e poi su Ilicic. Solo tre i punti che separano i Viola dal Napoli, e lotta all'ultimo posto Champions che sembra davvero ridotta a queste due squadre.

Pari finiscono Sampdoria-Parma (a Eder risponde Alessandro Lucarelli), ma emiliani che meritavano qualcosa in più (lo ammette anche Mihajlovic), e Cagliari-Napoli (Nenè, HIguain). In Sardegna caldo il dopopartita con Cellino che mette tutti sul mercato, dicendo che venderà Nainggolan e chiunque se ne voglia andare. Sembra più una polemica per la questione stadio piuttosto che una reale intenzione. Fra dieci giorni apre il mercato e staremo a vedere.
Vince il Bologna sul Genoa per 1-0, con Diamanti che segna il suo?... quarto gol in campionato. E vince anche l'Udinese contro il Livorno in Toscana, grazie a Lopez e Herteaux, ma quanti gol ha segnato Herteaux in questo campionato neanche ve lo diciamo più.

Il Punto sul Campionato augura buona feste a tutti, e vi aspetta alla vigilia dell'Epifania col big match di Torino.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.